Apple Car, brevetti per reinventare specchietti e finestrini

26 Novembre 2019 27

Apple ha ottenuto la registrazione di due nuovi brevetti relativi al mondo dell'automobile. Il primo ha un titolo piuttosto misterioso, "finestrini sincronizzati". L'idea è di permettere a chi è all'interno dell'auto di accendere il sistema di illuminazione interna senza che questo sia visto all'esterno. I finestrini dovrebbero essere rivestiti di uno strato oscurante, probabilmente a cristalli liquidi, e sia le luci sia i finestrini dovrebbero lampeggiare in sincrono e a una velocità talmente elevata che l'occhio umano non sia in grado di percepirla.


Il secondo brevetto, invece, studia vari metodi per migliorare il design degli specchietti retrovisori laterali. Tra le opzioni vagliate c'è l'ampliamento di una tecnologia che oggi è ormai piuttosto comune, ovvero quella degli specchietti ripiegabili elettricamente: Apple suggerisce che questa operazione, che generalmente si esegue alla fine del proprio tragitto, potrebbe essere fatta anche durante il viaggio. Lo specchietto starebbe chiuso per default, ma appena la videocamera interna rileva che il guidatore guarda verso di esso verrebbe aperto.

Un'altra proposta indica invece la possibilità che gli specchietti siano integrati direttamente nella carrozzeria principale dell'auto, e che con un uso di lenti e altri elementi ottici sia possibile offrire la visione della stessa superficie di uno specchietto tradizionale. Infine, una terza ipotesi pensa all'eliminazione totale degli elementi ottici in favore di un sistema completamente digitale, sostanzialmente costituito da videocamere e monitor Non è una novità, certo; tuttavia, il brevetto di Apple considera che l'immagine potrebbe essere elaborata in tempo reale in modo tale da offrire un'esperienza d'uso più simile a quella di uno specchietto tradizionale.


Come abbiamo già visto in passato, la pubblicazione di brevetti automobilistici continua, anche se il futuro di Project Titan (amichevolmente detta Apple Car) è incerto. Sicuramente la Mela vuole continuare a lavorare nell'automotive: anche se non realizzerà mai la sua automobile, sta investendo tantissimo nello sviluppo di un sistema di guida autonoma.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Tecnosell a 500 euro oppure da ePrice a 642 euro.

27

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cicciput74

Io me la immagino con la porta lightning....per ricaricarla

Aristarco

nel 2000mai

Andreunto

Io me la immagino con delle mancanze fondamentali tipo gomme, volante o robe strane simili dicendo che tanto tra qualche anno andranno in disuso. Oppure con qualche scomodo adattatore tipo cavo di ricarica più grande che si adatta a quello piccolo della apple car. Di solito apple si è sempre comportata così

Depas

Mado che ridere

CAIO MARIOZ

Prima o poi arriverà la Apple Car, poco ma sicuro

salvatore esposito
salvatore esposito

avranno provato a presentare il brevetto della ruota ma ricevendo un "ora state esagerando" come risposta, avranno deciso di aspettare

salvatore esposito

se non gli dice Tim Cook dove vive, allora è inutile che lui lo sappia... sai come ragionano i melari

salvatore esposito
nutci

Dici che è una pessima battuta senza nemmeno averla capita.

Un po' come se scegliessi un telefono senza nemmeno sapere cosa c'è dentro soltanto perchè prodotto dalla tua azienda preferita.... Ah no scusa sbagliato esempio.

Madfranck

specchietti che si aprono non appena il sensore preposto percepisce lo sguardo. Per la serie: ora che si e' aperto, ti sei fatto gia' fare la fiancata da qualcuno.

Ben

Non sa nemmeno dove vive

Tony Carichi

Probabilmente vive nello stesso posto di Siri, insieme a Callea e Guccia.

Tony Carichi

Non vedi chi c'è a bordo, il vecchio col cappello.
Cioè lui.

StadiaPlus

Non reinventano la ruota quindi?

asd555

Piccola curiosità off-topic ma non troppo: Bugatti spese una fortuna per sviluppare gli specchietti della Veyron.
Non dovevano staccarsi alla velocità massima, stimata in circa 400 km/h.

nutci

Oh finalmente un tuo parere!
Mancava qualcosa che esprimesse pressapochismo senza fonti con numeri lanciati accaxxo di cane!

Bravo!

Super Rich Vintage

Tanti brevetti alla fine l'apple car uscirà così:
https://uploads.disquscdn.c...

Depas

Bah in ogni caso è una pessima battuta

Giovanni Omettere

ma dove vivi?? esiste google comunque.

Depas

Apecar? Ma che vuol dire?

GTX88

https://media1.giphy.com/me...

Aristarco

Avessero realizzato un doppione della tesla, ora sarebbe in vendita, si sono semplicemente accorti di non riuscire a creare niente di decente o innovativo da portare utili all'azienda

Felipo

https://uploads.disquscdn.c...

Giovanni Omettere

intanto che aspetti bramoso come solo i veri apple fan duri e puri sanno fare puoi sempre prendere un'apecar...

Felipo

A questo avevo pensato anche io, sebbene l'angolo di visione sia giocoforza limitato dalla posizione dello specchio:

Un'altra proposta indica invece la possibilità che gli specchietti siano integrati direttamente nella carrozzeria principale dell'auto, e che con un uso di lenti e altri elementi ottici sia possibile offrire la visione della stessa superficie di uno specchietto tradizionale
Depas

Prima di vedere una vera apple car degna della fama del marchio, almeno 10/15 anni a partire da adesso ci vorranno tutti.
Ora come ora è praticamente impossibile anche solo pensare a un’apple car.

Eventi

Motor Valley Fest 2020: un’esperienza tutta da vivere

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel