Autostrade, a luglio si riaccendono i Tutor

14 Giugno 2018 191

A volte ritornano. Si, proprio loro, i Tutor. Dopo la sentenza di condanna della Corte d'appello di Roma, che lo scorso 10 aprile aveva dichiarato Autostrade per l'Italia colpevole di aver violato un brevetto dell'azienda toscana Craft, i sistemi di rilevazione della velocità torneranno a monitorare le autostrade italiane a partire da luglio.

Rispetto a quelli precedenti, rimpiazzati temporaneamente dagli Autovelox integrati nelle scatole di cemento celesti, si tratta di Tutor evoluti denominati SICVe PM, in cui PM sta per PlateMatching, tecnologia basata sulla corrispondenza delle caratteristiche fisiche della targa, sia fra il portale d'ingresso che di uscita. Precedentemente il sistema Ocr era dotato del riconoscimento ottico dei caratteri.

SICVe PM è il nuovo sistema sperimentale approvato con provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti N. 3338 del 31 maggio 2017 su cui Polizia Stradale ed Autostrade per l’Italia stanno lavorando per l’attivazione. Invariati i criteri di utilizzo, con il calcolo della velocità media sui tratti medio-lunghi di autostrada, ma anche per il rilevamento della velocità istantanea.

Il SICVe PM è caratterizzato da tre unità: rilevamento del traffico, server di elaborazione centrale di raccolta dati e Centro nazionale accertamento infrazioni della Polizia Stradale. Una volta installati su tutta la rete autostradale, in sostituzione dei vecchi Tutor, i nuovi sistemi saranno 242 e copriranno circa 3.100 km. La priorità sarà data alle tratte più interessate dall'esodo estivo.


191

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
fede

Ma chi ci va? Solo i pecoroni che rispettano dei limiti di velocità ridicoli nel 2018...

Brazov

La domanda giusta è: quanti mio di euro hanno incassato in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno? E soprattutto, dove li andranno a prendere ?

GeneralZod

Dai si parla per parlare, mica per convincere il prossimo. E poi che sfizio c'è a parlare con chi la pensa esattamente come noi! :-)

Tony Musone

Ahahahaha..."penso ad un altra coincidenza" non credevo che saresti arrivato a tanto. Ti do una notizia, gli svedesi hanno un sistema di autovelox molto esteso (forse il più grande al mondo) anche quello a contribuito a renderlo uno dei Paesi tra i più sicuri in cui guidare. La loro civiltà consiste nel fatto che l'installazione è appoggiata dalla maggior parte della popolazione. Non pensano che ci possa essere un "qualche interesse oltre alla incolumità"

Ho fatto riferimento ai 170 km/h perchè quella velocità l'hai tirata in ballo tu, scrivendo che oggi è sicuro quanto un tempo era correre a 130 km/h

Comunque mi arrendo, le convinzioni sono come la religione, ci si crede a prescindere.

GeneralZod

Sì, penso ad altra coincidenza. Anche perché gli Svedesi sono piuttosto civili e potrebbero essere sufficienti i limiti.
La velocità va regolata in base alle condizioni di asfalto, traffico, meteo, visibilità, veicolo, strada, ecc. Nessuno si sognerebbe di andare a 130 in una 2 corsie sotto la pioggia di notte. Non perché lo dica il Tutor. E se c'è chi lo fa c'è un problema di educazione civica.
Ma poi nomini 170, qua ho autostrade a 3 corsie con limiti di 100 o 110!

Tony Musone

Se vuoi puoi dare tutte le letture che vuoi ma un dato statistico non ha millemila letture. Per esempio, da uno studio svedese è risultato che con l'introduzione degli autovelox il numero degli incidenti è calato del 30% e del 24% quello dei morti e feriti. Ora, per quanto mi riguarda puoi anche dire che è solo una coincidenza.

A 100km/h SEMBRA che stai fermo ed invece percorri 30 metri al secondo e su strada asciutta ci metti 55 metri per fermarti e diventano 93m a 130 km/h e 160m a 170km/h. Senza contare che non sei in pista con un asfalto perfetto, vie di fuga, assenza d'imprevisti d'ogni tipo e circondato da piloti al volante di auto in perfette condizioni.

Come ti ho scritto l'altra volta, l'automobile non deve essere considerata il mezzo più veloce per raggiungere la meta ma quello più comodo nel rispetto dell'incolumità di tutti.

GeneralZod

Una cosa è certa, se stavano fermi non accadevano. Come ti dissi anche allora, ai dati puoi dare tante letture differenti. Vero quel che dici. Il risultato dell'impatto risponde a precise regole fisiche (o meglio, le regole fisiche lo spiegano) e non è mai cambiato. Sono cambiati tutti quei sistemi per evitarlo, l'impatto. Diciamocela tutta. A 60 Km/h contro un platano senza decelerare difficilmente si esce illesi. Tanto meno a 100. Ma in autostrada 3 corsie+emergenza di giorno in rettilineo e senza traffico a 100 pare che sto fermo! E là pare che il Tutor stia solo per battere cassa.

Tony Musone

- Non mi sono spiegato, è stato forse accertato che quegli incidenti fatali non siano stati causati dall'eccesso di velocità?
- Quello che non è mai cambiato negli anni è l'energia cinetica sviluppata da un corpo in velocità e dal tempo di reazione dell'uomo. A 170 km/h, oggi come allora, la prima aumenta in modo esponenziale mentre la seconda diminuisce più o meno con la stessa proporzione

Ops... è vero, in precedenza avevamo già discusso ma vedo che sei rimasto fermo nelle tue convinzioni ;)

a'ndre 'ci

sicuro, neanche c'è da porsi il dubbio

a'ndre 'ci

il problema, forse non l'avete capito, sono quelli che guidano, NON le auto.

a'ndre 'ci

già la gente non sa guidare a 130.
ti supera a ca..o su ogni lato
stanno su corsie a caso

le moto peggio che peggio.

non prendiamoci in giro.. dai...

GeneralZod

Si parla di infrazioni accertate, ovviamente. Quelle reali sono sicuramente di più. Nonostante ci sia stata una diminuzione di quelle accertate per velocità, si è osservato un aumento delle vittime, andamento piuttosto costante su base annua. Cause possibili? Alcool/droghe e distrazione.
Ora è chiaro che correre da ubriachi è una bella combinazione. Ma se prendiamo come unico parametro la velocità converrai che i limiti furono imposti con una generazione di auto aventi caratteristiche tecniche e fisiche tali per cui andare a 130 corrisponderebbe ad andare a 170 con un'auto di fascia media odierna. Ovviamente in condizioni ottimali.
Come da precedente conversazione io rispetto i limiti e lo farei anche senza il Tutor, così come faccio il biglietto anche senza controllore. Mi piacerebbe più educazione civica e rispetto per il prossimo, anche al volante.

Tony Musone

Forse sono stanco ma non capisco quale relazione diretta ci sarebbe tra il calo delle infrazioni per eccesso di velocità e l'aumento delle vittime.

p.s.
"distrazione, alcool e droghe" a cui aggiungere la velocità, perchè non è che chi si distrae, beva o si droghi vada piano, anzi, la velocità in tutte quelle situazioni è un molteplicatore del rischio

GeneralZod

No, infatti.

GeneralZod

Articolo del sole24h, meno di un anno fa. Ci sono altri articoli simili se non ti piace il giornale in questione.

"...l’aumento è stato costante facendo dei primi sei mesi del 2017 il periodo peggiore dal 2001, con più di 3.000 sanzioni rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso per l'uso del cellulare alla guida.

Crescono le multe anche per il mancato uso delle cinture, la guida in stato d'ebbrezza o sotto l'effetto di droghe, oltre al mancato utilizzo del casco. Un fenomeno quello della distrazione al volante o la guida in stato di ebbrezza che ha causato proprio il grave incidente milanese...
Dal primo gennaio a metà luglio si sono verificati 39.049 incidenti, il 3,5% in meno del 2016, quando nelle stesso periodo furono 40.466. Nonostante questo, l'aumento del numero dei morti è costante e si attesta a +2,9% con le vittime passate da 745 a 800. Anche il numero degli incidenti mortali, dal primo giugno al 30 giugno, è passato dai 695 dello stesso periodo dell'anno scorso ai 727 del 2017.

E c'è un altro dato a preoccupare: a fronte di una diminuzione del 10,5% del totale delle infrazioni, con un calo di quelle relative all'eccesso di velocità del 26,8%, sono aumentate del 15,1% quelle per l'uso del cellulare alla guida (dalle 23.011 elevate dal 1 gennaio al 30 giugno 2016 si è passati alle 26.948 del 2017). Telefonino che, per gli esperti della Polizia Stradale, resta la prima causa di distrazione....".

Riassumendo +2,9% di morti con un calo del 26,8% delle infrazioni per eccesso di velocità. Strano eh? Ma dove guidi, nella Val Brembana? Qua tutti al Cell!

Ora non sto dicendo che la velocità non sia uno dei fattori di rischio, ma distrazione, alcool e droghe mietono più vittime.

Quindi bevi responsabilmente!

Tony Musone

I limiti di velocità dipendono dal tipo di strada. Se il numero degli incidenti è più elevato in città e nelle strade extraurbane non si esclude che una delle principali cause non sia proprio la velocità (troppo alta in relazione a quella strada).

"An increase in average speed is directly related both to the likelihood of a crash occurring and to the severity of the consequences of the crash. For example, an increase of 1 km/h in mean vehicle speed results in an increase of 3% in the incidence of crashes resulting in injury and an increase of 4–5% in the incidence of fatal crashes."
Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità

Ma se conosci qualche statistica accreditata che escluda la velocità tra i fattori in grado di aumentare la percentuale di incidenti (e la loro gravità) sarei curioso di conoscerla.

Steve

la mia considerazione non esclude la tua

GeneralZod

Determinante nella gravità sicuramente, nel numero non credo. Il grosso lo si fa in città, a velocità ben più basse.

Adriano

Entrambe ma più la prima. I celoduristi in suv o in auto tedesca sarebbero andati ben più forte

Tony Musone

Invece ci sono dei dati che dimostrano quanto la velocità non sia un fattore determinante nel numero degli incidenti e della loro gravità?

Tony Musone

Dice anche che è aumentato il numero degli incidenti e dei feriti (LOL)

p.s.
Come ci possa essere un'opinione diffusa secondo la quale all'aumentare della velocità non corrispondano più possibilità di fare incidenti e che questi possano avere esiti fatali, resterà un mistero

GeneralZod

Un po' come i dati mirabolanti prodotti da loro eh. Parlano di riduzione degli incidenti avendo come unico parametro la presenza del tutor...

GeneralZod

Perché credevano ci fosse il tutor o perché questo non serve ad un'emerita fava?

PilotaFulmine

oggi è uscito un articolo del sole 24h in cui si dice che durante questo periodo di stop son diminuiti i morti rispetto a quando c'erano i limiti LOL

JoeMacMillan

Con 106 1.0 '97 a benzina 137km/h da GPS, Alonso può solo accompagnare

Mistizio

o forse si riferisce ai catorcioni U.S.A.

Adriano

Chi vuoi che lo sappia. Oggi andavano tutti a velocità limite come al solito. La notizia non è girata granché

GeneralZod

Quindi questo è l'inferno!

Hoyz

Il peso non influenza la velocità massima, ma solo il tempo necessario per raggiungerla.

Gark121

Tutta la popolazione italiana. Non ha fatto notizia perché essendo morti tutti, non è rimasto nessuno a testimoniarlo

Steve

secondo me il 90% degli automobilisti manco sapeva fossero spenti, se anche si sapesse il dato che chiedi sarebbe poco affidabile

Tony Musone

Il problema non è la velocità che possono raggiungere le auto moderne e il relativo grado di comfort a velocità più elevate ma il fatto che aumentando la velocità aumentano anche le probabilità d'incidente e, in modo esponenziale, anche i danni in caso d'impatto.

Senza dimenticare il fattore che sottolineava Joel: l'eccessiva differenza di velocità con gli altri autoveicoli, soprattutto quelli di grosse dimensioni, rappresenta un pericolo

Joel

La multa la prendi se superi una velocità media di 136, che sono 140-145 di lancetta del tachimetro. Ovviamente se parliamo di velocità media significa che in alcuni tratti puoi tranquillamente andare a 250 senza ripercussioni

Shaffler

Guarda che basta già fare i 140-150 per prendere una multa, fossero i 200 potrei capire il tuo discorso

Gark121

Ah, ecco. Per fortuna che l'ho bloccato.
Di discorsi senza senso ne sento e leggo già a sufficienza anche senza di lui. Se per strada potessero girare solo mezzi che possono raggiungere la velocità massima consentita, le biciclette non potrebbero circolare mai, i mezzi pesanti non potrebbero andare in autostrada e nemmeno in molte statali etc.
Comunque sia, scusa per la domanda.

Ginomoscerino

prima del mio commento c'era Joel che diceva che alcune macchine non arrivano ai 130

Gark121

Senza offesa, ma c'è una cosa che non capisco di questo discorso: cosa importa la velocità che fanno le auto?
Cioè, se una determinata auto non arriva ai 130, cosa mi interessa? Sta sulla destra assieme ai camion (che i 130 non li fanno mai) e fine.

PecoreOvunque

Assolutamente. Prenderei a sberle entrambe le tipologie di soggetti.

Gark121

E viceversa lo stesso vale per chi sta a sinistra con una corsia più a destra vuota e non si schioda dalle p a l l e nemmeno per sbaglio.
Sono entrambe degenerazioni che causano pericolo e fastidio e che andrebbero penalizzate molto più di uno che fa i 135...

PecoreOvunque

Condivido il ribrezzo per quei soggetti. Soprattutto quelli che sei a 130 e stai sorpassando un camion e ti si francobollano facendoti i fari pretendendo di passare. Intanto fai passare me che sto rispettando i limiti e sorpassando, poi se vuoi andarti a sfracellare a 200 per poi inchiodare (da p1rl4) sotto i tutor problemi tuoi. Ma i fari e la presunzione di dover passare no, aspetti.

Gark121

Non l'hai notato solo tu, stai tranquillo. Praticamente ogni paese con dei limiti di velocità sensibilmente più bassi dell'Italia ha un tasso di incidenti più alto, e la Germania è il paese europeo con il tasso di incidenti più basso...
La distrazione uccide più della velocità, lo sa chiunque abbia mai preso il volante in mano. Ma ovviamente questi filosofi del "sei a 140km/h, criminale!" che nella vita faranno 3km al mese andando a 20km/h e causando più pericolo di chiunque altro non lo sanno...

PecoreOvunque

Infatti quello intendevo

PecoreOvunque

Infatti era per farti capire che è improponibile andare a quelle velocità con quelle macchine per più di due secondi. Ovviamente meglio non andarci proprio. E se proprio proprio, ci si mette a 90/100 sulla corsia di destra e amen.

Joel

quindi sei favorevole ai pazzi che sfrecciano a 250, senza i tutor

Bestmark01

Le soluzioni come ben sappiamo sono due:

la prima è quella di rendere adeguati i limiti per le auto circolanti nel presente
la seconda è rimuovere direttamente tutor e autovelox (anche se con questa soluzione i soldi che non prenderebbe più lo Stato dovranno essere recuperati in qualche modo...)

Joel

Quindi tu sei d’accordo con me, i tutor non vanno eliminati, al massimo si può pensare di alzare il limite da 130 a 150, quindi 160 di lancetta

Bestmark01

La gente normale va a 140 km/h in statale ma anche in autostrada non penso supererebbero di molto questa velocità. I pazzi che vanno a 200 e più fissi in autostrada sono le stesse persone che in statale vanno sparati a 160 all'ora. Considerando poi che la maggior parte dei tanto amati nuovi suv superano a fatica i 185 km/h ...

Joel

appunto, se sulle statali (110) la gente va mediamente a 140, sulle autostrade (130) vedresti le persone che sfrecciano a 200, una cosa molto pericolosa perché alza enormemente il delta

Bestmark01

Sulle statali, solitamente, non ci sono gli autovelox e nonostante abbiano comunque lunghi rettilinei, di solito la gente non va a più di 140 km/h

Joel

Quindi secondo te se non ci fossero gli autovelox e la gente sfrecciasse a 250 accanto ai camion e alle auto che per forza di cose devono andare a 100-120, il numero di morti non aumenterebbe.

Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2