Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

14 Luglio 2018 65

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La protagonista del nostro test è la 2.0 TDI 190 CV S tronic quattro. Si tratta di quella più interessante: in Italia il più richiesto è proprio il quattro cilindri di due litri a gasolio, qui nella versione più potente, un buon compromesso per evitare il superbollo e avere un’auto piacevole da guidare. Il propulsore è abbinato all’ormai conosciuto automatico a doppia frizione a 7 rapporti S Tronic.

La Allroad è un vero e proprio stile di vita, una formula ormai collaudata, pensata per chi non ama i SUV ma vuole una station wagon più versatile, capace di cavarsela anche lontano dall’asfalto e affrontare sterrati leggeri, e con un po’ di stile.

Da anni nel mondo dell’auto Allroad evoca il brand Audi e quelle sue station un po’ più alte e diverse dalle altre, che da anni vediamo sulle nostre strade.

Sono passati ormai quasi vent’anni dalla prima, la A6 quattro del 1999: un’auto fantastica, con sospensioni pneumatiche e, volendo, anche le marce ridotte, che venne offerta anche con un V8 4.2, ma erano altri tempi…

Ciò che sembrava una scommessa, una scelta azzardata, ha creato invece un vero segmento di mercato. Nel 2009 il successo li ha convinti a crearne una basata sulla più piccola, la A4 Avant. La prima generazione ha conquistato più di 100.000 clienti in tutto il mondo, e poi poco più di 2 anni fa è arrivata sul mercato quella più recente: tutta nuova, evoluta nel segno della continuità, più moderna e più tecnologica.

Look sportivo ed elegante

E’ difficile confonderla con le altre “sorelle”: è più alta da terra e circa 6 cm più alta della A4 Avant normale. Sul piano estetico risulta più “muscolosa” con i passaruota allargati e rinforzati in plastica nera (ma potete averli anche in tinta) e un paraurti posteriore diverso. Il frontale è un bel biglietto da visita: elegante ma grintoso, con la calandra single frame con listelli verticali cromati e l’ormai inconfondibile design dei fari.

L’esemplare in prova è nel colore bianco ghiaccio metallizzato e non è male per questo tipo di auto, le rende giustizia, e i cerchi in lega da 18” fanno il resto. Io li sceglierei anche da 19, ma questo è un buon compromesso per il comfort.

C’è anche il Pacchetto alluminio, che costa 540 Euro, e prevede mancorrenti, telaio del tetto, inserti alle maniglie delle portiere e modanature esterne alle cornici dei finestrini in alluminio più altri dettagli che ne evidenziano lo stile sportivo ed elegante.

Quest’auto è nella versione Business Evolution, dedicata a chi cerca tecnologia e comfort, che prevede anche i fari e i gruppi ottici posteriori a LED.

Dentro la qualità di sempre e tanta tecnologia

La Allroad è bella fuori e anche dentro: come tutte le auto più recenti della Casa degli Anelli, vanta un abitacolo elegante e moderno; è ben fatta, con materiali di qualità e assemblaggi rigorosi.

Hanno un bell’aspetto e sono molto comodi i sedili anteriori sportivi, che potete scegliere tra gli optional: non sono esasperati e potete affrontare anche lunghi viaggi senza problemi; dal punto di vista estetico non mi entusiasma il tessuto che chiamano “System”. Su un’auto cosi ci vedrei bene l’accoppiata tessuto - alcantara.

Per quanto concerne l’abitabilità, davanti c’è tanto spazio e sono svariate le possibilità per regolarsi i sedili ma per le gambe di chi siede dietro ce n’è poco. Se poi chi guida e il passeggero sono alti ne rimane davvero troppo poco. Il tunnel piuttosto massiccio al centro rende la vita difficile anche all’eventuale quinto ospite. Per farsi perdonare un po’ per i passeggeri posteriori ci sono anche i controlli dedicati per il clima.

Chi per lavoro deve caricare tanto di sicuro non sceglie quest’auto, comunque il bagagliaio ha una capacità di 505 litri, in linea con le altre station “premium” come la Serie 3 o Classe C, però è ben strutturato e con una soglia di carico non troppo alta.

Interessanti le soluzioni modulari per sistemare il carico ed è molto utile il tendalino elettrico che si ritrae automaticamente all'apertura del portellone.

Tra i pregi di quest’auto c’è sicuramente l’ergonomia, però il volante multifunzionale plus in pelle a 3 razze, per il quale bisogna aggiungere 185 Euro, è un po’ troppo grande: vi consiglio di scegliere tra gli optional quello sportivo S Line, tagliato in basso e con dimensioni ridotte. Anche il tunnel centrale è molto grande e toglie un po’ di spazio davanti.

Questa versione Business Evolution la rende decisamente più confortevole, grazie al climatizzatore automatico a 3 zone e al comodo appoggiabraccia anteriore. Se volete migliorare ulteriormente la vita a bordo, potete anche aggiungere nella lista degli optional il tetto panoramico in vetro: passano gli anni, cambiano le abitudini ma sono ancora in tanti a non poter fare a meno di questo accessorio, che oggi significa anche avere un tetto panoramico che conferisce una migliore luminosità e regala una bella sensazione di spaziosità.

Ma veniamo alla tecnologia: è uno dei punti forti di quest’auto. Il navigatore Plus con MMI touch ha un display a colori da 8,3" pollici ad alta risoluzione e ha consentito di eliminare molti tasti “fisici”, avvalendosi invece del selettore circolare. Il display touch è veloce e intuitivo e il navigatore è un buon compagno di viaggio: le mappe si aggiornano online, le informazioni sul traffico sono in tempo reale e tante sono le caratteristiche che ve lo faranno apprezzare.

E poi c’è l'Audi virtual cockpit, per vedere tutto, comprese le informazioni del navigatore, sul display scenografico da ben 12,3 pollici, con una buona qualità nella definizione e, con il tasto View sul volante, potete selezionare due diverse tipologie di visualizzazione.

Grande viaggiatrice e sicurezza al top

Non me ne vogliano gli “smanettoni” e appassionati di tecnologia, ma l’Audi è anche una macchina molto piacevole da guidare, anche questa 2.0 TDI 190CV S tronic: questo quattro cilindri turbodiesel, si conferma ottimo, è silenzioso, non vibra, non è troppo ruvido nemmeno quando si mette giù tutto. Con 400 Nm di coppia già disponibili a 1.750 giri/min, non è certo un motore sportivo ma la grinta non gli manca. Abbinato al cambio a sette rapporti, uno dei migliori doppia frizione sul mercato, è il top.

E poi c’è anche la nuova trazione integrale della Casa tedesca, che ha debuttato proprio con questo modello, la quattro Ultra, che prima ha esordito nella versione con il 2.0 TFSI a benzina e poi è stata resa disponibile anche per questo turbodiesel da 190 cv. E’ un sistema on-demand, integrale solo quando serve, che consente di consumare meno ma senza perdere in sicurezza ed efficacia su strada.

Il telaio è quello della Avant, con un assetto però rialzato di 34 millimetri, che significa avere una A4 un po’ meno reattiva e precisa. Ma se scegliete tra gli optional la regolazione elettronica dell'assetto, nella modalità più dinamica, si sente meno la differenza rispetto alle altre A4 e lo sterzo diventa più consistente e preciso.

Questa Allroad dà il meglio di sé nei lunghi viaggi: in autostrada, per esempio, i chilometri proprio non si sentono. E’ comoda, silenziosa, si guida rilassati e molto sicuri, grazie ai tanti ausili elettronici alla guida.

Su questo esemplare c’è il pacchetto Assistenza Tour, 1.310 Euro davvero ben spesi: a cominciare dall’Adaptive cruise control, molto efficace, passando per quello che loro chiamano Traffic jam assist, l’assistenza alla guida nel traffico. Quando lo attivate, non solo mantiene autonomamente la distanza da chi vi precede ma è in grado di fermarsi e ripartire in modo automatico. E fino a 65 km/h può sterzare autonomamente per evitare eventuali ostacoli. Ottima anche l’efficacia dell’Audi Pre Sense, che aziona autonomamente i freni nel caso in cui chi ci precede freni troppo bruscamente, di grande aiuto quando siete stanchi o vi distraete. Nel pacchetto è compreso l’Active Lane Assist: se oltrepassate la linea che delimita la corsia su cui state viaggiando, vibra il volante e l’auto autonomamente agisce sullo sterzo riportandovi nella posizione corretta. Ci sono anche il segnalatore di ostacoli nell'angolo cieco e il riconoscimento dei segnali stradali tramite telecamera.

Voti alti alla voce consumi: si è rivelata molto efficiente nonostante i 1.600 kg di peso, la trazione integrale e il cambio automatico. Nelle strade extraurbane è fantastica e in autostrada, grazie al cambio, gira davvero in basso ed è sorprendente: si può riuscire ad ottenere una media di oltre 16 km con un litro di gasolio, anche viaggiando allegri.

Motori e Prezzi

La A4 allroad quattro è offerta con due motori diesel: questo 2.0 TDI quattro cilindri in tre step di potenza, 150, 163 e 190 cavalli, e un 3.0 V6 TDI da 218 o 272 cavalli. C’è anche un propulsore a benzina 2.0 TFSI da 252 cavalli. Potete scegliere il cambio che più vi piace: un manuale a 6 marce e gli automatici S-Tronic e Tiptronic. Il primo, almeno per ora, non può gestire coppie superiori ai 550 Newton per metro. Per questo per il più potente tremila a gasolio che vanta ben 600 Nm si sono affidati al Tiptronic: automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia, capace di regalare fluidità e comfort alla Allroad, ma che sa essere anche molto veloce all’occorrenza. Nel nostro Paese il più richiesto è chiaramente il quattro cilindri di due litri a gasolio.

E ora parliamo di prezzi: si parte dai 44.150 Euro del 2.0 TDI da 150 cv con il manuale fino ai minimo 55.350 che servono per il tremila più potente. Per questa versione si parte da 48.950 Euro e così accessoriata supera i 60.000.


Questa A4 Allroad è davvero una buona auto: pochi difetti e molti pregi, tanta tecnologia e molta sicurezza. E peccato che non abbia avuto il tempo per portarla in montagna in alta quota, perché con questa sulla neve ci si può divertire molto. E se anche abbandonate la strada principale per un bello sterrato, il sistema Audi Drive Select prevede la modalità di guida dedicata, quella “offroad", che interviene sulla risposta di motore, sospensioni e cambio per favorire la marcia sui terreni a scarsa aderenza.

Come detto, sembrava una scommessa, di sicuro una scelta azzardata, ma in Audi c’avevano visto lungo: in tanti hanno provato a copiarla ma la vera Allroad è questa o, se avete bisogno di più spazio e potete permettervela, c’è la “sorellona” A6.


65

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lo Stalin Di Turno

Che ci sia del marcio non vi erano dubbi, ma che siano arrivati a questo punto...

Lo Stalin Di Turno

Sarà, ma quello alfa da' proprio l'aria di un'auto da corsa...

daniele

Boh devo dire che con a6 allroad mi è capitato spesso di andare avanti dove vedevo diversi suv piantati.... però ovvio non sto parlando di percorsi estremi ma semplicemente grosse nevicate o sterrati un po' sconnessi

LowRangeMan

E quelle due volte ci si pianta.

daniele

Si ma magari tipo il 90% del tempo non devi andarci in offroad... e il wrangler consuma come una petroliera, va lento come pochi e ha la maneggevolezza di un trattore..

daniele

Credo sia per esigenze completamente diverse... una è per chi abita in campagna ed è in situazione di sterrato continuo... l'altra è per qualcuno che abita in città e in campagna in situazioni difficili si trova 2 volte l'anno...

daniele

Io qualche hanno fa ho preso la a6 allroad e l'esigenza è per fuoristrada saltuari. Ovviamente il 99% del tempo la uso a milano e quindi mi serve una macchina comoda ma quelle 10 volte l'anno in cui devi andare su una strada innevata in montagna o in uno sterrato molto sconnesso al mare ti serve una macchina che ci possa andare....

Ti rispondo sulla versione QUATTRO della normale... il problema è l'altezza. La allroad (almeno la 6) puoi alzarla a piacimento e quindi affrontare sterrati molto impegnativi, mentre la versione QUATTRO della normale è pensata per la tenuta di strada non per il fuoristrada e quindi è bassissima.

Stefano79

continuo a non capire il senso di queste auto, la A4 "normale" è bella e tecnologica e se si vuole più tenuta di strada si compra la versione QUATTRO, se invece si fa sterrato (ma quando mai) si compra un vero fuoristrada...bah...

Stefano79

se lo metti digitale no...altrimenti sì...sti tedeschi!

matteventu
Stefano79

la BMW ha il cruscotto di 20 anni fa...

Chase

che poi costa quando un wrangler, quello si che si può chiamare allroad

Simone

Sono più fonti messe insieme.

Mi sembra di aver letto a riguardo anche se Repubblica

Simone

Esatto, ma ci sono quelli che comprano iPhone X Plus Mega Iper al dayOne e poi se gli si rompe lo schermo lo tengono nel cassettone.

L'"olio" motore consigliato da BMW costa 160€.

Aster

Beh io sono di parte ma penso che la serie rs ha volanti diversi;)

Aster

Oggi ho preso una tesla come taxi nella mia città;)15€ ben spesi

Cerbero

Qui apri un capitolo, quello della sicurezza, su cui potremmo discutere mesi. Lo sport automobilistico è rischio e più c'è spettacolo più c'è rischio. Se la sicurezza piega la competizione a semplice noiosa presenza ripetitiva, non sono d'accordo.
ci sono un sacco di sport minori, meno conosciuti che dono abbastanza pericolosi ma non vengono praticamente toccati. Radiando le gruppo B nei rally han combinato un guaio sopra l'altro. Il vero problema del gruppo B non era la libertà tecnologica dei prototipi debuttanti ma i pericolosi miglioramenti a cui bastavano venti esemplari per essere omologati.... Il gruppo B è diventato pericoloso per quello.

matteventu

Probabilmente l'avrà comprata usata con un triliardo di chilometri lol.

matteventu

Sicuramente un'ottima auto, ma non "per me".

Una domanda: solo a me i volanti delle Audi fanno assolutamente V0MITARE in fatto di design? Sono anche peggio di quelli Volkswagen e Lexus.
(ecco, non fanno peggio di Ford, ma quello è normale, nessuno può fare peggio di Ford)

Sono io che ho gusti strani o è un pensiero condiviso?

https://uploads.disquscdn.c...

Desmond Hume

Ho capito ma se non si riesce a gareggiare garantendo una certa sicurezza ai partecipanti lo scopo della competizione viene meno altrimenti togliamo tutto casco e sistemi di sicurezza vari che fanno zavorra e non sono quindi utili ai fini della prestazione stessa visto che conta solo quella.

Cerbero

No era solo una macchina da competizione. Poi c'è da dire che il gruppo B esasperava certe caratteristiche, tanto che si parlava non a caso di formula uno da strada.....
Basta vedere macchine come delta s4, 205 T16, Ford rs200, metro 6r4...
Oggi di macchine del genere non ne fanno più e ti posso assicurare che mancano nelle competizioni....

Aster

Si hai ragione tu,ora torna a giocare.

Ibenfeldan

Infatti... La B nel nome Gruppo B stava per bara . XD

Mister chuck revenge

Uno con la x6 non dovrebbe avere nessun problema economico, almeno in teoria.

Mister chuck revenge

"orribilante" è errato, togli la b e aggiungi una p.

Mister chuck revenge

Mai piaciuta, resta cmq un prodotto di buona qualità, questo sicuramente.

Massimo Hu

ma che state a dire... ha il quattro permanente manco puoi scegliere di avere l ultra

luca bandini

serve la fonte però. immagino sia di un noto auto-blog

Desmond Hume

La più virile nel segmento rimane la Mercedes E-Class All-Terrain 4x4² https://uploads.disquscdn.c...

Desmond Hume

Mi pare di capire che fosse una bara a 4 ruote nel vero senso del termine.

Simone

La panda cross è il miglior offroad.

Meccanica 4X4 eccellente, piccola e leggera.

Poi nel mio paese conosco almeno 10 che hanno una Cherokee-Grand Cherokee e si fanno prestare le macchine per andare in campagna.

Oppure un signore con una BMW X6 che ha rotto uno specchietto contro un paletto prima di scoprire che la sua macchina non entrerà mai in quella fila e dopo averla portata al meccanico mi ha detto che la lascia la per un bel po' perché gli ha chiesto troppo ahhaah

Simone

Ci sono novità su Tesla...

Sembrerebbero esserci batterie montate a mano su model 3 in modo pericoloso, in quanto i robot non erano in grado di mettere batterie più grandi, hanno accusato Elon di urlare ai dipendenti e farli lavorare 16, offrendogli Red Bull per tenerli svegli.
Hanno spostato molti dipendenti alla catena di montaggio alla catena di montaggio della model 3 riducendo la produzione di altre auto, per poter aumentare il numero produttivo dei veicoli agli investitori, ma secondo dei dipendenti sono stati ulteriormente gonfiati.

Ma la cosa più assurda e che è stato confermato (sotto denuncia) che un dipendente stava giocando sopra un muletto facendo cerchi con le ruote, e mentre girava ha colpito un dipendente amputandogli una gamba(almeno così hanno riferito responsabile di sicurezza amici e giornali).
Inoltre hanno licenziato due responsabili di sicurezza e ambiente che avevano denunciato esposizione e sostanze tossiche e pericoli di incendio

ManofAttila

muahahah ogni volta che mi vedono arrivare fanno i salti di gioia guarda ahah io un po meno:P!

luca bandini

è il marchio distintivo dell'auto! comunque c'è plastica e plastica inoltre con il bianco non rende mentre con il grigio monsone (con tonalità di verde) è tutta un'altra storia

luca bandini

meglio no? così consuma meno e comunque ha anche il differenziale posteriore quindi gestisce le singole ruote.
se vuoi la "vecchia" integrale devi prendere il 3.0 V6

luca bandini

stupenda. peccato che non abbia la vernice grigio monsone che è stupenda

Cerbero

Eppure quando vedo queste audi non posso dimenticare la regina:
https://uploads.disquscdn.c...

Nic0m

Non pensavo a quello nello specifico ma immagino possa essere un membro della lunga lista dei "grossi, pesanti e fermi"

Nic0m

Diciamo che questa almeno si classifica come station wagon ed in quanto tale non ti aspetti di fare sterrati impegnativi (credo che la grossa differenza rispetto ad un'A4 "liscia" sia l'utilizzo con neve), i SUV a trazione anteriore grandi e grossi come veri fuoristrada invece sono qualcosa di indecente.

h.266

Solo a me piace di più il modello precedente?

Aster

Il punto debole delle giapponesi,anche se mazda ha invertito il trend

Aster

Amicone in banca e;)

ManofAttila

Hai presente il colosseo quadrato a roma?
sto a -2, proprio li:)!

sono stato fin troppo fortunato anzi, pago pochissimo, appena 300k euri:)!

hyper

Beh in questa specifica nicchia di mercato preferisco la Volvo v90 cc ... Però dire che è la migliore auto al mondo... Coraggioso....

alexhdkn

Che sarebbe?

Desmond Hume
hyper

Esatto...e sicuramente il sistema 4x4 era di prim' ordine... Subaru ha fatto scuola in quel settore,però esteticamente ha sempre faticato ...

Desmond Hume

Fumato pesante? Ingerito alcool o droghe? Peperonata o fagioli messicani?

db1997

Esteticamente la migliore auto al mondo

Aster

Verramente ci sono anche altre:) tipo nel 1996 https://uploads.disquscdn.c...

Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

HDBlog.it

Boosted Board Stealth: un missile a 4 ruote da 38 km/h | Recensione

Tutti i numeri del metano, il carburante dal potenziale inespresso