Anas, nuove stazioni di ricarica per auto elettriche in autostrada

24 Gennaio 2019 2

Anas inizierà presto a installare nuove colonnine per la ricarica delle auto elettriche nelle aree di servizio dislocate lungo diverse arterie autostradali italiane. I tratti interessati dai nuovi punti di ricarica ad alta potenza sono la A2 "Autostrada del Mediterraneo", la A19 "Palermo-Catania" e 10 aree di servizio lungo la A90 "Grande Raccordo Anulare di Roma" e la A91 "Autostrada Roma-Aeroporto Fiumicino".

Si tratta di colonnine di tipo “multi-standard”, ovvero quelle che combinano gli standard industriali e le tecnologie di ricarica di potenza elevata (tuttavia non è stato specificato quanto elevata, ma possiamo ipotizzare un valore superiore a 22 kW, come nel caso delle colonnine da 50 kW del progetto EVA+) con compatibilità assicurata per tutte le automobili elettriche attualmente sul mercato e di prossima generazione. Per tutte le stazioni ci sarà anche un modem integrato per la connessione a software di gestione, piattaforme di pagamento digitalizzate e sistemi di gestione della rete “smart grid”.

Attualmente, il servizio di ricarica è già disponibile presso l’area di servizio di Selva Candida Esterna del Grande Raccordo Anulare di Roma, una delle arterie più trafficate d’Italia con picchi di 168.000 veicoli al giorno. Questo servizio di ricarica elettrica sul GRA di Roma e sulla Roma Fiumicino completa un percorso che rientra nell’ambito del “Piano di razionalizzazione della rete delle aree di servizio autostradali” , previsto dal Decreto Interministeriale MIT/MISE del 7 agosto 2015 e avviato due anni fa da Anas. Obiettivo? Estendere il servizio in tutte le aree di servizio affidate in concessione lungo la rete autostradale in gestione diretta Anas, ovvero un totale di 41 impianti.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ste

non so ma in certe zone autogrill già sono piene di pannelli solari con la postazione di ricarica elettrica praticamente in estate potrebberò vendere energia elettrica per le auto a un costo più basso dell'acquisto del greggio

LucaS888

Dal bando

"accanto ai carburanti tradizionali (benzina, gasolio), i concessionari devono fornire obbligatoriamente anche il servizio di ricarica elettrica veloce dei veicoli in tutte le aree di servizio nonché il rifornimento di GPL e metano (quest’ultimo laddove tecnicamente fattibile)."

Se ho capito bene quindi ANAS ci mette la faccia, "bravi bene bis" ma poi i costi li scarica sui concessionari delle aree di servizio obbligati ad aggiornare le installazioni per mantenere la concessione.

Son sempre tutti bravi col sedere degli altri.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti