Ford: addio ai semafori grazie alla tecnologia Vehicle-to-Vehicle | VIDEO

11 Ottobre 2018 86

In futuro potremmo dire addio ai semafori negli incroci: Ford ha immaginato questo futuro, mostrando in un breve video ufficiale in che modo la tecnologia Vehicle-to-Vehicle (V2V) sia in grado di agevolare il flusso dei veicoli sincronizzando alla perfezione il loro passaggio negli incroci.

Incroci nei quali, secondo una ricerca Ford, ogni anno un automobilista trascorre in media circa due giorni nell'attesa che il rosso diventi verde. Per non parlare del pericolo per la sicurezza: il mancato rispetto del rosso causa il 60% degli incidenti stradali che avvengono durante l'anno.

Attraverso la tecnologia Intersection Priority Management, attualmente in fase di test nell'ambito del progetto UK Autodrive - finanziato dal Governo britannico per promuovere la sicurezza e l'efficienza del traffico tramite la guida assistita - Ford sta sperimentando nuove applicazioni nel campo dell'auto connessa. In questo caso specifico, la comunicazione tra i veicoli circolanti nell'area di Milton Keynes permette alla vettura di consigliare ai conducenti la velocità ideale da mantenere al fine di evitare l'impatto con gli altri mezzi che si apprestano ad attraversare l'incrocio.

E se oggi questo sistema prevede la presenza di un conducente a bordo, in futuro è naturale pensare ad un sistema completamente automatizzato, dove l'auto a guida autonoma regola la velocità e interviene in caso gli altri veicoli non regolino la velocità di conseguenza.

Un futuro senza incroci permette ai veicoli di viaggiare in maniera più fluida ed efficiente dal punto di vista del consumo di carburante (non è più necessario frenare, eventualmente fermarsi e poi ripartire), nonché più rilassante per i passeggeri.

Cerchi lo schermo con la maggiore risoluzione e supporto 4K?? Sony Xperia XZ Premium, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 299 euro oppure da Amazon a 343 euro.

86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
rusp95

Lo conosco eccome. A Napoli si infilano ovunque, ti sorpassano contenlocontempora sopra, sotto, a destra e a sinistra. Il far west dell'auro

alex-b
rusp95
alex-b
rusp95

Vabene io parlo del semaforo visto che l'articolo parla di esso. Comunque come si dice? Impara a guidare a Napoli e dai guidare la macchina ovunque.

il Gorilla con gli Occhiali

Assurdità enorme oltre che pericolosissimo.

Gianluca Scuzzarello

Non solo in Italia. Anche in altre città europee e del mondo attraversano in mezzo ad un incrocio o comunque senza rispettare la segnaletica per terra. Poi non intendevo proprio in mezzo all'incrocio, ma se uno deve attraversare una strada senza semaforo come fa? Si butta nella speranza che vada tutto bene, fidandosi dei sensori?! Poi ripeto. I semafori sono stati fatti per dare una finestra di tempo a macchine per passare e pedoni per attraversare la strada, se togli i semafori con questo sistema il passaggio delle macchine viene risolto, ma l'attraversamento per i pedoni no e viene reso più pericoloso (a livello di percezione) e incasinato (perché se ci sono 40 persone che attraversano quando vogliono diventa un delirio).

Tiash

Hahaha tranquillo!

utente

Mi ero soffermato troppo su " in futuro è naturale pensare ad un sistema completamente automatizzato, dove l'auto a guida autonoma regola la velocità e interviene in caso gli altri veicoli non regolino la velocità di conseguenza."

SlyAndrew

In realtà è applicabile come teoria previo, naturalmente, un'ottima infrastruttura TLC e sensoristica.
Inoltre in un incrocio i pedoni non dovrebbero attraversare, ma dovrebbero attraversare negli appositi spazi previsti prima dell'incrocio; poi facendo riferimento al mercato italiano, beh lì il problema è di natura culturale siamo abituati a fare i porci comodi nostri quando siamo in strada senza il benché minimo rispetto delle regole

SlyAndrew

Emh sono napoletano, e lavoro a Napoli. Si vede che forse non ti sei mai beccato il traffico dove non ci sono i semafori

SlyAndrew

Teoria delle code, come si fanno a gestirle? Il problema è questo, e Ford punta proprio a risolverlo; naturalmente non tutti accetteranno che l'auto decida in piena autonomia come procedere, a che velocità e in che modo dare precedenza.
A mio avviso il problema, per lo meno in Italia, è di natura culturale: quando ci si mette al volante si crede di avere la precedenza a priori in qualsiasi situazione

rusp95
SlyAndrew

A Napoli il clacson non viene minimamente utilizzato, vige la legge del carro armato o di chi è più pazzo!

Shaffler

Ma come, non era fare i 70km/h su strada statale in campagna, spacciata per centro abito per metterci qualche velox mobile, la prima causa di incidenti?

finestre

io ho sempre più paura che arriveremo a togliere agli appassionati come me il piacere di guidare in favore della sicurezza (spero solo che accada quando sarò morto da un pezzo)

rusp95

Come faranno i napoletani ora? Dovranno dire addio al loro beneamato clacson

Tony Musone

Veramente le rotatorie non sono tutte uguali, ci sono le europee e le italiane. Nelle prime, la precedenza è di chi percorre la rotatoria. Invece nelle seconde, la precedenza ce l'ha chi s'immette, spesso si trovano sulle statali quando s'intersecano con le provinciali, come questa sulla Via Emilia nei pressi di Lodi:

https://uploads.disquscdn.c...

Tizio Caio

Si infatti, se l'ultima mano è quella umana puoi avere la migliore tecnologia del mondo ma l'incidente lo fai comunque

sardanus

automatizzato si, ma se fosse manuale (ovvero che quando indica di andare tra 21 e 50 kmh) ci si affida alla buona volontà del guidatore, amen.

Gianluca Scuzzarello

Sì certo. Un pedone si butta in mezzo al traffico nella speranza che i sensori facciano il loro lavoro. Già se ferma il traffico un singolo pedone causa il caos nell'incrocio, cosa succederà quando 20, 30 o più persone dovranno attraversare? Bella idea nella teoria, ma impraticabile

Lele Prozac

quindi non passerebbe mai,ottimo

Garrett

Ma perché sprecare tempo e soldi?
In Svizzera molti semafori diventano verdi non appena si è in prossimità degli stessi.
Soluzione semplice, efficace e rapida.

Bestmark 3.0

<topquote>ogni anno un automobilista trascorre in media circa due giorni nell'attesa che il rosso diventi verde</topquote>
Ecco perché in Italia non ci fermiamo, abbiamo paura di sprecare la nostra vita!

palladicuoio

E col cappello :D

asdlalla3

Il fatto è che funzionano al contrario di come dovrebbero..

Le rotonde a singola corsia sono facili, uno davanti l'altro e basta. Quando si deve uscire si mette la freccia a destra, se devi prendere anche solo la seconda la metti prima a sinistra e poi a destra all'uscita.
Il problema sono le rotonde con più corsie (in genere, una interna ed una esterna, nelle quali colui che si mette sulla corsia esterna (che, a logica, dovrebbe essere quello che si leva alla prima o massimo alla seconda uscita) può percorrere nell'interezza la rotonda.. la corsia interna allora a che serve, se tanto si può fare così..?
Senza considerare il fatto che sarebbe da indicare la direzione ma vabbè..

Manuelicata

Devi aprire il chiosco accanto all'incrocio!

Manuelicata

Hai detto bene... fantascienza attualmente :D
Le variabili in gioco sono troppe.

checo79

nonc redo sia gestibile un incrocio trafficato più i pedoni , anche perchè quiesti mica dialogano in automatico on le auto

Zio Solaire

Addio ai semafori stradali tanto ormai ognuno ha il proprio sul retro dello smartphone

Manuelicata

Non hai considerato il vecchietto con la panda!

Tiash

In realtà mi sembra che nell'articolo si parli solo di auto connesse (che consigliano al conducente la velocità da tenere)

utente

Sì, vero, ma nel caso dell'articolo sono autonome

C’ris

In italia non sanno nemmeno cosa significhi mettere la freccia quindi figuriamoci..

roby

Dopo tanti anni dovrebbero mettero un cartello di spiegazione su come affrontate gli incroci perché solo gli italiani non lo hanno ancora capito

roby

Queste si che sono tecnologie e le auto connesse diminuiranno di gran molto gli incidenti

palladicuoio

La circolazione stradale ha troppe variabili: pedoni, strade sconnesse e storte, incroci, usura del veicolo e tante altre che se le cito tutte ci sto tre anni. Mettere in pratica la guida autonoma, nel senso di renderla fruibile a tutti su tutte le strade, anche con tecnologie e sensoristica super evolute, sarà fantascienza anche tra 30 anni.

Maurizio Mugelli

il problema di questo progetto e' che funziona soltanto se tutti seguono questo standard.

AlexGD01

Hai presente la miriade di sensori che hanno anche le attuali auto in commercio? Ecco.

AlexGD01

Chissà come riusciranno a fondere guida autonoma a guida manuale..

Aniene

Poi basta hackerare il sistema e la tua auto avrà sempre la precedenza. Figo.

BadWolf

In teoria non dovrebbe succedere perchè se il pandino non frena la tua auto dovrebbe capirlo e fermarsi

momentarybliss

Se è per quello ritengo che esista un ristrettissimo numero di italiani selezionati al corrente di come si debba usare la freccia all'interno di una rotonda, ma comunque decisamente meglio di stare in colonna al semaforo dove si verificano ben altre dinamiche

Gianluca Scuzzarello

Cara Ford, esistono anche i pedoni.

Tiash

Le auto connesse non sono per forza autonome, i dati che scambiano vengono in parte usati dalla macchina (ad esempio per frenare) e in parte mostrati al guidatore (ad esempio segnali di pericolo)

utente

Le auto connesse sono anche autonome, sennò che se ne fanno dei dati scambiati?

Darkat

Samsung? XD perché quella di Apple te la sei persa negli ultimi anni?

JUDVS

Non vedo l'ora di fare un frontale con un Pandino che non ha questa tecnologia

Mi sembra di averlo visto in 3-4 film di fantascienza...incrocio intasatissimo e in tutte le direzioni le macchine corrono calcolando perfettamente l’istante del passaggio!

Carlo

Io intanto apro una catena di negozi di ricambi per auto: fari, paraurti e mascherine a buon prezzo

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini