Le navi delle Cascate del Niagara diventano elettriche | Tecnologia ABB e fast-charge

06 Maggio 2019 18

L'elettrificazione si sta lentamente diffondendo anche nel settore dei trasporti navali, offrendo una timida ma comunque significativa risposta ai recenti studi relativi alle grandi imbarcazioni: secondo quanto rivelato dalla società di trasporti navali danese Maersk, infatti, una nave cargo produce le stesse emissioni di circa 50 milioni di automobili, con il settore delle spedizioni via mare che rappresenta dal 2 al 3% delle emissioni totali di gas serra a livello mondiale.

L'Organizzazione marittima internazionale, un'agenzia delle Nazioni Unite incaricata della regolamentazione di tale settore, ha fissato un obiettivo globale per ridurre le emissioni annuali di almeno il 50% entro il 2050 rispetto ai livelli del 2008. La scelta di Maid of the Mist, la società che si occupa di traghettare i visitatori alle pendici delle Cascate del Niagara, di elettrificare parte della propria flotta, è un primo passo verso questa nuova sensibilità.

Due nuove navi passeggeri di Maid of the Mist saranno alimentate interamente da pacchi batteria ad alta capacità, diventando le prime imbarcazioni interamente elettriche mai costruite negli Stati Uniti. Le nuove navi, che entreranno in funzione entro la fine dell'anno, beneficeranno della tecnologia a emissioni zero di ABB, che consentirà agli ospiti di godersi l'esperienza delle Cascate più famose al mondo senza il disturbo del rumore, delle vibrazioni o dei gas di scarico di un motore diesel convenzionale. Senza dimenticare i benefici in termini ambientali, considerando che, da aprile a novembre, queste imbarcazioni effettuano una nuova corsa ogni 30 minuti, trasportando circa 1,6 milioni di ospiti a stagione.

Il nuovo powertrain consiste nella combinazione dei motori elettrici (con potenza totale di 400 KW, pari a 563 CV) con due grandi pacchi batteria da 316 kWh totali, suddivisi tra i due scafi del catamarano. Una capacità sufficiente per completare un viaggio andata e ritorno ai piedi della Cascata, grazie anche al sistema ABB integrato per la gestione dell'energia (PEMS). La ricarica avverrà nelle pause tra un viaggio e l'altro, impiegando solamente 7 minuti, utilizzando tra l'altro l'energia idroelettrica prodotta localmente. Si può dunque dire che il funzionamento delle nuove navi elettriche di Maid of the Mist sia totalmente a zero emissioni.

Oltre al sistema di gestione energetica e all'infrastruttura di ricarica su terra, ABB fornirà i quadri elettrici, un sistema di controllo integrato e una piattaforma per consentire il controllo remoto delle navi per il monitoraggio delle apparechiature e la manutenzione predittiva.


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
22jack22

capito che fai sacrifici ma non mi hai detto che lavoro fai però
+

efremis

Zero emissioni su tutto, dovrebbero essere tutti contenti.

MatitaNera

Interessante che si ricarichi con l'idroelettrico locale (in parte immmagino)

Gipielle1

IP22 :-)

ahahahah... anche se ormai sono grande mi faccio la vacanza power con i miei e poi la settimana con gli amici.

comunque è sempre la solita storia... se guadagni abbastanza da bere qualche birra con gli amici, fumare ecc, basta fare qualche rinuncia e riesci a permetterti dei bei viaggi, magari ogni 2 anni. fai conto che per il resto del tempo difficilmente faccio viaggi fuori dall'italia e concentro tutto in una botta sola. quindi niente settimana bianca, capodanno nella casa in montagna, ci sono anni in cui non vedo il mare ecc

TwentyThreeDave
Stefano

le produce O+?

TwentyThreeDave

Le certificazioni costano caro all'utente finale, quindi no. Pare manchi anche la garanzia per danni causati dall'acqua e infiltrazioni di liquidi

ciro mito

Io delle americhe solo il Venezuela e soprattutto l'Amazzonia e caraibi ho girato , cuba non so nemmeno come considerarla se comprenderla nei Caraibi oppure no

22jack22

ma che lavoro fai?? c'è un posto anche per me?

dell'america oltre agli stati uniti ho fatto solo il messico. vorrei fare prima qualche paese asiatico (soprattutto il giappone) e poi fare il sud america che ha il problema di avere le stagioni invertite.

per ora tra tutto quello che ho visto il sudafrica, ma anche tutta l'africa sotto il Sahara merita tantissimo (anche se per fare certe cose è veramente costosa :) )

ciro mito

Io sono stato al salto Angel

BoORD_L

fatta solo la parte canadese (a mio parere la piu bella).
Spettacolari

Stefano

IP68?

Mr. G

Più o meno la tecnologia deve essere quella...

molto belle.... se ci andate ricordatevi di vederle anche dalla parte canadese che meritano.
quest'anno vado a vedere quelle vittoria :)

Mauro B

Su una nave io utilizzerei un enorme pacco batterie proveniente dal campo automotive. In questi casi il peso è molto meno importante che sulle auto.

VaDetto

Ottima iniziativa

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video