Ford ristruttura le attività in Europa: più elettriche e SUV, meno dipendenti

28 Giugno 2019 69

Un nuovo modello di business e una gamma profondamente rinnovata: questo, in sintesi, il cuore della ristrutturazione annunciata da Ford per le proprie attività in Europa. A poche ore dalla presentazione del nuovo crossover compatto Ford Puma, la Casa dell'Ovale Blu ufficializza una strategia già anticipata negli USA: più SUV e crossover, più auto elettriche e ibride, più efficienza produttiva. L'obiettivo è, naturalmente, la sostenibilità finanziaria, con un margine EBIT del 6% a lungo termine.


La riorganizzazione avrà effetto già a partire dal 1° luglio, quando le attività europee di Ford saranno suddivise in tre gruppi - Veicoli Commerciali, Veicoli Passeggeri e Importazioni - ognuno con un management dedicato (responsabili marketing, produzione e sviluppo prodotti).

La crescita dei veicoli commerciali di Ford avverrà con la spinta dell'alleanza con Volkswagen stretta a gennaio, ma anche con le joint-venture Ford Otosan in Turchia e Ford Sollers in Russia. La divisione passeggeri sarà basata a Colonia e si focalizzerà sullo sviluppo e la produzione europea di auto pensate per il Vecchio Continente (berline e SUV/crossover, anche elettrici). Infine, Ford prevede che il numero dei veicoli importati come Mustang (anche in versione crossover elettrico entro la fine del 2020) ed Explorer (presentato ad aprile in versione ibrida plug-in), sarà "più che triplicato" su base annuale entro il 2024.


I prossimi anni saranno dedicati al lancio e all'arricchimento delle gamme di tre inediti modelli: la terza generazione di Ford Kuga (il SUV di segmento C disponibile in versione mild-hybrid, full-hybrid e ibrida plug-in), il nuovo B-SUV Ford Puma e la versione ibrida di Ford Explorer. Ogni modello passeggeri avrà una versione elettrificata e, a proposito di elettriche, la Casa ha annunciato che in Europa avverrà l'assemblaggio di una futura famiglia di veicoli elettrici.

Per rimanere competitiva, Ford dovrà intraprendere dei provvedimenti relativi ai propri stabilimenti produttivi:

  • proposta di chiusura dell'impianto motori di Bridgend nel sud del Galles;
  • chiusura dell'impianto trasmissioni di Acquitaine in Francia;
  • chiusura dei tre impianti russi di Naberezhnye Chelny (assemblaggio), St. Petersburg (assemblaggio) e Elabuga (motori);
  • vendita dell'impianto trasmissioni di Kechnec (Slovacchia) a Magna.

In totale, a fine 2020 Ford of Europe potrà contare su 18 stabilimenti, contro i 24 di inizio 2019. In contemporanea, verrà ridotta la forza lavoro con il licenziamento di 12.000 persone (di queste 2.000 sono incluse nella riduzione di 7.000 posti di lavoro a livello globale annunciata lo scorso maggio). Attualmente, nei propri impianti Ford impiega circa 51.000 persone: una volta che saranno consolidate tutte le joint venture, tuttavia, la forza lavoro aumenterà fino a stabilizzarsi a 65.000 persone.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 596 euro oppure da Amazon a 761 euro.

69

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Roberto C

In determinati paesi si sfruttano gli operai. Giusto. Per poi annualmente tagliarli dalla produzione perché introdotta l automazione. Ottimo. Schiavi senza garanzie contrattuali e sfruttati.

Roberto C

Senza disturbare il medioevo...prenditi del tempo...poco..segnati i costi di un anno della tua auto....quelli al netto dei guasti...fatto?..noterai con incredulità che ti assorbono due tre mensilità..ritenuta tra i 1300 ed 1400 mese. Bene. Il gioco è finito. L auto non può essere sostenuta. Organizzarsi in maniera akternativa è prioritaria.

caloggero

Le persone semplicemente abbandonano i vecchi modelli in favore dei nuovi, ma i modelli più venduti resteranno 3-4.
È come quando vai in pizzeria e ti danno il menù con 50 pizze. Alla fine, se vai a vedere, prendono tutti le solite 4 pizze.

sharing e noleggio fuori città... Auguri, come dici tu.

T-Roc vende più di Tiguan, ed a breve T-Cross venderà più di Polo...

Vae Victis

Anche questo è vero, però ci eravamo abituati ad avere più scelta.

caloggero

È inutile avere mille mila modelli se poi quelli che fanno più vendite sono i soliti 3-4. Questo vale per tutte le aziende. Avere tanti modelli comporta solo più costi.
VW ad esempio ha a listino 10.000 modelli, ma quelli che fanno più vendite sono i soliti: Polo, Golf e Tiguan.

roby

Wa nostradamus

Vae Victis

Produrre di piu? A me sembra che le vendite di Ford stiano colando a picco.

Vae Victis

Se vuoi andare sui mezzi pubblici, vai sui mezzi pubblici. Se io voglio andare in auto, vado in auto.

Vae Victis

LOL

Vae Victis

Il capitalismo non centra nulla con le cose che hai scritto. Il nesso te lo sei inventato tu.

Vae Victis

Non si tagliano posti di lavoro, si spostano in Messico e Romania.

Vae Victis

E' un tappabuchi anche la batteria al litio. Nel 2030 al massimo ci sarà un 10% di elettriche, non c'è abbastanza materia prima per produrre le batterie.

Vae Victis

La Ka+ verrà ritirata dal mercato a novembre, la C-Max ancora prima.
Un vero tracollo di questa azienda che ormai ha solo 5 modelli.
Anche la fabbrica spagnola verrà ridotta e una parte della produzione spostata in Messico.

luca bandini

più m£rda e meno lavoro riassumendo...

Roberto C

Il futuro dell auto pur nella sua evoluzione è destinato al termine. Le jv future tra vari produttori si profilano a riduzione risorse umane riduzione ore lavoro...il naturale sostituto dell auto sarà attribuito al servizio pubblico ...privato..allo sharing ed il noleggio..

rsMkII

È andata in fumo!

Volpe

stavo solo dicendo che mi fanno c4gare i suv. quanta antipatia

roby

Ci saranno poi delle nuove assunzioni quando le joiny venture saranno completate e operative, anzi supereranno quelle attuali. Leggi bene gli articoli

Sandro Pignatti

Ma la fantomatica Ford con etanolo di canapa che fine ha fatto?

camo

su questo sfondi una porta aperta allora.

vincy

Mica parlo del comune montano, io parlo di dove c'è alta densità abitativa: Roma, Milano, Napoli, Torino, Firenze etc. : bisogna fare in modo di togliere spazio alle auto

vincy

Nemmeno io lo sono

Fabrizio

Dati i tempi di attesa della Fiesta ST non sembrerebbe, la produzione non sta' dietro alla domanda.
Sicuramente rimangono comunque prodotti di nicchia, il quale successo però si può ripercuotere in modo positivo su tutto il resto della gamma.
Certo, se evitassero di mettere tasse inutili come accise e superbollo..

Fabrizio

Non solo i limiti all'inquinamento ma anche tutti i processi iper burocratici che servono per produrre ogni singolo componente, oltre agli obblighi normativi (omologazioni, etc) e le tasse.
Confido in un evoluzione del car sharing estesa che possa venire incontro alle esigenze della gente mantenendo anche la produzione di auto costante

ma sai.... metano e gpl li vedo come tappabuchi. non credo che si sia mai pensato di usarli come carburante principale (anche perchè comunque il carburante sarebbe costato quasi uguale considerando che si sarebbero spostate tutte le accise e tasse varie).

il problema è che il termico per un motivo (C02) o per l'altro (NOX) o per l'altro sfora i limiti imposti da UE e USA e non è usabile all'infinito. anche perchè dovresti comunque investire tantissimo per portare il "nuovo" carburante in tutte le stazioni.

per me è corretto sviluppare lentamente ma in modo continuato l'elettrico e la relativa rete di rifornimento piuttosto che puntare ancora sul termico.

il termico per me deve solo portare a maturità l'elettrico che se tutto va bene potrebbe arrivare anche prima del 2030

Aristarco

Io ho guidato di tutto da furgoni a veri fuoristrada come il.pajero e preferisco anche in autostrada non avere una macchina con il baricentro di un tir, ma rapida scattante e piantata a terra, inoltre ti voglio vedere quando tira vento laterale come diventa divertente guidare, al di la dei consumi che penalizzano un qualsiasi suv

non mi sono espresso male. ti sto solo facendo notare che una cosa sono le curve in montagna rotonde prese allegre in extraurbano ecc, e un altro sono le autostrade in cui devi andare dritto. in questo i suv li trovo molto piu piacevoli.

faccio notare che non è mio interesse convincere nessuno, ma ti parlo da persona che ha provato per un bel po entrambe le categorie, a partire da auto il mondeo per finire a suv tipo la sportage.

spero che tu per dare un giudizio così secco abbia provato approfonditamente entrambe le categorie

checo79

si si è giustificato, anche considerando il livello di sicurezza

asdlalla3

Non era meglio aspettare un po' con sto "elettrico"?
Il metano, che rappresenta il giusto paradigma energetico al momento, è stato completamente snobbato.

il maggior costo è una cosa obbligatoria derivata dalle sempre maggiori restrizioni all'inquinamento e un mercato elettrico che decollerà solo tra anni.

se potessero mettere in commercio degli euro 2 senza fap o qualsiasi altra cosa costerebbero molto meno, ma nelle città sarebbe peggio di quanto gia è

Aristarco

tu hai scritto "hanno un piacere di guida che poche berline danno"

forse ti sei espresso male? inoltre non citare una clio che ha il baricentro alto la metà di un suv e che quindi si scompone di meno in vicinanza di un tir

checo79

il mercato dell' auto è in crisi poichè lo sviluppo costa sempre più e questo si ripercuote inevitabilmente sui compratori . andando avanti sarà un bene di lusso, il problema è che meno auto, meno indotto meno posti di lavoro quindi meno vendite è un cane che si morde la coda. vedremo se ci sarà qualcosa per la mobilità alternativa

tu parli di consumi io di comodità. ti rendi conto che sono due cose differenti? non tutti sono li a vedere se consumano 5.5 o 6.5 in autostrada ma hanno macchine aziendali o stipendi che gli permettono di ignorare la differenza di costo. non tutti sono ambientalisti mancati

per la stabilità dipende molto dalla tipologia di veicolo. un suv medio pesa 2 tonnellate fino a 2.5 e se gli passa di fianco un camion soffre meno di una clio da 1.2T. inoltre ha spesso gomme molto piu larghe che ne favoriscono la stabilità

Aristarco

anche io ho un bimbo piccolo e mai trovato problemi a parte su auto sportive ovviamente

camo

io come detto ho preso una auris un paio di anni fa. Bellissima, comoda da guidare e tutto quello che vuoi. Ma le macchine basse sono scomodissime sia quando sali che quando scendi, se hai bambini sono un inferno. Il suv effettivamente è molto più comodo da questo punto di vista. Nella guida boh, non saprei.

Aristarco

Hai detto due castronerie enormi che vanno contro ogni principio della fisica e dell'aerodinamica , penso e superficie frontale maggiore impattano sui consumi e sull'utilità, inoltre la maggior altezza da terra ne diminuisce pure la stabilita

Aristarco

Ah okXD io sinceramente su quasi tutti quelli su cui sono stati li ho visti molto più scomodi di una qualsiasi sw

camo

no non ero io, io se vuoi ti posso dire perchè valutarli, ovvero la comodità. Il piacere di guida per me non esiste, guido perchè sono obbligato ma le auto le brucerei volentieri tutte.

le lunghe percorrenze sono per lo piu autostradali quindi il peso è ininfluente e il fatto che sono alti è proprio un vantaggio in questo tipo di percorrenze.

ovviamente per me e per tutti quelli che stanno comprando suv (esclusi quelli che li usano in città), non sto dicendo che è una regola per tutti

Aristarco

parlavi di piacere di guida....a guidare fan agare rispetto a una berlina di pari segmento, inoltre a parte l'altezza sullo spazio interno la maggior parte sono gestiti male, carica più la fiat idea di mia moglie che il kadjar di mio cognato

camo

ho sempre detestato i suv. E li detesto ancora. Ma se hai dei bambini sono di una comodità pazzesca. Se dovessi contare le volte che ho fatto picchiare la testa a mia figlia per infilarla nella mia aerodinamicissima auris hybrid...

MacheteKowalski

Io eliminerei pure gli aerei e le loro maledette scie chimiche

Aristarco

parli così perchè non hai mai provato un buffet in crociera...

Aristarco

ma in base a quale principio? sono alti e pesanti = poco piacere di guida

Computerman

Be se le auto sono inutili, allora si perderanno ancora più posti di lavoro

Aristarco

vuole fallire in due anni, new world record

camo

Ti garantisco che non sono un fa del capitalismo ma onestamente non vedo alternativa. Una volta si costruivano città per i lavoratori poi con il treno e le auto è arrivato il pendolarismo. L'uomo si è sempre mosso per migliorare le proprie condizioni e sempre lo farà, la sfida è trovare un modo sostenibile per farlo. Riguardo ai mezzi pubblici non puoi arrivare dappertutto. Vanno bene a milano come alternativa ma non in tutto il territorio nazionale.

camo

non si possono eliminare le auto, bisogna fare azioni che disincentivino l'utilizzo delle auto. Fermo restando che esistono molte zone d'Italia dove la macchina devi averla. Il problema è molto complesso.

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida