Audi Q3 2018, i motori e le caratteristiche della nuova generazione

11 agosto 2017

audi-q3-003

Il modello più vecchio dell’intera gamma Audi si prepara ad una cura ricostituente per continuare a piacere ad un pubblico che in fatto di SUV è ormai sempre più pretenzioso. O meglio sarebbe più giusto dire “ricostruente” (concedeteci la licenza linguistica) dato che nel caso dell’Audi Q3 i cambiamenti saranno radicali. 

L’onnipresente MQB anche sulla Q3 2018

audi-q3-001

A cominciare dalla piattaforma MQB che arriverà anche su Q3 e permetterà di avere maggiore spazio a bordo oltre che un peso inferiore. Inoltre saranno aggiornate le componenti meccaniche ed utilizzati cambi, trazione (ovviamente quattro) e motori derivati dal resto delle auto del Gruppo VW. Le dimensioni dovrebbero aumentare di 6 cm in lunghezza e 5 in larghezza ed il passo crescerà della stessa misura di quest’ultima.

Audi A5 Coupé, l’eleganza con due porte in meno | HDtest

L’arrivo della MQB permetterebbe poi l’elettrificazione del SUV che ha fatto la fortuna del marchio tedesco con l’arrivo di una versione e-tron. Non subito però, passerà qualche tempo prima di vederla su strada. Così come è attesa una versione elettrica che potrebbe riprendere quanto visto sulla VW e-Golf di ultima generazione con un’autonomia tra 250 e 300 Km.

Forse ci sarà anche una “RennSport”

audi-q3-005

In cima alla gamma delle sportive invece, dovrebbe tornare sulla scena l’Audi RS Q3, che monta il cinque cilindri turbo della RS3 su cui eroga ben 400 CV. Il resto dei motori disponibili sarà comunicato più avanti ma quasi certamente la gamma includerà motori a quattro cilindri con cilindrate tra 1.5 e 2.0 litri (diesel e benzina a seconda delle cubature). Il cambio sarà l’S-tronic a sette marce mentre la trazione anteriore o integrale.

L’abbiamo immaginata così

Audi Q3 rendering hdmotori

Per ultimo l’estetica: rivista ed aggiornata secondo gli ultimi dettagli visti sulle auto più moderne della Casa di Ingolstadt. La griglia sarà più larga ed il cofano più basso. Il posteriore ritratto nelle foto spia che vedete mostra linee già viste sulla attuale Audi A3, con gruppi ottici a LED (gli stessi che saranno disponibili per i fari anteriori) con spigoli pronunciati.

Anche gli interni saranno progettati da zero e dovrebbero essere ripresi dalla nuova Audi Q5, la quale ha un’abitacolo minimalista dotato di pochi tasti e una interfaccia digitale con comandi vocali avanzati. La strumentazione infine sarà il Virtual Cockpit che ha debuttato nel 2015 sulla Audi TT e che poco a poco è stata usata anche in altri modelli del Gruppo.

Audi Q3: più grande e ricca nel 2018

Storie: