Buono mobilità: sino a 1.500 euro per bici o abbonamenti ai mezzi pubblici

11 Ottobre 2019 211

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri il programma sperimentale, compreso nel Decreto Clima, che punta a ridurre il numero di auto e veicoli inquinanti (NOTA: il piano non sostituisce in alcun modo l'ecobonus | Dettagli) . Prevede lo stanziamento di un fondo di 255 milioni di euro (5 milioni nel 2019 e 125 milioni rispettivamente nel 2020 e nel 2021) che verranno distribuiti sotto forma di bonus di mobilità.

Sono destinati ai cittadini residenti in uno dei 600 comuni italiani nei confronti dei quali l'Unione Europea ha avviato una procedura di infrazione per smog, circa 25 milioni di abitanti in totale. Chi di loro provvederà entro il 31 dicembre 2021 a rottamare un'autovettura omologata fino alla classe Euro 3 o un motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 riceverà

  • Un buono di 1.500 euro (nel caso della rottamazione di un'autovettura)
  • Un buono di 500 euro (nel caso della rottamazione di un motociclo)

Sia in un caso, sia nell'altro, i buoni potranno essere spesi entro tre anni (dalla rottamazione), esclusivamente per comprare:

  • una bicicletta, anche a pedalata assistita
  • abbonamenti al servizio di trasporto pubblico, sia locale sia regionale - e relativi servizi integrativi

Il buono non costituisce reddito imponibile e può essere utilizzato anche dai familiari conviventi. Si precisa inoltre che il decreto Clima dovrà essere integrato con le disposizioni di attuazione che renderanno pienamente operativo il beneficio descritto. L'approvazione di queste norme è affidato ad un successivo decreto del Ministro dell'Ambiente da varare entro 60 giorni dall'entrata in vigore del decreto legge.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 532 euro oppure da Amazon a 759 euro.

211

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vespasianix

La bici elettrica la ho avuta, è comoda a metà, abito a 155 mt slm e 7/8 km da dove devo muovermi, nonostante il traffico faccio prima in auto e non ho grossi problemi di parcheggio.

wrg

Infatti, con me trovi un portone aperto, sono dell'idea che dovremmo prima di tutte isolare termicamente le abitazioni.
Abito in una casa con consumo energetico di 13,1 kwh per metro quadro.
Ma la questione del traffico rimane, abbiamo 800 auto per ogni 1000 abitante.
Considerando che nei 1000 abitanti ci sono vecchi e bambini che non guidano, ci sono più auto che persone!!

Se la gente usasse di più i mezzi pubblici, avremmo più soldi per investire nel trasporto pubblico.

Vale naturalmente anche il contrario.

Per questo la scelta del governo è coraggiosa e lungimirante

Tony Musone

Per questo concordavo con quanto hai scritto però la differenza con il fumo è che: non è il pedalare a fare male, invece lo è stare seduti in macchina nel traffico.

p.s.
Se ho capito bene quel che volevi dire, c'è una negazione di troppo ;)
"Ciò non toglie che il fumo faccia male"

vincy

C'è pure chi fuma per 50 anni ed è sano come un pesce.
Ciò non toglie che il fumo non faccia male :)

vincy

È così.
Sono stati fatti degli studi in merito: dopo una prima fase di lamentele c'è l'accettazione e tutti gli indici di gradimento sono positivi.

michele merlini

600 è il numero di tutta europa.

Tony Musone

Un'auto DA ROTTAMARE in cambio di una bici ;)

Ryes

Che cavolata...

Francesco Renato

Non ha importanza, il concetto di benaltrismo non è un concetto filosofico ma una banalità qualunquista inventata dai giornalisti solo per fare sterile polemica, benaltrismo è sempre quello degli altri, mai il proprio.

Tony Musone

Perdonami ma se non riesci a capire che le tue obiezioni rientrano a pieno diritto nella categoria benaltrista, io non ti posso aiutare. Salùt.

Francesco Renato

Ma infatti io non sposto ad altro, dico semplicemente che invece di distribuire a pioggia la somma complessivamente disponibile per accontentare un po' tutti senza però risolvere alcun problema, sarebbe meglio concentrare le risorse su uno di questi, quello ritenuto più importante, per risolverlo al meglio.

Tony Musone
Francesco Renato

Non mi puoi accusare di benaltrismo perché io non contesto il totale delle risorse impiegate, necessariamente limitate dallo stato delle finanze pubbliche, bensì la loro distribuzione a pioggia che assicura si una fettina di torta a tutti senza però risolvere alcun problema.

Tony Musone

E così si chiude il cerchio tornando al benaltrismo di cui sopra ;)

p.s.
Per la cronaca, la quota annuale di questo incentivo (non è a debito e) rappresenta meno del 3% di quanto lo Stato ha speso l'anno scorso per il TPL, vediamo quanto spenderà quest'anno

p.p.s.
Nel Decreto ci sono anche, per ciascuno degli anni 2020 e 2021: 10 milioni per l'acquisto di bus ibridi, elettrici per il trasporto scolastico, 10 milioni per le corsie preferenziali del TPL e altri 15 milioni per la riforestazione nelle aree urbane. Più varie ed eventuali che non ricordo.

Francesco Renato

Esatto, al contrario di te ritengo che le scarse risorse disponibili vadano concentrate sull'efficientamento del trasporto pubblico.

Tony Musone

Perdonami ma sebbene la conclusione sia la stessa, non stiamo per nulla dicendo la stessa cosa. Il potere politico a cui alludi è stato senz'altro responsabile della situazione in cui siamo (senza che nessun alzasse il ditino) ma tu stai parlando al presente, negando che la spesa per il TPL sia aumentata e contestando anche questo provvedimento, che seppur piccolo è pur sempre un inizio e in controtendenza rispetto al passato

p.s.
Anche a me spiace che tu abbia frainteso ;)

Tony Musone

Avresti fatto meglio a fermarti.

- Vado, anzi andiamo a fare la spesa in bici e Milano, come molte altre città del Bacino Padano, non sono collinari
- Vado (anzi, andiamo) al lavoro in bici proprio perchè non ho tempo da perdere, dato che spendo meno e ci metto meno tempo che andare e cercare parcheggio in auto
- In Nord Europa (con un clima meno temperato del nostro) milioni di persone, compreso mamme/papà con prole, si spostano in bici senza farne una tragedia

p.s.
Permettimi di dubitare sui tuoi tempi, perchè se quei "22" fossero minuti vorrebbe dire tenere una media di 68,18 km/h.

Ben

Porto il mio euro 4 fino alla morte!

Bob Malo
Fede64

Bravo a volte hai la soluzione sotto il naso ma non la vedi perché segui la massa

Michele Cianci

Ti dirò, avendo 300.000 km in 10 anni di scooter sul groppone, io non mi fido più di nessuno, odio stare in strada (giusto l'altro ieri uno con un furgone fermo in coda nel traffico è sceso dal lato guida rischiando di ammazzarmi). Andare a 25 in mezzo al traffico lo trovo molto più pericoloso che andare in ciclabile alla stessa velocità , se sbatto con un altro ciclista so già che posso probabilmente solo farmi male. Tutti, chi più chi meno non rispettano il codice, chi sta in bici non si veste adeguatamente, non illumina adeguatamente e fa manovre azzardate... Chi sta in scooter corre come se non ci fosse un domani, passa come un dannato in mezzo alle macchine in movimento... Chi sta in macchina parcheggia in doppia fila, esce dai parcheggi senza freccia e senza guardare nello specchio,

Vespasianix

Beh i comuni votano le province.

Vespasianix

Il 66% abita non in città, direi che è una maggioranza Bulgara. E già qui potrei fermarmi.
La maggior parte degli spostamenti è sotto a 10 km? Bene. Vacci te a fare la spesa in bici (e io ho pure l'impianto l'acqua potabile) sotto la pioggia, in collina, tra pozzanghere e schizzi.
Certo che per pedalare 9km vuol dire che hai tempo da perdere, io impiego 22 x fare 25 km urbano superstrada / extraurbano.
Te la voglio vedere una madre col passeggino in bici...

Io

Si, i politici parlano tanto bene ma ne avete mai visto uno in bici o a piedi o su un mezzo pubblico io no e sono di roma, ci farei andare loro in giro per la città con tanta gente prepotente che pensa che la strada sia sua e tutte le buche che serve una mtb da dh

mibe

Ma come si fa a sapere se il comune in cui si vive è tra i 600 comuni italiani nei confronti dei quali l'Unione Europea ha avviato una procedura di infrazione per smog? Da qualche parte c'è l'elenco?

uncletoma

Ottimo, grazie :)

Tramite

Quali sono le zone belle? Ad Ostiense e Testaccio tra buche, auto in terza fila, traffico congestionato, ce la puoi fare, ma preghi prima di partire e dopo se arrivi

Michele Cianci

Qui a torino, anche se molti si lamentano delle tante ciclabili che stanno nascendo togliendo un po' di spazio alle corsie , molti stanno invece prendendo in considerazione o stanno già usando bici o monopattini.

Michele Cianci

La sola cosa che posso fare è convincere te, voi, la gente che conosco, a provare anche solo ad usare i mezzi o affittare un veicolo ( che sia un monopattino o una bici). Non potrà ovviamente essere per tutti ma per una buona parte della popolazione. Bisogna solo uscire da certi meccanismi mentali che fanno "odiare" questi mezzi a prescindere, bisogna capire che ultimamente potresti fare più bella figura ad arrivare in bici elettrica piuttosto che arrivare con un bestione da più di 1 tonnellata. Perché tutti si lamentano del traffico, però poi si lamentano dei blocchi, poi si lamentano dello smog, e poi si lamentano del trasporto pubblico ma non l'hanno manco mai provato ad usare, poi si lamentano dei ciclisti,e per ultimo si lamentano del governo... Ma loro cosa fanno per migliorare questa situazione? Fino a poco tempo dalle mie parti si diceva che mancavano le ciclabili per usare la bici , adesso che le stanno mettendo ci si lamenta che ci sono troppe ciclabili che tolgono spazio alle macchine...

Francesco Renato

Non ti accorgi che diciamo la stessa cosa e cioè che il trasporto pubblico in Italia è usato poco, diverge solo la diagnosi del fenomeno, secondo te è colpa degli italiani che preferiscono senza motivo l'automobile, secondo me invece è colpa del potere politico che ha sempre favorito il trasporto privato rispetto al trasporto pubblico. PS le chiacchiere da bar sono quelle dei politici non le nostre, mi dispiace che tu abbia frainteso.

Il Principe

se abiti ad anagnina o tor bella ti do ragione, ma se sei nelle zone buone la bici a roma è una svolta.

Marco Facchini

Ottimo. Bravo coinvolgi altri amici. Forse vivremo meglio tutti.

Pollo

Hai ragione tu!

Tony Musone

Perdonami ma per caso conosci qualcuno, oltre te, che argomenta per avere torto?

Tony Musone

https://www.boredpanda.com/students-bicycle-school-winter-snow-oulu-finland/?utm_source=google&utm_medium=organic&utm_campaign=organic

Tony Musone

Concordo con te, anche se a Roma ho pedalato per circa 20 anni (ora lo faccio a Milano) e sono ancora vivo ;)

Tony Musone

Infatti per i veicoli ultratrentennali (anche senza un interesse storico) non si paga il bollo ma se circoli su strada costa 28,40 euro/anno.

Michele Cianci

La bici è un altro modo di viaggiare, se vuoi andare a fare qualche giro in più bisogna prendere per forza quella... Io per esempio adesso stavo cercando un'occasione tipo le fiido che sono poco più ingombranti del monopattino, ma molto meno di una bici normale... La cosa buona della bici elettrica è che non ha limitazioni in confronto al monopattino (almeno, con le norme che hanno fatto uscire).
PS. Ovviamente ho anche il monopattino

di1188

Dove vivevi, per avere un metro di neve? :O
E comunque, con un metro di neve con che cosa ti muovi?

Chirurgo Plastico

Invece di tassare le auto vecchie, magari la gente non ha possibilità di comprarne una nuova fare il bollo in base ai chilometri.
Posso anche avere una macchina del 1800 (si scherza ovviamente) ma se la uso 10 volte l’anno perché quando mi sposto vado in bici, non ha senso che paghi il bollo di una Ferrari.

Cosa volete che ne capiscano i nostri governanti, vogliono togliere il contante per eliminare l’evasione ma fanno i condoni.
Veramente geniali.

Io ho optato per un monopattino elettrico, visto che dovevo fare soltanto 10km al giorno (con la macchina erano 20km).
Spesa nulla (lo ricarico a lavoro) e tempo di percorrenza inferiore all'auto (si rimane bloccati sia all'andata che all'uscita da lavoro, per il traffico che c'è): in sostanza ne ho beneficiato in salute (ero nervosissimo dopo code con l'auto e "prima/seconda/stop", per non parlare dei maledetti parcheggi).

Ero molto scettico suo mezzo, pensavo fosse una vera stupidaggine, in realtà mi sono ricreduto tantissimo. Avrei preferito una bici elettrica anche io, ma poi c'erano gli svantaggi che non sapevo dove metterla a lavoro e il costo iniziale molto più alto (non so quanto hai speso, ma una bici elettrica costicchia).

Le strade, però, non sono ancora pronte, purtroppo le ciclabili si interrompono totalmente a caso ed è una rottura di scatole.

Michele Cianci

Ma devi dare del tardo a tutti? Comunque dato che hai vissuto in Svezia dovresti essere avanti, e fare la spesa online che è fatta per gente intelligente come te

Michele Cianci

Hai vissuto in Svezia e ti hanno cacciato? Perché non mi sembrava di averti offeso.

Michele Cianci
Tony Musone

Se andassi meno a spanne avresti un quadro molto diverso!

- Il 33% degli italiani vive in città (ISTAT)!
- Il 76.5% degli spostamenti giornalieri degli italiani avviene nel raggio di 10km!
- E nonostante questo il 60% usa l'automobile (ISFORT)!

Ora, io pedalo 9 km per andare al lavoro e sono circondato da persone che ne fanno molti meno in macchina e quasi ogni giorno si lamentano del traffico, dei parcheggi, dei costi e poi quello strano sarei io! ;)

p.s.
I punti esclamativi sono solo emulativi ;)

Tony Musone

Ammazza quanta inutile saccenteria.

- Le grandi navi portacontainer trasportano tonnellate di merci per migliaia di km, se le trasportassi sui TIR inquineresti di più (o per caso vuoi bloccare il commercio internazionale? Per le mie abitudini di consumo si può fare anche oggi) La maggior parte delle navi da crociere hanno motori ibridi e da quest'anno il contenuto di zolfo (di tutte le grandi navi) dovrà essere sensibilmente ridotto ma tutte le compagnie si già sono adattate.

- Le città più inquinate nel 2018 (superando almeno uno dei limiti giornalieri per il Pm10 o per l’ozono) sono (città/gg di superamento, ndr):
Brescia 150 , Lodi 149, Monza 140, Venezia 139, Alessandria 136, Milano 135 (la quale li supera anche in quei mesi coi riscaldamenti spenti), Torino 134, Padova 130, Bergamo 127, Cremona 27, Rovigo 121, Modena 117, Treviso 116, Frosinone 116, Pavia 115... Etc. (fonte: Legambiente su dati ISPRA e ARPA)

Ora, quante città portuali vedi? Una.
(Eppure Oslo, città portuale, ha chiuso h24/7 il centro città alle automobili, solo le elettriche si possono avvicinare)

- Le batterie le riusi, le ricicli e solo alla fine le smaltisci (chissà poi perchè devi portarle in Africa, dato che in futuro sarà un business enorme). Gli idrocarburi combusti no, quelli li respiri. Quindi già solo per questo sarebbe vantaggioso passare alla mobilità elettrica.

- Senza contare che in Italia (ma anche in Europa) la produzione di energia elettrica non si ottiene "bruciando il petrolio fuori dal tuo orticello falsamente pulito come ti racconta la TV" ma l'80% si divide quasi equamente tra gas metano e rinnovabili (fonte: Terna). In centrali turbogas con almeno il doppio dell'efficienza - più pulite e manutenute - di milioni di piccole centrali su quattro ruote mentre gironzolano sfumacchiando nelle nostre città.

Invece riguardo all'altro commento:
- L'industria italiana, nella componentistica automotive, è una tra le più importanti al mondo, tanto che poco più della metà dei componenti in una macchina tedesca è italiana.
- Se poi FCA è fuggita con la cassa, andando a produrre all'estero, non è che io, solo per fare un dispetto ai tedeschi (tra l'altro in Italia vendono più auto elettriche i francesi con Renault, gli americani con Tesla e anche i giapponesi con Nissan) devo essere obbligato a soffocare.

E per concludere.
- Se tra i due c'è qualcuno che evidentemente dovrebbe guardare meno TV, quello non sono io (considerato che non ne possiedo una dal 1995)... #sapevatelo

Tony Musone

Carissimo Francesco le tue non sono altro che altre chiacchiere da bar basate sul nulla (senza tenere conto delle tue deliranti conclusioni fuori contesto) perchè i dati elaborati da Isfort dicono che il 76.5% degli spostamenti giornalieri degli italiani avviene nel raggio di 10km e nonostante questo il 60% usa l'automobile. La verità è che nel nostro Paese l'automobile è ancora uno status symbol, siamo pigri e usare qualsiasi altro mezzo alternativo è un po' da sfigati (invece usare i monopattini elettrici sta diventando cool)

uncletoma

Grazie, interessante, ho visto anche dei guanti termici che, magari, posso convertire in sottoguanti ;)

Adriano

Ci sono stato e si, un sacco andavano in bici sulla neve. La cosa bella è che andavano come se se non ci fosse

NEXUS

ho vissuto in svezia, eh si tutti in bici con la neve alta 1 m

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti