Nissan: un carrello-tenda hi-tech riutilizza le batterie delle auto elettriche

18 Febbraio 2019 55

Auto elettriche: che fine fanno le batterie una volta "esaurite"? Ce lo chiedete molto spesso nei commenti sul sito e sul nostro canale YouTube. La risposta? Le batterie che raggiungono un'usura tale per non poter essere più considerate efficaci nel mantenere la carica nell'autotrazione vengono riutilizzate per altri scopi che richiedono un minore "stress" per le batterie stesse, grazie alle richieste energetiche inferiori.

Gli attuali produttori di auto elettriche stanno sviluppando una sensibilità sempre più forte al tema del riutilizzo delle batterie. Nissan, che può vantare un'esperienza più che decennale nella mobilità elettrica, nonché la presenza nella propria gamma dell'auto elettrica più venduta al mondo (QUI la nostra recensione di Nissan LEAF 40 kWh), ha già proposto diverse soluzioni per agevolare il recupero delle batterie esauste provenienti dai suoi veicoli elettrici più vecchi. Quella di cui vi parliamo oggi è una soluzione che si rivolge agli amanti della vita all'aria aperta, ma che per questo non vogliono rinunciare ai comfort offerti dalla tecnologia.

NISSAN X OPUS: LA SECONDA VITA DELLE BATTERIE

Il risultato si chiama Nissan Energy ROAM, un alimentatore portatile realizzato con alcune celle agli ioni di litio provenienti dal pacco batterie dei veicoli elettrici Nissan di prima generazione. L'applicazione di questo sistema la troviamo sul concept Nissan x OPUS, un carrello tenda ad alta tecnologia realizzato a quattro mani dalla divisione Nissan Energy e dallo specialista del campeggio OPUS Camper.

Caratterizzato da una capacità di 700 Wh, Nissan Energy ROAM permette di fornire energia elettrica con potenza di 1 kW, rendendo il mezzo indipendente dalla rete elettrica fino a sette giorni. Il dispositivo, dalle dimensioni ridotte, viene montato in un apposito vano nella parte anteriore del carrello-tenda gonfiabile, alimentando il circuito da 230 V e quello da 12 V (ricaricando la batteria di bordo che alimenta il sistema da 12 V). La ricarica di Nissan Energy ROAM è possibile sia da una normale presa domestica da 230 V, ma anche collegando il dispositivo ad un pannello solare da 400W (da 2 a 4 ore per la ricarica completa).

PER CAMPEGGIATORI TECH

Grazie alla combinazione tra Nissan Energy ROAM e pannello solare, è possibile alimentare tutti i sistemi di bordo presenti sul carrello-tenda, presentato sotto forma di concept in occasione del Caravan, Camping e Motorhome Show che si terrà al NEC di Birmingham (Regno Unito) dal 19 al 24 febbraio 2019.

Tra i contenuti interessanti segnialiamo l'hotspot mobile 4G per connettere alla rete fino a 10 dispositivi, il proiettore digitale HD con schermo avvolgibile, il forno a microonde portatile da 230 V, un fornello a gas con due fuochi e un piccolo frigorifero, oltre agli pneumatici da fuoristrada (con cerchi in lega), il portapacchi per due biciclette e il supporto per kayak. Il concept, in grado di ospitare fino a 6 persone, si basa sulla gamma AIR OPUS, disponibile a partire da 18.000 euro.

Tra le soluzioni pensate da Nissan per riutilizzare le batterie dei vecchi veicoli elettrici ricordiamo il sistema di illuminazione per la cittadina giapponese di Namie, ma anche il sistema di alimentazione dello stabilimento giapponese di Isahaya.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da ePrice a 565 euro.

55

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
an-cic

sarebbe comunque un ottimo prezzo, quindi bravo ad averlo trovato.

prezzo finito 4400 di cui 2200 da ammortizzare
impianto da 4 kw in zona verona
produzione media annua 4400
quota autoconsumo media regione veneto 41%
consumi domestici 4400 (solitamente l'impianto si dimensiona sui consumi effettivi dato che è lo scenario in cui si massimizza l'investimento, se non è così dimmelo)

per produzione e autoconsumo ho preso i dati del gse per il veneto, se hai i tuoi li aggiorno.

analisi della stagionalità - produzione giornaliera per impianto da 4kw in veneto (dati medi presi dall'atlante solare):

gennaio: 6,6

febbraio 11,28
marzo 14,93
aprile 15,46
maggio 17,06
giugno 19,20
luglio 19,06
agosto 17,33
settembre 15,33
ottobre 10,42
novembre 7,09
dicembre 6,32

i consumi medi domestici a differenza della produzione del fotovoltaico sono mediamente più costanti (sempre che se hai i dati tuoi aggiorniamo), quindi 4400/365 = 12kwh giornalieri. (mediamente in base ai mesi dovresti stare in un range 10-14)

queste sono le premesse, quindi ora andiamo ad analizzare i costi di oggi:

fabbisogno 4400kwh
autoconsumi (41%) 1804kwh
kwh oggi acquistati 2596
costo sostenuto 2596*0,2= 519,20€
kwh immessi 2596
rimborso scambio sul posto 337,48€
costo bolletta compensata 181,72€

ora si dovrebbe partire a fare un calcolo molto dettagliato sul fatto che con l'accumulo di quella tagli e con l'impianto fv di quella taglia tu non riesci ad essere indipendente dalla rete, ad esempio a gennaio tu produci 6,6kwh di cui 2,7kwh te li autoconsumi già, quindi potresti destinare alle batterie soltanto 4,53kwh ma hai un consumo medio di 12kwh quindi circa 6kw devi acquistarli dalla rete. giusto per spiegare in linea di massima... ma io questo conto complicato e dettagliato non lo farò perchè già bastano i conti che abbiamo fatto per dimostrarti che non conviene.

supponiamo che tu riesci a non dover comprare niente dalla rete ed autoconsumare tutto grazie alle batteria (tralasciamo anche le varie dispersioni sempre per semplificare al massimo).

sostieni una spesa di 2200ed hai un guadagno annuo di:

risparmio sugli acquisti di elettricità: 519,20
rinunci al rimborso ssp dato che non immetti niente in rete: 337,48€
risparmio annuo 181,72€

rientro dei 2200€ in oltre 12 anni
questo considerando efficienza delle batterie sempre perfetta e nominale (non lo è)
costi finanziari: hai immobilizzato 4400€ recuperandoli in 10-12 anni. solo i 3-400€ minimo di interessi che hai perso allungano di altri 2 anni il tempo di pareggio
ho considerato che riesci ad essere sempre autonomo senza comprare energia dal fornitore (e non è così)
non ho considerato li dispersioni durante le trasformazioni

in pratica, anche a quel prezzo che le hai pagate (che è bassissimo) non conviene.

se poi mi dici i dati precisi di tutto quello che ho stimato o preso come dati medi aggiorniamo i conteggi

Cristiano Gardoni

ne ho presi 4, sono, 9,6 kwh

an-cic

Ho grossi dubbi che sia così. 1 solo modulo da 2.4kw costa più di 1200 euro. Tu ne compri 5 sarebbero 6000€ ma scontati te li mettono 4000. Che questi 4000 possano comprendere tutto il pacchetto chiavi in mano (quadri, manodopera, materiali etc) non mi torna

Cristiano Gardoni

200+200 di pratiche

an-cic

Dimenticavo, se hai anche i dati di produzione e autoconsumo facciamo i conti precisi precisi altrimenti usiamo i dati medi

an-cic

Intendevo il prezzo installato dell'accumulo, perché 4000 è già un buon prezzo per le sole batterie e dubito che invece possa essere il costo chiavi in mano

Cristiano Gardoni

impianto 4 kilowatt orientato a sud zona Verona, inverter zucchetti azzurro sp 3000... il prezzo istallato escluso la batteria 9mila e rotti, non ricordo precisamente

an-cic

io li farei volentieri, ma mancano dei dati per potermi fare 2 conti. che impianto fv hai? zona di installazione? prezzo del resto? perchè a 4000 forse possono darti i 5 pacchi da 2,4kw, di sicuro non un impianto completo chiavi in mano. l'inverter del tuo impianto fv è compatibile con l'accumulo?

con questi dati poi li facciamo insieme i conti se ti va

Cristiano Gardoni

10kwh di accumulo costano 4000 euro ( Pylontech US 2000 Plus)... tieni sempre conto che ne detrai il 50% in 10 anni... per saturarli non spendi ovviamente nulla... il costo del kwh acquistato è di 0,2cent, mediamente, quello che ti paga il gestore nello scambio sul posto 0,05... le batterie sono assicurate per 6000 cicli di ricarica, tenendo conto che la scarica lascia sempre un 20% di riserva ( loro dicono che puoi arrivare al 10 ma io per esperienza lascio il 20 )... Fatti 2 conti.....

an-cic

Mi hai incuriosito, sarebbe la prima volta che mi capita di vederlo.

Cristiano Gardoni

i conti me li sono fatti bene e l'accumulo conviene

Cristiano Gardoni

certo che lo è, se rispetta le specifiche e la garanzia

an-cic

Dammi retta, fatti i conti e scoprirai che non conviene affatto.

Cristiano Gardoni

a 0,05 cent? no, l'accumulo conviene eccome... visto che lo paghi cmq la metà con le detrazioni... lo scambio sul posto aveva senso con il primo conto energia

Mauro B

Infatti Nissan fa già quello che dici, hanno installato diversi pacchi batteria come sistema di accumulo dello Johan Cruijff Arena di Amsterdam.

Zeta

il primo che inventa una cosa del genere ma come powerbank per auto fa i soldi

an-cic

non direi che quella possa essere il benchmark se consideri che quella dell'articolo da 1kw è quasi più grande della tesla da 13.5 kw.

tesla 1150x755x155 13.5kw
nissan 907x744x206 1 kw

comunque buona giornata anche a te

deepdark

Un quadro elettrico da 24kwh non è piccolo. Le tesla sono batterie pensate per la casa e si sa che sotto quel punto sono avanzate , non sono batteria da auto pensate per l'auto. Cmq facciamo così, ognuno rimane della propria opinione, tanto non cambia nulla. Anzi, a dirla tutta se vuoi le dimensioni, basta guardare quella di questa notizia, considerare che è da 1kwh e "spannometricamente" moltiplicare le sue dimensioni per 40, non ci vuole molto. E cmq mancherebbe sempre il quadro (da 24kwh).
Ti lascio con questa ultima immagine:
https://uploads.disquscdn.c...
Buona giornata.

an-cic

no, il problema rimane quello per quel produttore. gli ingombri della tesla powerwall sono quelli che ti ho pubblicato, visto di persona durante la visita a casa di un cliente che la aveva operativa. nessun impianto di condizionamento e solo un piccolo quadro elettrico aggiuntivo come quello che si vede nella foto in alto a destra. quindi non generalizzare a tutti gli altri

deepdark

Esatto, il problema rimane questo: https://uploads.disquscdn.c...
(15kwh) e manca anche il quadro che praticamente è mezzo armadio.
Il range di temp min-max è di 0-30°. Ci vuole una stanza con aria condizionata o con una buona/ottima aerazione per l'armadio.

an-cic

a casa mia per avere 20kw usando celle con capacità del 60% rispetto all'originale continuano a servirne 2,5... ma non è questo il problema.

deepdark

A casa mia 40 kwh /13.4 kwh sono 2.98. Se vuoi le dimensioni, somma i due sistemi della sonnen:
https://uploads.disquscdn.c...

Ti lascio con questa notizia (notare dopo quanti anni la nissan sostituisce le batterie tra l'altro):

www. hdmotori .it/2018/03/26/nissan-leaf-batterie-ricondizionate-rigenerate/

an-cic

sarebbero 2,5 a dirla tutta... in lunghezza sarebbe grande come questa cassettiera ikea che penso sia presente in milioni di case https://uploads.disquscdn.c...

ma con un spessore inferiore ai 10cm

non c'è bisogno di impianto di condizionamento, non è una macchina elettrica che carichi a 50kw. il fv produce poco alla volta.

deepdark

Se ne metti due stai considerando l'efficienza del 100% (26kwh). Ce ne vogliono 3 se si considera l'efficienza del 60% di cui parlavamo prima. E non sono sicuro che non abbiano il DOD all'80%, non sono riuscito a trovare info in merito (neppure sul forum teslari lo sanno). Inoltre per 3 di queste, devi prevedere anche un impianto di condizionamento SOLO per loro visto che di certo sotto carica non sono fredde e non puoi salire di temperatura più di tanto altrimenti te le giochi in poco tempo. Ovviamente sempre che non le metti fuori.

an-cic

ma va? pensavo di metterli sotto al tappeto i pannelli fotovoltaici. non a caso ti ho scritto che è una relazione indiretta. una stanza poi? addirittura? questa è una tesla powerwall da 13.5 kw.

https://uploads.disquscdn.c...

mettine due ed al limite ti occupano mezza parete, non una stanza

Tugur Reddu

Ti compri un camper...o i van con doccia e wc chimico! Con un carrello tenda diciamo che devi appoggiarti ad aree di sosta atrezzate o campeggi...un camper ti consente di "sopravvivere" anche senza per piu tempo, ma alla lunga anche li hai bisogno di appoggiarti da qualche parte (vuoi per caricare acqua e scaricare acque nere).

deepdark

il fotovoltaico va sul tetto mica dentro casa. Ma anche quando, ce le vedo le persone che dicono: "uhm.... quasi quasi sta stanza la dedico solo per le batterie".

an-cic

partiamo dal principio che devi aver avuto spazio per mettere il fotovoltaico e già questo è QUASI garanzia che hai spazio per mettere le batterie. (non è una relazione diretta, ma indiretta)

deepdark

Certo, chi non ha in casa uno spazio (e un solaio) per poter mettere 500-800 kg di batteria? Anzi, quasi quasi prendo una casa solo per le batterie.

steek

E per fare la pupù????
Ecco su youtube ho visto parecchi video di van o camion trasformati in camper e la prima cosa che pretendo è il wc e doccia più ventolina per estrarre l'odore.

an-cic

perchè? mica sono oggetti che devi spostare. individui una zona in cui non danno fastidio e li restno fino a fine vita. la discriminante sarà il prezzo. io ad esempio se oggi potessi avere 20kw a 2000€ non avrei problemi neanche se pesassero 800kg, e ci metterei anzi la firma a sangue

deepdark

Mah, dubito che la gente si metterà in casa un pacco batterie da mezza tonnellata e da 24kwh. Soprattutto se contestualmente le batterie scenderanno di prezzo o se verrà introdotta una nuova tecnologia con il doppio della capacità (stato solido). O cmq tutto dipenderà dal prezzo ma va da se che peso e spazio le renderanno fuori mercato.

an-cic

NI

non è una mia fantasia nel senso che nessuna legge lo vieta in nessun campo. di conseguenza dato che non è vietato e che va a loro vantaggio stai sicuro che accadrà. oggi non accade semplicemente perchè non ci sono abbastanza batterie usate da riutilizzare, tra una decina di anni ne riparleremo

deepdark

Ah ok, quindi è una tua fantasia/supposizione. Stiamo parlando del nulla allora.

an-cic

Non importa, l'importante è che quanto dichiarato in scheda tecnica corrisponda a quanto effettivamente consegnato al cliente. Non fanno tutti così perché oggi non c'è un sistema di approvvigionamento tale che permetta di costruire economie di scale su queste batterie. Avverrà tra 10 anni quando si inizieranno a demolire in modo sistematico le auto elettriche.

deepdark

Se tu mi vendi una batteria da 60 che occupa lo spazio di una da 100 qualcosa che non torna c'è, non credi? Visto anche che queste batterie non pesano poco e non occupano poco spazio (se non erro la tesla da 13.4kw pesa 200kg). Per curiosità, dove hai letto che faranno tutti così?

an-cic

Tu non prendi una batteria usata. Tu compri una batteria da 60,non una da 100. Non importa se dentro la batteria è da 100, io te l'ho venduta per una da 60, rispecchia le caratteristiche in quanto i 60 li carica davvero, quindi sono in regola

an-cic

Come no, io ti vendo un prodotto e ti garantisco delle specifiche tecniche come la capacità. Se rispetto quanto dichiarato perché non è legale? Se uso dell'alluminio riciclato per fare la struttura a te mica devo dire se è appena estratto o riciclato. Ti dico struttura in alluminio, è una affermazione vera e posso farla

deepdark

No, la batteria è usata, parte della sua vita utile/efficienza è andata a farsi benedire, o al max è rigenerata (che cmq non può essere venduta come nuova). Il loro guadagno lo hanno già avuto. Non penso che qualsiasi persona normale tra una batteria nuova e una usata a pari prezzo, prenderebbe quella usata.

an-cic

Beh, devi avere una quantità di batterie usate che possa garantirti questo lavoro, ed oggi non ci sono. Quindi ne riparliamo tra un bel po' di anni

Pip

No, aspetta, al massimo la vendono come ricondizionata, di sicuro non come nuova...
Non penso neanche sia legale come cosa...

an-cic

Non sono usate, se la batteria inizialmente era da 100, valutata in condizioni attuali da 70 e loro te la vedono come una 60 la batteria è nuova, non usata. Questo è il ragionamento che c'è dietro

Pip

Ma il fatto è proprio questo.
Facciamo finta che io compro una Leaf, Nissan ha già guadagnato per la vendita della batteria nel momento esatto in cui ho comprato la macchina.
Dopo qualche anno mi sbarazzo della leaf e la batteria (su cui Nissan ci ha guadagnato) torna alla Nissan.
Loro la smontano, prendono le celle e ci fanno tre batterie più piccole, magari con capacità su carta di 10kwh (sarebbe di più, ma visto che sono usurati, ne dichiarano 10). Quanto può costare a loro questa operazione?
La parte più costosa, cioè le batterie, le hanno gratis, devono aggiungere un poco di elettronica e mettere il tutto dentro ad un nuovo pacco batterie più piccolo. Se tutto questo costa 300 dollari è già troppo.
Poi vendono i tre pacchi batterie a 2000 euro l'uno, ed ecco che, se proprio vogliamo essere estremamente esagerati sui costi, ci hanno guadagnato 1500 euro e un sacco di pubblicità.
È veramente semplice come cosa, perfino gli hobbysti riutilizzano le batterie esaurite delle auto per sistemi di accumulo pagando il tutto veramente poco, figurati se Nissan avrebbe problemi...

deepdark

Mah, nissan vende la 40kwh a 8000 euro. Certo, manca bms/inverter ma usate, a 2-3k euro incominciano ad essere interessanti.

an-cic

Ne riparliamo tra 10 anni se non di più allora :)

deepdark

Infatti non pagherei 10.000 euro per una batteria usata (ma neppure 8000 delle tesla o 6000 delle zucchetti-pylontech), ne pagherei giusto un migliaio per 20kwh, altrimenti la convenienza va a farsi benedire. Sarebbero utili anche per superare il limite dei 6kwh di una normale linea casalinga.

an-cic

Appunto considera che oggi per una tesla power wall installata e finita ci vogliono 11 mila euro... L'accumulo deve più che dimezzare il suo costo per essere conveniente

Pip

Dipende, un accumulo da 10kwh a 2000 euro sarebbe molto conveniente

an-cic

Non conviene economicamente. Oggi hai GRATIS una megabatteria che si chiama scambio sul posto, perché pagare oltre 10 mila euro una batteria personale che non si ripagherà mai?

an-cic

Il problema è la stagionalità, ma soprattutto il costo. Oggi non conviene in nessun modo un sistema di accumulo. Per avere un minimo di convenienze il costo deve più che dimezzare. Il sistema più conveniente è lo scambio sul posto

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster