Sion: ecco gli interni dell'elettrica con pannelli solari (design finale)

29 Agosto 2019 47

Sono Motors presenta oggi le gli interni della Sion, la vettura elettrica dotata di pannelli solari. Si tratta del design finale dell'abitacolo, rivisto rispetto a quello del prototipo presentato nel 2017 e mostrato in Italia lo scorso anno. L'azienda punta all'essenziale, impiegando la giusta dose di tecnologia, senza appesantire il cruscotto con un equipaggiamento eccessivo e ribadendo l'anima green della vettura con l'integrazione di breSono, un filtro naturale che non passa inosservato e promette di migliorare l'aria dell'interno e ridurre la quantità di polveri sottili.

"breSono è il filtro naturale dell'aria della Sion. Un muschio dell'Islanda regola l'umidità dell'aria e crea un piacevole clima all'interno dell'abitacolo. Tramite attrazione elettrostatica filtra fino al 20 per cento delle polveri sottili. L'illuminazione colorata del sistema breSono si può personalizzare a piacere"

Altro pilastro su cui poggia il progetto Sion è l'impiego nel car e ride sharing tra privati, ragion per cui tutti i servizi di mobilità sharing sono integrati direttamente nel sistema in fase di produzione.

La digitalizzazione della mobilità e la crescita della connettività delle automobili avranno un ruolo di rilievo nel ridurre in modo significativo il numero di veicoli, soprattutto in zone urbane, grazie alla diffusione dello sharing e alla guida autonoma. La rinuncia al lusso superficiale nell’equipaggiamento e il risparmio di costi grazie alla condivisione della vettura favoriscono la disponibilità a mettere a disposizione la propria Sion. Così facendo sia il proprietario che l’utente di sharing contribuiscono attivamente alla tutela ambientale - Roberto Diesel, CTO di Sono Motors


La plancia ospita il sistema di infotainment con display da 10" e un secondo schermo da 7" dietro al volante: il primo consente di visualizzare i dati sul consumo e altre informazioni veicolo, e di gestire le principali funzioni della Sion, tra cui i sopraccitati servizi di mobilità (in alternativa è possibile usare l'app per smartphone goSono); il secondo riporta i dati sull'autonomia solare. Viene garantita il supporto ad Apple Car Play e Android Auto grazie al quale è possibile integrare lo smartphone nel sistema di bordo, effettuare chiamate e riprodurre la musica tramite Bluetooth.


L'essenzialità del design degli interni non implica alcuna accezione negativa in termini di resistenza, robustezza e praticità di utilizzo. L'azienda sottolinea che la versione di serie della 5 porte offre un abitacolo spazioso, con un'ampia zona per le gambe, un bagagliaio che con pochi gesti può passare da 650 a 1.250 litri con un unico pianale di carico, sedili riscaldabili e cinture di sicurezza regolabili in altezza.


Si ricorda che Sion viene presentata coma la prima vettura di serie equipaggiata con pannelli solari, servizi di mobilità e possibilità di ricarica bidirezionale (è in grado di alimentare anche altre auto o apparecchiature a 3,7 e 11 kW). L'impiego delle celle solari integrate nella carrozzeria svincola l'elettrica dalle stazioni di ricarica e, secondo le stime del produttore, consente di percorrere sino a 5.800 Km all'anno a costo zero e nel pieno rispetto dell'ambiente. Sion è equipaggiata con un motore sincrono trifase da 120 kW che consente di raggiungere una velocità massima di 140 km/h. La batteria da 35 kWh raffreddata ad acqua garantisce un'autonomia di circa 250 Km con una ricarica.

Sono Motors comunica che l'avvio della produzione è previsto per la seconda metà del prossimo anno. Saranno realizzate 260.000 unità in totale. La Sion sarà disponibile in un'unica versione proposta al prezzo di 25.500 euro. Le prenotazioni della vettura hanno superato quota 10.000 all'inizio di maggio. La piattaforma del SEV (Solar Electric Vehicle) verrà poi impiegata per ulteriori veicoli destinati ai mercati internazionali.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Clicksmart a 849 euro oppure da ePrice a 955 euro.

47

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Felipo

Bella l'idea dei broccoli al posto della radica

Apocalysse

Controllo che paghi, con Toyota devi farlo presso di loro o ti attacchi con la garanzia della batteria.

Fabio

Per buona pace della Meloni

Tony Musone

16 mila era ed è il prezzo senza batteria che oggi stimano sia di 9.500 euro.

WOT ITA

ehm,,,lo sapevo, era per enfatizzare la schifezza alla massima potenza

Aristarco

no, perchè non aveva la fotocamera

mytom

Mi sembra un buon prezzo, tutto sommato.

WOT ITA

Hanno fatto le foto con un nokia 3310?

Developer

hai una lista dei controlli del tagliando?

Developer

potrebbero...giá esiste obd bt ma magari abiliteranno il bt direttamente dall'auto

Developer

solo? cosí sarebbero 10€ di filtro abitacolo (15€ si prendi quello ai carboni attivi) e basta. faranno un controllo ecm giusto per dire che hanno fatto qualcosa. mi sa che scarico un manuale di servizio per capirne di piú.
boh i freni di solito mancano li cagano e non é che ci voglia molto a controllarli....spessore disco(ogni 2 cambi pastiglie cambi) o se fischia in frenata cambi pastiglie con 30€ ad asse. il cambio olio sistema frenante costa 5€ ma sinceramente non ho mai visto fare tale operazione nelle officine (in teoria andrebbe cambiato ogni 2 anni)

Aristarco

saranno reali a 70km/h se va bene e con clima e riscaldamento spenti

Aristarco

penso che per il futuro la diagnostica avverrà senza fili, per i tagliandi solo i consumabili, come filtri aria e pastiglie freno, almeno per i primi 100k km

Rum

Di solito si cambia il filtro abitacolo e si controllano i freni (anche se sono molto meno sollecitati rispetto ad un auto termica)

Rum

L'idea è molto buona, peccato per l'autonomia un po' risicata. Bisognerebbe vedere poi se i 250km siano reali oppure no.

Davide Moriello

Per esempio tesla no. Tagliando ogni 80.000km ed è solo un suggerimento. Se c'è qualcosa che non va la macchina se ne accorge e ordina già il pezzo di ricambio.

Davide Moriello

Infatti la tesla "consiglia" (non obbliga nemmeno) di fare un tagliando ai primi 80.000km.

Developer

ma esattamente cosa si controlla con un tagliando comune su una elettrica? su un benzina si cambia olio,filtri olio/aria, controllo livello liquidi e alcune volte ecm/candele, stato cinghie ed eventuali perdite dalla pompa acqua. insomma 30-40€ di materiale. su queste? la porta obd2 é sempre prensente o hanno fatto un nuovo standard?

sgarbateLLo

Io ho visto una Ferrari 458 con i tappetini persiani...

Massimiliano Arione

Il tagliando è un controllo, non necessariamente manutenzione. Comunque si può andare da Esbern, che a quanto pare è un elettrauto super specializzato

Anto71

forse proporranno il Geranio in estate, per allontanare le zanzare

edd

Muschio nel cruscotto per purificare, un pino in vaso nel bagagliaio per profumare. E arbre magique spostati, il pino silvestre vero è avanti.

edd

Ho visto un'auto con i tappetini in stoffa ricamati con merletti di colore rosa. Se hai presenti i centro tavola dei salotti delle nonne puoi immaginare l'orrore che è vedere una cosa del genere. L'erba artificiale sarebbe di grande stile a confronto, ma anche un vero prato inglese.

JakoDel

se lasci la macchina al sole al posto di trovare il muschio ci trovi un po’ di erba secca
mi dite che c4zzo di nome e’ breSono?

Emanuele

io inizio a dubitare... più tempo passa e più mi sembra che stiano per fare la fine di uno dei tanti fallimenti come su Kickstarter...

Apocalysse

I produttori la pensano diversamente: Tagliando ogni anno se vuoi la garanzia sulla batteria.

RIC 5 stelle

Certo.
Ma le spese maggiori, sono nel giardiniere due volte a settimana per curare il muschio nel cruscotto!

Esbern

Per dirlo sei un elettrauto super specializzato?
Perchè prima o poi la manutenzione devi farla, non si scappa.

Igi

In totale.
Il senso?... Capacità di produzione annuale stimata moltiplicata per durata del modello.
Es: se hanno una produzione di 26000 auto/anno e ipotizzano una durata di 10 anni si arriva alla cifra totale stimata.

Gearless

La Model S ha impiegato più di 6 anni per essere prodotta

Massimiliano Arione

Non serve manutenzione

majs

Aspetto la versione con l'innovativo sistema breSaola ... se non ci vedi più dalla fame durante il viaggio.

virtual

Perché ha delle componenti in grafene.

Esbern

25.500 € un prezzo interessante.
E la manutenzione chi la farebbe, un elettrauto super specializzato?

Ranato

Vero ogni anno scrivono che la produzione iniziera da meta del prossimo anno . Erano partiti con 16000 euro adesao sono gia a 25000 .

Andee Kcapp

E i tappetini saranno in erba artificiale.

Aristarco

Questi non hanno nemmeno una rete di vendita, sul full elettric sono numeri enormi, almeno per ora e per auto non prodotte e vendute in Cina

Marco

Credevo che su scala globale fosse facilmente raggiungibile. Grazie della spiegazione

Ratchet

Finalmente potrò raccogliere i funghi direttamente dalla mia auto.

Aristarco

É un numero enorme per un'auto di una casa sconosciuta, sono numeri che fatica a fare tesla

Bjerget

Avrà un tocco vintage

antonio
Marco

Ma 260.000 unità in totale o solo il primo anno? Che senso a limitare la produzione a così pochi esemplari?

berserksgangr

nessuno ti vieta di metterci il tuo arbre magique

Bjerget

Barra col muschio perfetta per farci il presepe

Ngamer

la devono smettere di fare interni minimal

Patroclo Grecia

ma quante volte l'hanno rimandata la produzione di sta macchina? ormai se ne parla da anni e non esce mai

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti