Porsche in Formula E dal 2019: l'annuncio ufficiale

11 Aprile 2018 2

La dichiarazione di intenti rilasciata a fine luglio 2017 non lasciava spazio a dubbi sulla partecipazione di Porsche in Formula E a discapito della categoria LMP1 del WEC, dove peraltro negli ultimi tre anni il costruttore di Stoccarda aveva ricoperto il ruolo di leader indiscusso grazie anche alle tre vittorie alla 24 Ore di Le Mans.

Oggi, però, gli sforzi della divisione Motorsport di Porsche sono quasi tutti concentrati sulla Formula E. L'annuncio ufficiale è arrivato nella serata di ieri, dopo che la Fédération Internationale de l'Automobile (FIA) ha accolto la richiesta di Porsche di entrare nella schiera dei costruttori protagonisti del campionato per monoposto elettriche.

Dal 2019 in buona compagnia

Segnatevi la data: a partire dalla sesta stagione (al via alla fine del 2019), il cavallino rampante di Zuffenhausen si lancerà (in contemporanea con Mercedes) nel motorsport a zero emissioni, settore nel quale il marchio entrerà a gamba tesa in contemporanea con il lancio della prima berlina totalmente elettrica, una sportiva con proporzioni da coupé largamente anticipata dalla concept Mission E e dalla sua variante Mission E Cross Turismo. Per questa, e per i successivi modelli ibridi ed elettrici - Porsche ha stanziato 6 miliardi di euro da qui al 2022.

A coordinare il lavoro del team per quanto riguarda lo sviluppo e l'esecuzione del programma Formula E ci sarà Andreas Seidl, già "padre" del progetto 919 Hybrid tre volte vincitore nella categoria LMP1 del WEC. Sotto la sua guida, Porsche si occuperà del sistema di propulsione della nuova monoposto Gen2, a cominciare dal motore elettrico, l'inverter, il sistema elettronico "brake by wire", la trasmissione, il differenziale, il monoscocca, le sospensioni posteriori, l'impianto di raffreddamento e la centralina, mentre la Formula E fornirà telaio e pacco batterie.

L'efficienza energetica al centro

Grazie al nuovo regolamento - in vigore a partire dalla quinta stagione 2018/2019 - i costruttori devono completare la gara con una sola vettura, dotata di una batteria più capiente che sostituisce il cambio auto a metà gara tipico delle prime quattro edizioni. Questo da una parte riduce i costi totali per i team, dall'altra rappresenta una sfida all'ultimo kWh per la gestione energetica durante la gara: come ricorda Porsche, l’efficienza energetica del propulsore non solo gioca un ruolo decisivo in una competizione che vede la partecipazione di molte delle principali case automobilistiche mondiali, ma è anche fondamentale per lo sviluppo delle vetture da strada.

Così Andreas Seidl ha commentato l'annuncio:

E’ già da tempo che in Porsche si discute delle possibilità e delle prestazioni delle vetture elettriche. Più i nostri ingegneri approfondiscono l’argomento, più si delineano soluzioni affascinanti. Non vediamo l’ora di avere a disposizione la nostra prima vettura, all’inizio del 2019, e di potervi collaudare il propulsore che abbiamo sviluppato. La Gen2, la vettura da corsa presentata dalla Formula E a Ginevra all’inizio di marzo, è stata realizzata molto bene tecnicamente

Nonostante l'impegno in Formula E, Porsche continuerà a mantenere vivo l'interesse per le gare GT internazionali, schierando la 911 RSR nella classe GT del FIA World Endurance Championship, il cui appuntamento principale è la 24 Ore di Le Mans, ma anche nell´American IMSA WeatherTech SportsCar Championship e in altre classiche gare di durata.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pippolo

Sarebbe bello vederci un Alfa li in mezzo

AG93

bene

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video