Ferrari SF90: foto e dettagli tecnici della nuova monoposto F1 2019

15 Febbraio 2019 303

Ferrari F1 2019: svelata la nuova SF90, la monoposto che Scuderia Ferrari schiererà a partire dal prossimo marzo nel campionato del mondo di Formula 1 2019. Caratterizzata dalla sigla di progetto 670, la SF90 è la sessantacinquesima monoposto realizzata dal costruttore di Maranello. Cosa cambia rispetto alla SF71H del 2018? Ecco tutte le immagini e i dettagli tecnici.

EVOLUZIONE, COME DA REGOLAMENTO

La nuova monoposto - la sesta ibrida dopo la rivoluzione introdotta nel 2014 - nasce come evoluzione della SF71H, alla luce dei nuovi regolamenti imposti dalla FIA. Il peso complessivo della vettura sale a 743 kg, con il pilota e suo equipaggiamento che devono obbligatoriamente pesarne 80 (in caso contrario è necessaria una zavorra), mentre la quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg.

Tra le modifiche più evidenti notiamo l’ala anteriore, semplificata nella sua forma (spariscono gli elementi verticali alle estremità dell'ala e cambia la geometria delle bandelle verticali) e allargata fino a raggiungere i 2 metri (come la carreggiata), mentre non cambia il numero dei profili orizzontali (che non può essere superiore a 5). Obiettivo di queste novità? Rendere meno critico il comportamento della vettura quando ne segue un'altra. Novità anche per l'ala posteriore, alta 870 mm contro 800 mm e larga 1.050 mm contro i precedenti 950 mm. Le luci posteriori (una doppia serie di LED alle estremità laterali dell'ala posteriore) ricordano la soluzione già adottata dalla FIA sui prototipi LMP1 ed LMP2. Più efficace da regolamento anche il sistema DRS (Drag Reduction System).

Ridisegnata la presa d'aria anteriore, anch'essa semplificata ma comunque in grado di svolgere una funzione aerodinamica. A proposito di aerodinamica, il nuovo regolamento ha imposto un limite per quanto riguarda lo sviluppo dei bargeboard (le paratie laterali che aiutano a direzionare i flussi dell'aria su alcune zone specifiche della monoposto): altezza limite ridotta da 475 mm a 350 mm. Sempre per una questione aerodinamica è stato ridotta la superficie del cofano motore: il risultato è una forma generale più affusolata e un flusso d'aria più "pulito" verso l'ala posteriore. Simile a quello della vettura del 2016 è lo snorkel.

L'IBRIDO È PIÙ EFFICIENTE

La power unit della SF90, più compatta e leggera rispetto alla precedente, è stata resa più efficiente, sia a livello termico sia a livello meccanico, lavorando sul processo di combustione del motore V6 da 1,6 litri sia sul sistema di recupero dell'energia, composto dalla MGU-K (Motor Generator Unit Kinetic, di derivazione KERS) e la MGU-H (Motor Generator Unit Heat).

FERRARI SF90: LA SCHEDA TECNICA
  • Telaio in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo.
  • Cambio longitudinale Ferrari a 8 marce più retro.
  • Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce.
  • Differenziale autobloccante a controllo idraulico.
  • Freni a disco auto ventilanti in carbonio Brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori.
  • Sospensioni posteriori a puntone (schema push-rod). Sospensioni posteriori a tirante (schema pull-rod).
  • Peso con acqua, olio e pilota: 743 kg
  • Ruote OZ anteriori a posteriori 13”

Motore

  • Cilindrata 1600cc
  • Giri massimi 15000
  • Sovralimentazione Turbo singolo
  • Portata benzina 100 kg/hr max
  • Quantità benzina per gara 110 kg
  • Configurazione V6 90°
  • Alesaggio 80 mm
  • Corsa 53 mm
  • Valvole 4 per cilindro
  • Iniezione Diretta, max 500 bar

Sistema ERS

  • Energia batteria 4 MJ
  • Potenza MGU-K 120 kW
  • Giri max MGU-K 50.000
  • Giri max MGU-H 125.000
La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da ePrice a 565 euro.

303

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
d4N

Perché peccato?

Bruce Wayne

Dati GP del belgio 2007 quando si usavano ancora i motori v8 senza parti ibride e le vetture erano 24.
Su una pista ad altissimo uso di motore.

Fai diviso 4 ed hai forse quelli di oggi.

Bruce Wayne

Si svilupparano, ma non si diffuse prima dell'uso della f1.
Anche la fibra di carbornio non è stata sviluppata in f1, ma senza averla usata in questa competizione sarebbe rimasta limitata a qualche piccolo utilizzo per tanto tempo.

Bruce Wayne

Comunque non è Alfa, ma la Sauber

Bruce Wayne

No
Hanno 100km l'anno per fare delle riprese da usare per gli sponsor con enormi limitazioni.

Eragorn87

Ok, corretto il ragionamento! Possiamo farne a meno anche delle vacanze?

franky29

Quindi se vettel fa stronzate Hamilton è più forte perché non le fa

Adriano

Idem

Anche prendere un aereo per andare in vacanza negli Stati Uniti non è una cosa necessaria, quindi seguendo il tuo ragionamento non bisognerebbe farlo

Eragorn87

Bho... Non capisco i paragoni sinceramente ... I voli magari servono, mo non conosco quanti viaggiano, ma la formula 1 2 3 4 5 no

Un volo intercontinentale tra andata e ritorno consuma più carburante di tutte le monoposto in un'intera stagione. Giusto per fare un paragone

TLC 2.0

io avrei scelto Verstappen onestamente..è il miglior pilota giovane in circolazione, bello aggressivo e tosto

TLC 2.0

Ordine di scuderia

TLC 2.0

Quindi la Ferrari e l'Alfa non possono fare i test interni a Fiorano???? non lo sapevo

giorgio085

non dire sciocchezze, la Williams vinse quando aveva munifici sponsors tabaccai come camel prima e rothmans poi, soldi e Adrian Newey tra le sue fila, finiti gli sponsors e cominciata la crisi tecnica la Williams non ha mai combinato nulla salvo la parentesi motori BMW in cui riuscì di tanto in tanto a vincere qualche gara.

giorgio085

l'importante non è tanto partire bene, ma garantire sviluppi e rimanere concentrati fino all'ultima gara... la scorsa annata, da metà stagione in poi il team ed in particolare Vettel si sono persi ed è andato a rotoli un intero progetto vincente come la sf71h.

Angelo Allocca

Guarda che non hanno perso perche Hamilton e forte..ma perche ai box Ferrari ci sono delle scimmie , sommato poi alle stronzate di vettel..

il Gorilla con gli Occhiali
Simone

Ma standardizzando l'aereodinamica devi imporre forme e misure, quindi limiti anche la meccanica… inoltre i progetti non possono essere sviluppati in funzione di entrambi i fattori ma solo di uno, quindi torniamo al discorso, ogni anno nessuna macchina migliorerà più di 1-2 secondi senza un aiuto da parte del regolamento(tipo peso o energia disponibile) dunque i grandi progetti sono eliminati anche in questo caso… poi standardizzando l'aereodinamica, quindi forme e misure, spingi i team a migliorare solo gli aspetti interni, non c'è più chi punta alla turbina a scapito di aereodinamica e chi fa il contrario, chi amplia la presa d'aria ma aumenta la potenza del motore elettrico, chi riduce il grip meccanico a favore del grip areodinamico o il contrario, chi allunga la macchina per aumentare stabilità e perfomance e chi la accorcia per migliorare dinamica e aereodinamica… insomma, per me, in entrambi i casi, la F1 si indirizza vero le IndyCar, sport che si dimostra essere molto meno bello… una delle cose più interessanti delle f1 è proprio lo sviluppo da parte dei team!

Ikaro

Poi ti accorgi che Williams senza 1 centesimo e senza le limitazioni tecniche batteva scuderia con molti più money... In realtà ottieni tutto il contrario di quello che tu dici, azzoppando in partenza "l'estro artistico" degli ingegneri i progetti delle scuderie più piccole non sono altro che dei Frankenstein di quelle grandi, con il risultato che il divario aumenta e le scuderie più grandi che hanno soldi e soprattutto potere all'interno della f1 decidono quale tecnologia va bene e quale no...

marcoar

Avevo inteso il commento in senso completamente opposto.
Sono quasi totalmente d'accordo. Solo sul ruolo di hamilton non concordo. Nella prima metà della stagione è stato quasi remissivo, dalla rottura in austria ha cambiato marcia però. Pur vero è però, che è stato messo in condizione dalla mercedes di "gestire" correttamente le gare e (lamenti scaramantici a parte) è stato quasi sempre preciso nella gestione della vettura.
La differenza tra i due team (mercedes e ferrari) per me l'anno scorso è stata tutta nella voglia di vincere.
In ferrari eran troppo troppo concentrati, dopo la morte di marchionne, a stabilire ruoli e gerarchie interne. Si sono addormentati con lo sviluppo in forza di una "supremazia" di motore che poi si è rivelata insufficiente.

La storia mi insegna che in ferrari si vince solo ed esclusivamente quando ci sia un leader accentratore o ci siano pochi elementi con grilli per la testa (aka tutti remano nella stessa direzione).
Non vedo leader quest'anno, e penso che chi aveva i grilli abbia raggiunto ciò che doveva raggiungere o sia andato via.
In mercedes sono più bravi in questo senso. E Toto Wolff in questo è un vero e proprio fuoriclasse.

marcoar

Alonso in quella stagione ne commise diverse.
A montecarlo, dove era veloce, distrusse la vettura nelle libere. Dovette partire dalla pitlane (saltò le qualifiche) e riuscì ad arrivare sesto.
In australia al via si toccò con button. Anche li era veloce, ma la rimonta compromise la gara.
A silverstone prese un drive through per non aver lasciato la posizione a kubica (superato con taglio di una chicane), finì 15esimo.
Ad abu dhabi non riuscì a passare in nessun modo petrov.
Nella prima metà, proprio come vettel quest'anno, aveva la macchina per allungare ma non lo ha mai fatto, facendo troppo il ragioniere.

Quel mondiale, senza i ritiri di vettel e webber manco ci sarebbe arrivato a giocarselo, e l'errore della scuderia, così come i suoi nel corso della stagione hanno compromesso la conquista del titolo.
A vettel quest'anno sono da ascrivere gli errori commessi nella prima metà della stagione quando ha dilapidato punti sicuri. Baku, Paul richard e Hockenheim e la foga di monza.
Il resto è unicamente responsabilità della scuderia e della guerra di potere tra arrivabene e binotto. Da monza la ferrari è stata in vistosissimo affanno ovunque.

Enrico Garro

A livello di motore si, a livello aerodinamico e tealistico sono tutte uguali

marcoar

I costruttori ci si sono buttati a capofitto proprio ora che con la gen 2 che sono state ridotte le parti standardizzate.

Gianlu27

Infatti era proprio a questo che mi riferivo :)

Anche lui è campione, personalmente in pista lo considero tale, ma comunque anche lui le sue occasioni le ha avute nel corso degli anni e le ha mancate anche per errori suoi (potremmo parlare pure del 2007, ma lì credo che entreremmo in un discorso molto più ampio in cui sarebbe difficile districarsi). Non raccontiamoci che Alonso avrebbe fatto quello o avrebbe fatto altro, perché anche lui ha mancato delle opportunità. Ma lo stesso vale per Hamilton sinceramente: l'anno scorso piace raccontarsi la favoletta che sia stato assolutamente perfetto, ma ogni volta che Mercedes ha commesso un errore di strategia, non è che lui ci abbia messo una pezza (solo in un'occasione: Russia, dove comunque Bottas ci si è messo d'impegno per dare una mano). La stagione 2018 è stata molto particolare: sicuramente Vettel non doveva commettere quegli errori, su questo siamo tutti d'accordo, ma quegli stessi errori sono figli di una gestione (sia in termini di piloti che strategia) che poteva essere migliore. Se tu metti costantemente il tuo pilota in una posizione in cui è costretto a rincorrere, prima o poi l'errore arriva.

marcoar

Diatriba che non ha senso di esistere. Il marchio, seppur legato a philip morris si occupa di robe diverse. La mission aziendale di mission winnow è quella di lavorare al fine di avere un mondo senza fumo.

E vale anche per il discorso che il logo ricordi quello marlboro (esposto australiano).
Robe abbastanza pretenziose.

Enrico Garro

Sul continuo cambio di regolamento sono d'accordo che sia deleterio ma sono convinto che liberalizzare comporterebbe solo un peggioramento della situazione attuale. Guarda la formula e, nonostante le macchine siano uguali sotto molti punti di vista i costruttori ci si sono buttati a capofitto. Perché? Investimenti enormemente ridotti rispetto alla f1 e focus su motore/meccanica.

Hot

Alonso ha fatto i suoi errori, ma proprio grosse come Seb non ne ricordo, ed era veramente un pilota veloce, era sempre piu veloce dei compagni ai quali dava sempre quei 2/3 decimi in qualifica, tipo kimi, cosa che vettel non sempre riusciva a fare, e non con quei margini.

PS Tutti ricordano l errore strategico perchè è stata veramente una cosa da polli ritardati xD Nel 2010 io avevo 18 anni, e appena fecero rientrare alonso ai box saltai sulla sedia incazzato dicendo "ecco... hanno perso il campionato 'sti asini" (era troppo evidente l'errore), per poi sentire invece domenicali dire "beh col senno di poi sono buoni tutti"

marcoar

Passi hamilton, ma alonso proprio no.
Nella stagione in cui aveva la vettura competitiva (il 2010) non riuscì a vincere il titolo. Vettele e Webber all'epoca glielo servirono su un piatto d'argento, ma lui commise parecchi errori in stagione (su tutti la distruzione della vettura a montecarlo nelle libere del venerdì). Tutti, però ricordano l'errore strategico nell'ultima gara della stagione

marcoar

Non si tratta di team maggiori, ma di costruttori che è un discorso un filo diverso.
La formula 1 è una vetrina tecnica, e nessun costruttore ha interesse a partecipare se parte della propria vettura è comune ad un costruttore concorrente.
Il problema è il regolamento che è assurdamente complesso e soprattutto sono i continui cambiamenti del regolamento stesso a mettere in crisi i costi.
Solo la stabilità del regolamento porta l'avvicinamento delle prestazioni.
Lavorare in della maglie precise limita di parecchio la possibilità di effettuare scelte progettuali "a rischio", specie quando i budget sono risicati.

Enrico Garro

Il problema dei team piccoli non è l'inventiva, sono i soldi. Se fai un regolamento più permissivo peggioreresti ulteriormente la situazione attuale, con i team grossi che possono spendere molto che farebbero gara a sé con macchine molto più veloci. Guarda caso sono proprio i team grossi che sono contro le standardizzazioni sia perché hanno già investito molto in determinati progetti sia perché si appiattiscono le prestazioni rispetto ai team minori.

marcoar

Perchè attualmente a cosa assisti?
Hai una mercedes, una williams che ha il retrotreno mercedes, una force india (racing point) con motore e cambio mercedes e componenti della sospensione posteriore anch'essa mercedes.
Abbiamo poi ferrari, alfa sauber con retrotreno, motore e cambio ferrari, haas con motore e cambio ferrari oltre a parti aerodinamiche.
Redbull e toro rosso nella stessa situazione.
Rimane renault e mclaren in un certo senso indipendenti.

Senza contare che, avendo levato i test sono stati spesi fantastiliardi per gallerie del vento, sistemi di simulazione e compagnia cantante.

I costi, in formula 1 sono sempre stati elevatissimi (ed è inutile raccontarsi storielle romantiche). La differenza in passato la faceva la marginalità dell'investimento per ottenere prestazione.

marcoar

La verità è che a nessuno interessa standardizzare. A ragion d'essere, per giunta, visti i soldi in ballo.
Ci sarebbe semplicemente da ridurre le briglie di regolamenti cervellotici e lasciare molta più libertà progettuale ad ogni squadra.
L'estro degli ingegneri potrebbe fare miracoli anche per i team più piccoli.

Enrico Garro

Il vero problema delle f1 moderne sono i costi per l'affinamento dell'aerodinamica (gallerie del vento, simulatori, etc). Per quanto mi riguarda standardizzerei brutalmente l'aerodinamica delle monoposto (che non ha transfer sulle macchine di serie) e lascierei molta più libertà per quanto riguarda tutta la meccanica.

Enrico Garro

Senza vincoli tecnici i costi di ricerca e sviluppo salirebbero ad un livello che solo le scuderie più grosse potrebbero permetterselo. In pratica sarebbe un campionato con 8 macchine. I limiti tecnici servono principalmente a questo

marcoar

Si riferisce alla stagione appena conclusa.
Quello è il dito di toto wolff che preme sul pulsante Tactic. Ci fu un ordine (uno dei tanti nella stagione) di scuderia con cui imposero a Bottas di lasciare la vittoria ad Hamilton. Gran premio di Sochi, se la memoria non mi inganna.

marcoar

Io spero solo che si riesca ad avere un minimo di tranquillità interna.
Ormai è troppo troppo tempo che l'atmosfera all'interno del box non è "sana". E questo, purtroppo, pregiudica l'andamento della stagione.

MiniPaul

Assolutamente.

Sono comunque tanti, troppi, e pure gravi.
La Ferrari ha fatto il resto... anche qui pochi dubbi.

Gianlu27
Ikaro

Vet non sa gestire la pressione tutto qui, ma rimane comunque un pilota da top team, se poi ci metti le tragiche svolte di metà campionato all'interno della Ferrari ecco che hai fatto il patatrac, la gestione "tedesca" di Mercedes è su un'altro pianeta

Ikaro

Perché è tutto un gioco commerciale il circus va avanti a sponsor e peso interno delle squadre, l'imprevedibilità non piace...

Simone

Tu sei la Ferrari.
Progetto a lungo termine:

Progetto le mie sospensioni, i primi due anni sarò inferiore perché parto da 0, poi non ne trarrò significativp vantaggio per altri due anni.
Risultato? Per questi quattro anni la media è per esempio(-4secondi,-3secondi,-2,-0) negativa con l'ultimo anno in cui i miei ammortizzatori hanno pareggiato quelli commerciali che usano tutti.
Nel mentre che perdo prestazioni perdo anche ingegneri e milioni di euro.

Ora l'andazzo dovrebbe essere +1,+2,+3 etc... Invece la Fia mette armottizzatori standard.

Morale della favole? Chiunque abbia osato sviluppare fa pressione alla Fia per evitare che gli mettano un dito nel .......
È quindi la Fia adotta mezze misure, e il piano iniziale collassa... Lasciando il regolamento a metà che da un lato non completa l'iniziativa di ridurre i costi di r&d, dall'altro ha già fatto il danno che la Fia aveva messo in conto per fare questo ....

Simone

Il fatto è che in F1 la commissione ha dato dei regolamenti sbagliati sull'introduzione dell'elettrico.

L'elettro turbina è semplicemente una genialata.. Il problema è che progettare un motore che fa 125K giri al minuto senza diventare instabile o incandescente, e non li fa così ma va da 0 a 100k in pochissimo tempo... Pensa se fosse 0.1gr squilibrata la turbina salterebbe in area la macchina.
Quando Aston M. Decise di progettare il suo motore Arrivabene disse "Abbiamo speso più di un mld di € per progettare l'MGU-H, non potete toglierlo". Ed hanno anche ragione... Una tecnologia troppo costosa per essere utilizzata su comuni auto... Chi spenderebbe così tanti soldi? Ed ecco che in F1 i produttori di contano con le dita, motori sospensioni ammortizzatori trasmissioni... Sempre Ferrari Mercedes Honda o Renault, con una forte differenza per le prime due...
Allora cosa fa la Fia? Standardizzata ogni anno più è enti, hanno già detto che gli armottizzatori a breve Diventeranno standard così da azzerare i costi di sviluppo...

Io odio questa eccessiva standardizzazione... Ricordo la Lotus cosa fece ... Una scuderia del cavolo che con un upgrade distrusse tutti i competitor... Ora una cosa simile sarebbe impensabile, bisogna sempre lavorare sui piccoli dettagli mai un progetto ambizioso

Gaio Giulio Cesare

Eh! Ma io lo dicevo che era troppo palese il richiamo alle sigarette!

marcoar

Puoi trovarlo su qualsiasi analisi tecnica su qualsiasi sito di settore. Arriva direttamente da Ferrari la notizia

franky29

Tanto perdono un'altra volta Hamilton è troppo più forte

Adriano

Sono contento che se ne sia andato. Anni di sonno beato e puntualmente si ricordava di essere top driver solo quando doveva rinnovare

davide94

Lo sai che se anche fossero elettriche l'inquinamento generato da tutto il "circus F1" calerebbe forse dell 1%. Probabilmente il calcio inquina pure di più e non porta nemmeno innovazione, iniziamo ad abolire quello

davide94

Sospensione idrauliche? Fonte?

davide94

Mi sa che non hai visto nemmeno la vettura visto che c'è scritto il nome completo sull alettone posteriore e su quello anteriore, oltre a essere il nome della macchina.

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster