Volkswagen: 4.000 punti di ricarica per le elettriche entro il 2025

26 Agosto 2019 33

La rete infrastrutturale per la ricarica delle auto elettriche di Volkswagen si amplierà costantemente in vista del debutto commerciale di Volkswagen ID.3, previsto per la metà del 2020. Nel frattempo, il Costruttore sta provvedendo all'installazione di nuove colonnine partendo dai propri siti produttivi e dagli uffici: l'obiettivo, solamente in queste location, è di realizzare 4.000 punti di ricarica entro il 2025.

Alla fine della scorsa settimana è stato inaugurato in pompa magna il primo dei siti di ricarica per i dipendenti Volkswagen presso l'impianto di Braunschweig, con 60 nuove postazioni di ricarica. È stata l'occasione per annunciare che questo è solo l'inizio: 250 milioni di euro sono stati stanziati per espandere l'infrastruttura di ricarica presso i siti europei del brand tedesco, che punta ad avere una rete di 36.000 nuovi punti di ricarica se si considerano anche quelli installati presso i concessionari.


I dipendenti VW alla guida di un'auto elettrica avranno a disposizione dei punti di ricarica da 11 kW con presa di tipo 2 | Guida ricarica auto elettrica: connettori, wallbox, AC/DC, tempi e costi | ed energia da fonti rinnovabili (eolico e idroelettrico) proveniente da Volkswagen Naturstrom (dopo il lancio della divisione Elli Volkswagen è anche fornitore di energia).

La possibilità di ricaricare sul posto di lavoro è una delle discriminanti principali nella scelta di un'auto elettrica: Volkswagen stima che negli anni futuri è qui che avverrà il 20% delle operazioni di ricarica. In ogni caso, l'accesso a questi punti non sarà esclusivo per i dipendenti: le colonnine sono pubbliche e dunque a disposizione di tutti i proprietari di auto elettriche. Nel frattempo si avvicina il debutto ufficiale della versione definitiva di Volkswagen ID.3, di cui abbiamo conosciuto a maggio le prime informazioni su prezzo, autonomia e prenotazione online. La presentazione avverrà al prossimo Salone di Francoforte.

VIDEO

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 382 euro oppure da ePrice a 755 euro.

33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ciccio35

Anche la Tonale dovrebbe essere al lancio plug-in hybrid (o addirittura full electric, non ricordo)

MatitaNera

È un argomento che mi interessa. Non va bene?

axoduss

Aziende che a Milano hanno abbastanza spazio per far parcheggiare l’auto ai propri dipendenti quante c’è ne sono?

Desmond Hume

non fare il verginello

MatitaNera

Eh?

Desmond Hume

cioè hai pontificato sulle auto elettriche finora e chiedi sta roba?

Ben

Nel segmento premium hanno solo in programma gli ibridi Stelvio e Giulia, purtroppo non hanno piattaforme full electric da sfruttare al momento.

luca bandini

beh quello è ovvio. oppure ti arriva poi la fattura

ciccio35

In realtà l'ibrido è in arrivo, la renegade plug-in hybrid. Di elettrico invece ci dovrebbe essere la 500e e la nuova panda, quella con le batterie modulari (comunque un'offerta irrisoria rispetto agli altri colossi)

MatitaNera

in che senso non sono standardizzati?

Luigi Melita

sui pagamenti la standardizzione è ancora lontana ma ci sono passi avanti riguardo l'interoperabilità

Luigi Melita

è così, CCS Combo e Tipo 2 sono standard europei, uno per la DC e uno per l'AC

Giardiniere Willy

Bravo. Ma non dico per forza con l'immatricolazione eh, ma basterebbe un qualunque escamotage (non raggirabile)

talme94

A livello europeo magari

MatitaNera

Intendevo la modalità di pagamento non l'importo, basta avere una carta di credito?

luca bandini

beh non credo proprio quello (però non è specificato nel sito, prova a cercare meglio). sarà standard per tutti i partner del progetto ma per gli altri ci saranno tariffe diverse anche per evitare code alle stazioni

MatitaNera

E anche il pagamento è standard?

Paolo Giulio

Alla fine anche loro troveranno un accordo con "qualcuno" che avrà per quel tempo sviluppato una tecnologia ADAS adeguata ai tempi e la pagheranno a peso d'oro... AMEN...

Ormai son passati i tempi in cui la ex Fiat innovava e proponeva tecnologie tipo il common-rail che ha fatto la fortuna di tutti i diesel.

Ben

Tranquillo FCA non avrà di questi problemi, perché non ha nemmeno un ibrido in produzione figurati un elettrico!

Paolo Giulio

Diciamo che indietro non restano...
Hanno potenzialità di sviluppo e di €€€ da spendere in ricerca che non sono propri di tanti costruttori...

Poi, essendo la "guida automatica" uno step INEVITABILE per il progresso della mobilità, è "MEGLIO" avere un sistema "comune" (sviluppato in comune e adattato a molti costruttori) anche per le interazioni (5G e annessi) tra i vari veicoli su strada accomunati da sistemi di guida similari e sviluppati con coerenza. (scusate il concetto arzigogolato, ma spero si sia capito)

luca bandini

"Use of the European CCS charging standard, achieving the widest compatibility across electric vehicles past, present, and future"
dal sito ionity
compatibile con ogni veicolo

luca bandini

sulla guida autonoma poi audi entrerà in partnership con bmw e mercedes mentre vw sta siglando accordi con ford quindi sul quel fronte hanno solo da insegnare.

Paolo Giulio

Hanno ufficialmente smentito (come da prassi)

Cmq l'acquisto totale non è mai stato in discussione (costerebbe una 30ina di mld al netto di premi azionari sugli attuali corsi di mercato), bensì una partecipazione "sostanziosa" per aver accesso alle tecnologie di batterie e loro gestione (e non dell'autopilot; la Audi A8 (con il top della tecnologia ADAS) è forse anche più avanti rispetto a Tesla seppure sempre limitata "al minimo indispensabile" concesso dalle attuali normative europee (e prima di replicare ad caxxum su questa affermazione, documentatevi... thx!)

Esbern

E in Italia?

Maledetto

La compatibilità dipende dalle prese(che purtroppo non hanno ancora uno standard) e dalla potenza erogata, non si sa ancora nulla

MatitaNera

"dovrebbero"?

luca bandini

ma di un potenziale accordo con tesla si sa qualcosa? comprare la società è impossibile anche se in un buco nero mostruoso ma vale un sacco di soldi

luca bandini

dovrebbero essere compatibili con tutte, tesla comprese. e ci mancherebbe che i distributori del futuro fossero esclusivi per una sola casa automobilistica!

Giardiniere Willy

La soluzione sarebbe una: una legge che impone che tutte le auto immatricolate in Italia devono avere dei sistemi di ricarica standard.

Se non è standard non la puoi immatricolare in Italia

MatitaNera

Penso che il suo timore fosse più strategico.

MatitaNera

Io non ho ancora capito se tutte le colonnine sono a disposizione di tutti e in che modo (si paga con cosa?)

Gobbolino Gatto

Certo che non lo è. Come i finanziamenti che cercano in tutti i modi di farti fare, invece di pagare l'auto tutta e subito.

Pip

Le devo ancora capire le conseguenze a lungo termine di avere delle colonnine di ricarica legate ai produttori di auto...
Così a prima vista non sembra una cosa positiva...

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti