Anche L'Europa mette a terra i Boeing 737 MAX 8: operativo dalle ore 20

12 Marzo 2019 344

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 19:15 / 12 MARZO

Non è bastato un presunto aggiornamento software risolutivo, gran parte dei paesi europei hanno comunicato di aver bandito tutti i Boeing 737 MAX 8 dai loro cieli e tra questi anche Italia, Regno Unito, Francia e Germania. Il provvedimento è senza precedenti, almeno su tale scala, ma l'allarme è serio e dar voce alle preoccupazioni è stata anche l'agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) che "dalle ore 19:00 UTC (le 20:00 in Italia) ha sospeso tutte le operazioni dei modelli 737-8 MAX e 737-9 MAX nel Vecchio Continente". La nota parla di misure precauzionali.

Non mancano ovviamente i disagi legati a questi provvedimenti, come testimonia anche il volo Turkish Airways 1969 da Istanbul a Birmingham, costretto a rientrare in Turchia dopo esser giunto a metà strada per la decisione della Civil Aviation Authority di chiudere lo spazio aereo a tutti i 737 MAX 8.

Ecco la rotta del volo 1969 della Turkish Airways di oggi pomeriggio

Negli Stati Uniti non è stata presa ancora una decisione così netta sulla questione, seppur i sindacati degli assistenti di volo abbiano già chiesto alla FAA di lasciare a terra tutti i Boeing 737 MAX. Il senatore Richard Blumenthal ha tuttavia mandato una lettera ai CEO di American Airlines, Southwest e United chiedendo di metter a terra questi velivoli volontariamente. Nel frattempo le azioni del costruttore americano continuano a scendere e al momento segnano -5,89%, la situazione è in evoluzione.

ARTICOLO ORIGINALE DEL 11 MARZO

Sono passate solo 24 ore dal terribile incidente del volo di linea 302 della Ethiopian Airlines che ha ucciso 157 persone, un disastro aereo che più di altre volte solleva dubbi sull'affidabilità del velivolo: un Boeing 737 MAX 8 immatricolato solo lo scorso ottobre. Si tratta del secondo incidente in pochi mesi per il nuovissimo vettore presentato in pompa magna nel 2017 dal costruttore statunitense, un campanello d'allarme che ha fatto scattare interrogativi e paure in tutto il mondo.

Si tratta infatti del medesimo modello che il 29 ottobre 2018 si è schiantato nel mare di Java uccidendo tutti e 189 gli occupanti a bordo. In quel caso ad esser interessata è stata la Lion Air con il volo 610 e le investigazioni preliminari parlano di problemi legati al sistema di navigazione; il giorno precedente i primi segni, come testimoniano i passeggeri che presero quello stesso velivolo da Bali a Jakarta e assimilano l'esperienza alle "montagne russe". Ci furono problemi nel mantenere l'altitudine costante, stesso destino del volo 610 che il giorno dopo ha avuto una sorte ben peggiore, mostrando anomalie di velocità ed altitudine già ad otto minuti dal decollo. Dopo 12 minuti si inabissò.

Sotto accusa è finito un nuovo sistema software chiamato Maneuvering Characteristics Augmentation System (MCAS), capace di abbassare automaticamente il muso del velivolo se i dati dovessero indicare un rischio di stallo. Nel caso della Lion Air ci sono evidenze della difficoltà che i piloti hanno avuto nel disattivare questo sistema, tanto che Boeing si affrettò subito a rilasciare un insolito bollettino d'emergenza che chiedeva a tutte le compagnie aeree partner di assicurarsi di aver piloti addestrati a disattivare tale software. Importante sottolineare che associazioni di piloti hanno dichiarato il loro dissenso per aver scoperto la sua esistenza soltanto dopo lo schianto in Indonesia.

ANCHE LA CINA RISPONDE: A TERRA CIRCA 100 VELIVOLI

Ethiopian Airlines ha risposto immediatamente all'emergenza interrompendo l'utilizzo degli altri 4 Boeing 737 MAX 8 in possesso, ma l'allarme è globale e a rispondere all'allarme è stata anche la Cina. Dopo un primo avviso pervenuto questa notte è giunta una comunicazione ufficiale: tutti i 737 MAX 8 in uso dalle 13 compagnie aeree cinesi rimarranno a terra, circa 100 velivoli in tutto. Pensate che sono 350 le unità già operative in tutto il mondo ma ben 4661 gli ordini complessivi che il produttore americano ha in lavorazione, seppur due incidenti di tali proporzioni sollevano non pochi dubbi sul progetto.

Il successo delle vendite è dato dalla nuova configurazione di questo 737, capace di risparmiare il 10-12% circa di carburante rispetto ai modelli precedenti. Circa 100 i clienti in tutto il mondo, compresa Air Italy che ha ricevuto il primo modello l'11 maggio 2018, al quale si aggiungeranno altre 20 unità entro i prossimi due anni (almeno questo era il programma fino a ieri).

Non ci sono ancora risposte definitive e forse non ne avremo per lungo tempo, le investigazioni su questi casi sono piuttosto complesse e di certo saranno fondamentali le scatole nere che le squadre di emergenza stanno recuperando nell'aerea del disastro del volo Ethiopian 302. Il 737 MAX 8 è soltanto uno dei tanti componenti della grande famiglia Boeing, tra gli altri ricordiamo anche MAX 7, MAX 9 e MAX 10. Il loro team tecnico pare sia pronto a recarsi sul luogo per offrire tutta l'assistenza possibile.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da Amazon a 578 euro.

344

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
theskig

ohibo!

troublemaker (Matt)

in realtà sono diversi anni che (full) EFIS è presente a bordo, togliendo decine se non centinaia di interruttori e trim fisici, strumenti analogici, errori di parallasse, ecc... la maggior parte dei comandi che si vedono nella foto riguardano comandi non essenziali per il mantenimento di un volo livellato sicuro, tant'è che disattivando l'autopilot e rinunciando a tutto il resto (FMS, radio, transponder, tcas, ecc..) puoi volare in situazioni di emergenza solo con stick, manetta, pedali e se vogliamo trim. Trovo molto meno caotiche le cabine di adesso rispetto a quelle di 20 o 30 anni fa. Tutte le disabilitazioni sono segnate sul manuale dell'aeroplano (cartaceo, presente a bordo in almeno duplice copia) e su sistema digitale (solitamente ipad) e il pilota e primo ufficiale sono obbligati a conoscere approfonditamente.

troublemaker (Matt)

il software, conoscendo TAS e GS può benissimo "avere consapevolezza" dell'incidenza del vento, io temo che sia stato per un 60% errore umano nella mancata situation awareness da parte dei piloti sul comportamento dell'elettronica, 30% una ipotetica precaria informazione da parte di boeing sul sistema MCAS, 10% un ipotetico malfunzionamento dei sensori AoA

Antsm90

Se fosse successo ad un Airbus lo avrebbero bloccato SIA in Europa che in America (le lobby in Europa non hanno tutto il potere che hanno in America)

Antsm90

Avranno avuto paura che cadesse su Londra provocando decine di migliaia di feriti (io però lo avrei fatti atterrare lo stesso, alla fine la possibilità che cadesse era davvero minima)

ale

Beh, immagino non abbiano solo quell'aereo ovviamente eh, se hai comprato un biglietto devono garantirti il volo con un altro aereo presumibilmente.

Mena

Ciao , ho letto il tuo commento in quanto hai detto che per un aggiornamento ci vuole parecchio .. siccome ho acquistato dei biglietti purtroppo con flydubai per agosto .. secondo te come andrà a finire , nel senso che le persone che hanno già acquistato dei biglietti possono richiedere un rimborso ? Perche per adesso ho visto un po’ e mi vogliono rimborsare in buono da spendere sempre con la loro compagnia ma io non voglio proprio salirci Perché sinceramente dopo L accaduto , ho il terrore di prendere quest aereo ...

qandrav

Ti volevo ringraziare per il lungo e approfondito messaggio che hai scritto, se ti capitasse di scrivere ancora a riguardo puoi avvisarmi? :)

ale

Riguardo alla perdita di milioni, io li chiederei indietro alla Boeing che ha prodotto aerei che cadono, le compagnie ovviamente anche loro vogliono tutelarsi, fare volare un aereo potenzialmente non sicuro al 100% è un rischio inaccettabile anche per loro.

WiL

Ma infatti sono d'accordissimo, è giusto che sia stato deciso.
Però io mi riferivo agli aerei che erano già in volo... potevano almeno farli arrivare a destinazione e non farli tornare indietro rischiando per un periodo più lungo che si verichi un guasto.

Comunque la posizione delle compagnie è comprensibile, ogni giorno in cui sono a terra è una perdita di milioni di €, contando che possono metterci 1-2 mesi per trovare le cause, alcune potrebbero persino fallire per questo motivo. Contando anche che la concorrenza che usa altri modelli nel frattempo si prenderà tutti i loro clienti.

Poi è logico che è più importante prevenire che curare, e nonostante non ci siano prove che sia poco sicuro è meglio non rischiare, ma appunto si può capire il loro ragionamento.
Comunque i 3 mila voli erano solo di quella brasiliana, in tutto il mondo saranno sui 1000 tutti gli aerei di quel tipo, ognuno di loro con migliaia di ore di volo. Ma giustamante come dici te sono nulla in confronto a tutti gli altri.

ale

Un aggiornamento di un software del genere comunque non è possibile rilasciarlo in 5 mesi, dato che il software deve passare una serie di controlli e certificazioni e prove da vari enti che appunto si occupano di verificarne la sicurezza, non è come rilasciare un aggiornamento di un app, possono volerci anni insomma.

ale

3 mila voli non sono niente se pensi a tutti gli aerei che volano ogni giorno, il problema è che te monteresti su uno di questi aerei oggi dopo che sono accaduti due incidenti più o meno con le stesse dinamiche? Io sicuramente no, almeno fin che non vengono accertate le cause dell'incidente, giusta la scelta precauzionale di tenere gli aerei fermi fino che non si sarà fatta chiarezza sulla vicenda, la sicurezza prima di tutto.

sopaug

mai detto che non fosse grave, semplicemente che dare la colpa alle compagnie e basta è errato. E' colpa di tutto il sistema.

JO

Posta in questi termini mi sembra un po' fuorviante, l'aereo per le parti essenziali è identico al 737 next generation, quindi si comporta in modo identico. Da quanto ho capito io, il problema, è l'aggiunta di un software per il controllo delle criticità derivanti da un motore differente (meno potente). Quindi, la risposta diversa si ha sulla reattività del propulsore, ed il software non simula il comportamento del propusore precedente (se hai una Tipo non puoi simulare di avere una 911), ma gestisce un problema, quale potrebbe essere il comportamento di un ESP che ti impedisce di partire da un fondo ghiacciato o infangato che non riesci a disinserire.
Questo propulsore meno performante è stato scelto per garantire una migliore economicità (d'altra parte l'11% di risparmio da qualche parte doveva pur arrivare). Queste minori performance, se gestite unicamente dal pilota sarebbero "pericolose", quindi vengono gestite da un software particolarmente invasivo.
Questo software interviene (come in questo caso troppo pesantemente) per gestire "correttamente" le fasi di volo più critiche, come nel caso la velocità troppo ridotta possa portare ad una portanza troppo bassa che causi uno stallo (anche in situazione ove questo non avvenga, tipo forte vento frontale che porta ad una velocità "bassa" ma ad una buona portanza). In questo caso il software interviene ed abbassa il muso del veivolo, ovviamente i piloti, non addestrati a gestire questa situazione, invece di lasciare l'aereo a perdere momentaneamente quota ed acquistare velocità, e magari alzare un po' la manetta o appunto, disinserire il dispositivo per procedere al controllo manuale, continuano a correggere il comportamento "anomalo" alzando il muso ed abbassando ancora di più la velocità, cosa che il software non percepisce bene e lo porta a compensare ancora di più, fino a quando non finiscono a terra...

Il software è scritto male, la scelta di puntare in basso il muso dell'aereo a quote basse non dovrebbe essere demandata ad un programma, e non tiene conto di parametri essenziali, quali appunto la velocità del vento che contribuisce a generare la portanza. Al fatto che sia stato scritto male, si aggiunge anche l'aver sottovalutato grossolanamente l'importanza che un sistema del genere può avere nel buon esito di un volo...

The_Th

non avrebbe senso mettere a terra un aereo che apparentemente non ha problemi...
ovviamente gli aerei subiscono lunghe fasi di test prima di essere omologati per il volo di linea, e quindi sono ritenuti abilitati al volo...
In caso di problemi vengono messi a terra per sicurezza, ci furono problemi (meno gravi per carità) al 787...

Patroclo Grecia

questo che scrivi (e che si legge a giro) sembra troppo criminale per essere vero

Squak9000

ci sono migliaia di incidenti aerei nel mondo... senza morti e/o feriti.

quotidianamente accadono...

solo che non ne parlano... semplice.

Desmond Hume

Singolare come tutte queste cose accadono solo dopo le tragedie.

Garrett

In auto, se hai un incidente puoi salvarti.
Con l'aereo, se hai un incidente hai molte più probabilità di andare all'altro mondo in compagnia.

The_Th

gravissimo direi...

IgliD

E una cosa gravissima giralo come ti pare a 360 grandi... Non si sapra mai la verità... Chiacchiere da bar :)

sopaug

perchè probabilmente nessuno gli ha spiegato bene come fare oppure nemmeno sapevano che ci fosse.

sopaug

se il costruttore ti dice "tranquillo è uguale al precedente" e un ente LO CERTIFICA le compagnie sono assolutamente legittimate a fidarsi e a fare il minimo indispensabile. Invece poi si scopre che proprio così uguale non è perchè per renderlo uguale c'è un sw che ne cura l'assetto che può disfunzionare.

C'è stato probabilmente un cortocircuito a livello di norme/certificazioni, ancora presto per dire se volontario o no, ma la pista più probabile è che i piloti non fossero adeguatamente formati a gestire l'emergenza.

Lupo1

Ciò è grave...

The_Th

il discorso è leggermente diverso, molti sistemi di sicurezza degli aerei sono li per non farti fare delle manovre che il velivolo reggerebbe, ma sono stressanti per le strutture/componenti o minano il confort dei passeggeri, e quindi ti proibisco di farle in situazioni normali...
il personale è addestrato per condurre in volo l'aereo anche in assenza di questi sistemi in situazioni di emergenza, per questo solitamente sono disinseribili...

The_Th

sarà sotto osservazione, ma penso boeing starà attenta alle prossime mosse prima di rimandarli in volo, sia come aggiornamenti che come formazione del personale di bordo...

ThePentagon

Ma infatti è giusto che si provveda a capire da dove venga il guaio, non ho dato colpa ai piloti

The_Th

Alcuni dicono che i piloti non erano adeguatamente formati, è un sistema introdotto sul 737max e non presente sul 737

Pip

In situazioni simili la logica non può fare tanto. Che ne sa il tizio comune che hanno risolto tutti i problemi e adesso l'aereo è sicuro?
Per lui il 737 max sarà sempre "Quell'aereo che è caduto due volte in poco tempo".

Il 737 ha avuto molti incidenti perché è talmente diffuso che è matematico che abbia incidenti, è un po' meno matematico il fatto che due aerei nuovissimi senza neanche un anno di vita si schiantino in due mesi.

Se si diffondesse la "fobia" del 737 max, annullare gli ordini sarebbe la scelta migliore per le compagnie. Poi Boeing probabilmente cambierebbe nome all'aereo

boosook

La cosa molto interessante che ho trovato su un articolo un po' più approfondito è questa: Boeing ha seguito una filosofia di progettazione molto particolare (forse dovremmo dire azzardata), in pratica hanno usato l'elettronica per far sì che il velivolo si comportasse come il vecchio 737, che lo simulasse, nonostante fosse estremamente diverso. Il computer modifica le reazioni dell'aereo per far sì che il pilota abbia la sensazione di pilotare un 737, per far sì che l'aereo reagisca nello stesso modo. Questo ha permesso di ridurre in maniera estrema il training dei piloti: hai già volato sul 737? Niente paura, questo nuovo si pilota nello stesso modo. Il training consisteva in un video di meno di un'ora. Il dispositivo MCAS era menzionato in 10 righe a pagina 900 del manuale. Se però l'elettronica fallisce, ecco che l'aereo non si comporta più come un 737 e lì iniziano i problemi che i piloti non erano addestrati a affrontare. Nel caso di Lion Air, poi, i piloti non sapevano proprio come disattivare il MCAS in caso di malfunzionamento, e probabilmente neanche della sua esistenza, ma è facile capire che, con questa filosofia di progettaizone, anche se sai disattivarlo ti ritrovi a quel punto per le mani un aereo che non sai come risponde. Insomma, un conto è usare l'elettronica per automatizzare la guida, un altro è usarla per modificare proprio le caratteristiche e la risposta del velivolo, pare che i problemi vengano da questo approccio.

Developer

però sarebbe comodo...invece di arrivare a bergamo potrei scendere prima...ahah

Alessandro

si distrugge!!!

mytom

No, da una vita no. Da qualche anno, diciamo.

Squak9000

???

prima parli del destino, quindi qualcosa di scritto e inderogabile...
e poi parli di "tabte strade".

se la favola del destino a cui tu credi è quella... la strada è solo una e non sono tante.

quindi se devi morire, muori, ovunque tu sia.
Se devi vivere puoi lanciarti anche da un grattacielo e sopravvivi.

Roc An

Ci sono Airbus e bombardier piu altre minori

ciro mito

Oltre alla Boeing , quale altra azienda costruisce aeroplani ?
Slegata alla Boeing intendo

Torpilla

Ho letto un po' di commenti ed ho letto come qualche tempo fa la parola "paracadute".
Addio

Garrett

Ognuno di noi hadavanti a sé tante strade.
Ma a me trovarmi nella stessa "scatola" insieme a così tante persone e senza poter fare nulla nel caso qualcosa vada storto, non mi fa stare tranquillo.
È in quel momento abbiamo tutti 1h,2h di vita in comune.

Ikaro

Che io sappia la manovra che un pilota possa alzare quota a caxxo non si fa più da una vita...

Ikaro

Serio?

boosook

Sì comunque questa cosa del fatto che i piloti possono disattivare non regge come scusa, è come se ti vendessero un'auto mal progettata che ha tendenza a sbandare in curva e ti dicessero: niente paura, lo sappiamo che fa così, quindi abbiamo messo l'ESP, però l'ESP a volte entra in funzione quando non dovrebbe perché abbiamo messo dei sensori che a volte funzionano male, ma è tutto ok, abbiamo pensato anche a questo, se entra in funzione per sbaglio c'è un tasto per disattivarlo, basta premerlo. Tu cosa diresti al concessionario? Io gli direi: ma voi siete matti.

ThePentagon

Tante teorie per ora ma, finché non verranno fuori i dati delle scatole nere, giusto che il 737 max stia a terra per via precauzionale. Se è vero che il pilota appena dopo il decollo ha comunicato una airspeed non congrua alla realtà, Boeing dovrà impegnarsi a capire il perché di ciò (visto che Lion Air ha avuto lo stesso problema) ma ci sarà anche da verificare il perché i piloti non abbiano provveduto a disattivare l'autopilota prima che fosse troppo tardi e l'aereo finisse in stallo.

The_Th

prima che vengano ritirati tutti gli ordini ne devono succedere...
sicuramente ci potranno essere dei ritardi o delle modifiche all'aereo, ma pensare che per due incidendi, seppur gravissimi, le compagnie aeree smettano di usare un aereomobile è follia...

anche il 737 ha avuto molti incidenti, eppure è usatissimo in tutto il mondo...verranno fatte le dovute modifiche/correzioni e penso che a breve tutti se ne dimenticheranno

The_Th

i piloti penso debbano essere formati dalle compagnie aeree...su consulenza/istruzione del costruttore ovviamente...

The_Th

Vista la sua preparazione e le sue argomentazioni possiamo tutti capire che lei potrebbe risolvere il problema alla Boeing, invii un curriculum...
Saranno ben felici di assumerla se ha capito nei dettagli quale è il problema...

sudo apt-get install humor ®
Cosa che dovrebbero in teoria sapere tutti i piloti addestrati a pilotare questo modello


Questo è un punto interessante.

WiL

Dicono sia SW nel senso che il sistema di controllo in presenza di informazioni anomale derivanti dai sensori invece di scartarli segnalando eventuali guasti li prendeva per buoni.
Quindi possiamo anche dire che sia HW, visto che ci sono dei problemi con i sensori, però il software dovrebbe comunque essere in grado di non controllare l'autopilota se le informazioni sono assurde.
Nel caso dell'incidente in Indonesia due sensori davano informazioni contrasanti, facendo credere all'aereo che non era nella posizione desiderata, cosa che molto probabilmente (visto che ancora non si sa ufficialmente) ne causò l'incidente.

E' comunque un problema che hanno segnalato e hanno pure affermato di disattivare il sistema automatico di fronte a situazioni del genere per tornare ai comandi manuali. Cosa che dovrebbero in teoria sapere tutti i piloti addestrati a pilotare questo modello.

sudo apt-get install humor ®

Capisco l’emozione che suscita un disastro aereo ma aspetterei le indagini prima di dire che il problema è SW.
Ho letto alcune interviste in cui diversi piloti asseriscono che il sistema automatico è comunque gestibile manualmente in caso di problemi

Lupo1
WiL

Cumulative Update in arrivo ogni secondo martedì del mese.
Anche quando è in volo, riavvio senza preavviso, non si può certo rimandare.

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster