In Italia diminuiscono i passeggeri del trasporto pubblico locale | Ricerca

05 Dicembre 2018 2

L'auto rimane il mezzo di trasporto preferito dagli italiani. Lo avevamo scritto qui qualche settimana fa, riportando i dati Censis-Michelin. A perdere terreno è il trasporto pubblico locale, che secondo una nuova ricerca pubblicata dal Centro Studi Continental Autocarro su base dati Istat, ha visto una diminuzione del 4% del traffico passeggeri dal 2012 al 2016.

I passeggeri del TPL (abbreviazione per Trasporto Pubblico Locale) nei comuni capoluogo di provincia nel 2012 sono stati 3.513,47 milioni, una riduzione del 4% rispetto ai 3.373,65 milioni registrati nel 2016. Diversi i mezzi di trasporto inclusi nel calcolo: autobus, tram, filobus, metropolitana, trasporti per vie d'acqua, funicolare, funivia e altri sistemi ettometrici (ovvero i sistemi di trasporto pubblico urbano a breve raggio).

L'elaborazione include un prospetto relativo ai dati delle dieci maggiori città per quanto riguarda il TPL in Italia: da questo prospetto emerge che alcuni comuni capoluogo di provincia hanno visto aumentare il numero complessivo dei passeggeri del TPL. A Torino, per esempio, vi è stata una crescita del 20%, a Bologna del 16,1%, a Firenze del 13,2%, a Bari del 7,8%.

Diversa è la situazione nelle altre maggiori città italiane, che confermano il trend negativo a livello nazionale: a Roma vi è stata una diminuzione del 5,3%, a Milano del 20,5%, a Genova del 6,7%, a Napoli del 18,4%, a Palermo dell’11,6% e a Catania del 10%.

Tra i più desiderati del 2018, superato solo da Mate 20 Pro? Huawei P20 Pro, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 511 euro oppure da Amazon a 573 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antsm90

Grazie al cavolo, passano quando vogliono loro, sono sporchi e ci mettono una vita.
Infinitamente meglio un mezzo proprio (non per forza l'auto, anche la bici e il motorino van bene quando possibile)

Lukinho

Io ci ho provato...ma pur abitando nella città più vivibile d'Italia, abito nella zona alta della città, e dopo lavoro prendere l'autobus, scendere alla mia fermata, e farmi una bella salita a piedi, non è il massimo...inoltre gli orari spesso e volentieri non coincidono mai...tra ritardi (e corse saltate), per arrivare a casa ci mettevo sui 45-50 min, contro i 10-12 min con la macchina.

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE