Hyundai e Kia: l'elettrica con parcheggio autonomo e ricarica wireless a induzione

03 Gennaio 2019 8

Il parcheggio autonomo e la ricarica ad induzione salveranno le auto elettriche? Forse: immaginatevi il classico problema che viene ipotizzato nei commenti di qualsiasi articolo, news o approfondimento relativo alle elettriche "come faccio se la colonnina è occupata? E se il mio vicino sta caricando nell'unica colonnina del parcheggio condominiale?".


Nello stesso giorno in cui discutevo al telefono con la mia amministratrice sulla questione colonnine condominiali e regole per il parcheggio, Hyundai e Kia lanciano il video di un concept dedicato all'AVPS, acronimo di Automated Valet Parking System.

L'idea non è affatto nuova, l'annuncio però è interessante perché fa capire che anche i coreani stanno lavorando in questa direzione e ci anticipa alcuni degli sviluppi futuri che vedremo nei modelli di produzione dei prossimi anni.

Il sistema in sviluppo da parte di Hyundai e Kia è previsto per il lancio in concomitanza con la guida autonoma di Livello 4 (clicca qui se non conosci i Livelli della guida autonoma) intorno al 2025 ma si parla di veicoli autonomi in alcune smart cities già dal 2021, con l'obiettivo di raggiungere la completa autonomia nel 2030.

Il principio del valet parking è semplice sulla carta: l'auto ci lascia alla destinazione e, se si accorge di essere scarica, si dirige autonomamente in un parcheggio vicino dotato di piastra ad induzione per la ricarica wireless. Il vantaggio è che al termine della carica la vettura disimpegna automaticamente la postazione, così da trovarsi un altro parcheggio in attesa che il conducente la richiami terminata la giornata lavorativa, le commissioni o il giro al centro commerciale.


Uno scenario simile risolverebbe il problema della ricarica in un condominio dove ci sono più auto elettriche rispetto alle colonnine di ricarica, permettendo così di lasciar svolgere il lavoro alle vetture piuttosto che mettere d'accordo i proprietari con turni e con la necessità di spostare manualmente l'auto. Basta aggiungere a monte un software che decide le priorità in base allo stato della batteria e ad altri parametri (ad esempio percorrenza media giornaliera, viaggi previsti e orario di partenza collegandosi direttamente all'agenda) e il gioco è fatto.

La tecnologia di Hyundai e Kia prevede la comunicazione costante tra auto elettrica, parcheggio intelligente, sistema di ricarica e conducente tramite app con aggiornamenti in tempo reale di tutti gli step del processo e della posizione del veicolo.

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 760 euro oppure da Unieuro a 978 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MatitaNera

perchè è superiore a quella naturale?

MatitaNera

mi pare una sciocchezza, oltretutto che non si realizzaerà mai

DeeoK

Mi sembra una boiata.
L'auto consuma perennemente energia perché connessa con settordici altri server, se ne va quando le torna comodo, torna quando le torna comodo (e a te magari serve mentre è via) ma, soprattutto, usa la ricarica wireless che, se non è cambiato qualcosa di recente, ha un'efficienza imbarazzante e disperde il grosso dell'energia.

La soluzione sono le ricariche in tempi brevi. È inutile girarci intorno.

sagitt

già è uno spreco di risorse caricare le auto, già sono lente a caricare, già siamo invasi da onde e questi vogliono sprecare ancora più corrente, aumentare i tempi ed irradiare energia ovunque con la ricarica ad induzione

ghost

E ricordati di mettere nella tua agenda personale che per natale devi uscire o la macchina non lo sa e perdi la priorità sulla ricarica

ghost

Se io lascio la macchina una settimana ferma continua a fare avanti e indietro dal parcheggio al "altro posto"?

Lukinho

Dipende.. L'idea di fondo non è malvagia.. Quando a parcheggiare si occuperà l'intelligenza artificiale, stai sicuro che la macchina te la parcheggia bene.

Garrett

Si certo. Tipica situazione che si trova in un centro commerciale il giorno di Natale......quando è chiuso.

Forse riesce a parcheggiare bene nel deserto del Gobi.
La situazione reale è ben diversa.

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente