Studio rivela: "dai microonde europei emissioni di CO2 come 7 milioni di auto"

22 Gennaio 2018 140

Le emissioni di CO2 - lo sappiamo - sono le responsabili dei cambiamenti climatici del nostro pianeta. Chi si sarebbe mai aspettato, però, che tra i principali responsabili di queste emissioni ci fossero i forni a microonde? Non che tale tecnologia sia da considerare innocua, ma da qui a pensare che i forni a microonde europei emettano la stessa quantità di anidride carbonica di 7 milioni di auto (pari a circa 7.7 tonnellate) ce n'è...

Eppure, un recente studio curato dall'Università di Manchester ha rivelato che i forni a microonde - nel loro intero ciclo di vita medio di 8 anni, ossia dalla produzione all'utilizzo, fino allo smaltimento - sono tra i maggiori responsabili della CO2 emessa nella nostra atmosfera dalle attività umane.

A "pesare" di più sul bilancio della CO2 è il consumo di corrente/energia durante l'utilizzo, stimata in 9,4 TWh: 19 microonde utilizzati per un anno, emettono la stessa quantità di CO2 di una vettura media nello stesso arco temporale. Rispetto ai 69 milioni di tonnellate di CO2 emessi dalle auto nel solo Regno Unito nel 2015, le emissioni di CO2 dei microonde in tutta l'Unione Europea sono state una frazione di circa un decimo, secondo lo studio.


Pur rimanendo la tipologia di forno domestico più efficiente, è comunque possibile ridurre ulteriormente l'energia impiegata per il funzionamento dei forni a microonde e le relative emissioni di gas serra, semplicemente applicando delle regole di buon senso: ridurre i tempi di cottura in base ai diversi tipi di pietanze scaldate e togliere la spina dal muro quando non li si utilizza, risparmiando l'energia necessaria per il funzionamento dell'orologio, che conta per il 10% della vita totale del prodotto.

Lo studio sottolinea, tra l'altro, che il ciclo di vita dei microonde negli ultimi 20 anni si è ridotto di 5-6 anni, per una media di 6-8 anni, ma questa è una tendenza che interessa purtroppo tutti gli elettrodomestici come lavatrici, frigoriferi e televisori.

Obiettivo della ricerca, secondo uno degli autori Alejandro Gallego-Schmid, è stato quello di "identificare l'impatto ambientale dei forni a microonde, devices presenti praticamente in ogni casa europea, per porre l'attenzione sulla necessità di rendere il loro sviluppo, il loro utilizzo e il loro smaltimento più efficienti".

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30 è in offerta oggi su a 596 euro.
Apple Iphone 8 256gb Argento Silver è disponibile da puntocomshop.it a 789 euro.

140

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
RBMK_1000

Sì sì, il mio era un discorso generale, non riferito in particolare all'articolo che, tra l'altro, trovo abbastanza fuorviante.

Nembolo

Ma sulle auto di sei attacato tu pensando che siano il capro espiatorio.

Nell'articolo si parla genericamente di produzione di C02 mettendo a paragone i forni a microonde europei con le auto cicolanti in una regione italiana. (Solo in Italia ne circolano 48,7 milioni, figurati in europa).
Paragone insulso, ma il problema del contenimento delle emissioni rimane e non puo essere risolto da misure generiche di rimboschimento che sono palliativi. Le vere misure sono prima di tutto il taglio delle emissioni, seppure di un modesto 5% previsto dal protocollo di Kyoto tra l'altro ritenuto da molti del tutto insufficiente.
Nell'atmosfera ci sono 3 milioni di megatonnelate di CO2 e le attività antropiche ne immettono ben 6000 ogni anno. (Oltre a quelle di origine naturali come vulcani, emissioni dal sottosuolo e ciclo delle piante). Troppo per gli oceani che fanno da compensatori e che vedono anno dopo anno inacidirsi le proprie acque.
http://www. ansa. it/web/notizie/specializzati/energiaeambiente/2013/11/14/Oceani-super-acidi-rischio-specie-marine_9621581. html

http://www. meteoheroes. com/oceano-artico-acido/

RBMK_1000

E' ovvio, ma il problema della CO2 si potrebbe non risolvere, ma attenuare smettendo di crocifiggere le auto per una mera questione di marketing e pensando ad interventi IMMEDIATI e davvero utili.

1) Rimboschimento delle aree incolte e rurali ormai abbandonati

2) Divieto di disboscamento a fini edili se l'interno numero di alberi tagliati non viene piantato altrove

3) Piani internazionali per lo stop alla deforestazione di frodo

4) Piani per il verde pubblico che siano sostanziosi, e non i soliti contentini per i cani e i bambini. Palazzi verdi, terrazzati, con i giardini a tetto.. Allora si che si inizia a ragionare.

Io non sto dicendo che le auto non inquinano, anzi, ma che si sta svolgendo una campagna di marketing che nasconde altri problemi che, visto che abbiamo così fretta di salvare il mondo, sarebbero risolvibili molto più facilmente e molto più in fretta.

Un'auto a benzina emette 2380 grammi di CO2 per ogni litro di benzina consumato. Con il GPL la soglia si abbassa a 1600 grammi circa. Un'auto moderna, che raggiunge tranquillamente i 20 KM al litro, per non parlare delle ibride, emette in 20 KM 1600 g di CO2.

Quanti kilogrammi di metano brucia una caldaia di un centro commerciale per mantenere tutto l'edificio a 30 gradi a dicembre? E una condominiale?

Ma poi, quanto sarebbe più semplice INIZIARE ad effettuare quegli interventi semplici, piuttosto che altri complessi? Iniziano dal semplice, nel frattempo ci spostiamo verso il complesso.

No?

massimo mondelli

le percentuali non le ricordo esattamente ma la resa energetica è vicina al 90% per l'induzione contro il 20% del gas. il calore disperso nell'ambiente d'inverno può essere gradevolema d'estate mette in contro anche l'aria condizionata!

Riccardo

in realtà se ci pensi è il gas perché sfrutti tutto il calore... mentre con l'elettrico hai perdite nel produrlo e nel trasportarlo

pi

mettere in bocca qualcosa che l'altro non ha mai detto è da malati di mente. si faccia ricoverare

Nembolo

La scienza è vero è l'arte del dubbio, ma è anche l'unica branca che dà solide certezze e che ha cambiato in modo radicale la vita dell'uomo sul nostro pianeta. L'intelligenza di ognuno di noi si manifesta nel capire di cosa si deve dubitare e di cosa no.
Che la terra sia una sfera penso che anche lei non lo dubiti. Eppure le "tesi" dei terrapiattisti sono le stesse IDENTICHE sue.
Rifletta.

pi

Mi fa piacere per lei, ma usando la frase celebre del Burioni, la scienza non è democratica (quindi se ne frega della massa e della politica). Il protocollo di Kyoto se non ha realizzato è una mera speculazione (bolla) dei soliti noti. La scienza si nutre di dubbi, lei sa già tutto e non ha bisogno di altro per una vita tranquilla. Stia bene Truman

Nembolo

Tranquillo sono in buonissima compagnia e cioè con 180 paesi che hanno sottoscritto l'accordo di Kyoto

pi

Ma poi scusi chi ha negato l'effetto serra?

pi

Difenda pure con la spada e con il sangue la teoria che le fa più comodo. Se è vero quello riportato nel suo link ci saranno concause e ci sarà da lavorare ancora per dimostrare la responsabilità di un fenomeno in atto. Siete voi dogmatici oscurantisti (ricordate molto qualcuno) che di una mera teoria non dimostrata fate credo assoluto ed infallibile

Nembolo

Guarda che la "mezza bufala" dell'innalzamento della temperatura nei pianeti del sistema solare è ben lungi da essere una prova "negazionista" dell'effetto serra.
Non ha vere basi scientifiche e non si manifesta in tutti i pianeti e soprattutto non tiene conto delle "stagioni" che in alcuni pianeti possono durare centinaia di anni.
Ma soprattutto l'esiguità dei dati (riferiti soli agli ultimi 15 anni, visto l'oggettica difficoltà nel procurarseli e tra l'altro sempre in modo molto parziale) non permette di avere una serie storica su cui confrontarsi. (Cosa che sul nostro pianeta ovviamente esiste).
Se queste sono le prove i negazionisti stanno messi male, quasi come i terrapiattisti.
https://www. skepticalscience. com/translation.php?a=2&l=17

Nembolo

Guada che le "polveri sottili" o "particolato" tra cui il famigerato PM 10 prodotto dalla combustione dei motori diesel è si un problema per i polmoni degli abitanti di alcune aree urbane, ma a livello globale non è assolutamente un problema vista la sua scarsissima permanenza in atmosfera.
Anche nelle zone piu inquinate basta il vento o la pioggia (o il semplice cambio di stagione) per alleggeriee di molto il problema.
Ben diverso è la concentrazione della CO2 in atmosfera che ha tempi biblici di assorbimento e produce effetti a migliaia di chilometri di distanza da dove viene prodotta. (Tipo le regioni artiche, che sono le piu esposte, pur non producendo CO2).
Ripeto: queste due cose, inquinamento ed effetto serra, andrebbero tenute separate perchè la prima è "facilmente" risolvibile con leggi "anti inquinamento", la seconda prevede modifiche epocali dei comportamenti dell'umanità intera.

RBMK_1000

Beh, le auto emettono anche CO2... In cina il 90% del parco auto non rispetta le normative antinquinamento, che praticamente, a quanto so, la nemmeno esistono.

Discorso completamente diverso per USA ed Europa.

Tra l'altro le polveri sottili vengono anche dalle vecchie caldaie, e ce ne sono a migliaia.

il problema è che per ogni grammo di polveri sottili o di CO2 prodotto dalle auto, molto difficile da eliminare, ce ne sono molti di più provenienti da fonte che sarebbe molto più semplice rivedere.

massimo mondelli

migliaia??
un paio di siti al massimo poi le ricerche prezzolate per qualche azienda americana

massimo mondelli

l'induzione al momento è il metodo di cottura più efficiente

Nembolo

Basta diventare tutti "respiriani" e il forno a microonde lo si manda in discarica.
Prana a colazione, pranzo e cena.
Dai su, cosa ci vuole?
https://www. wikipedia. org/wiki/Respirianesimo

Nembolo

Guarda che in questo articolo non si parla di "inquinamento", ma di produzione di CO2, di cui le automobili sono buone produttrici. Per cui non "avvelenamento dell'aria", ma fenomeni legati all'effetto serra e ai cambiamenti climatici.

Le due cose sono molto ma molto distinte.
Ti faccio un esempio: se l'aria di Pechino 200 giorni all'anno è irrespirabile per colpa delle loro auto a me frega solo per la frazione di CO2 che queste auto emettono nell'atmosfera e che cambieranno le mie stagioni con inverni miti, estati torride e fenomeni atmosferici fuori controllo.
Tutti gli altri veleni invece se li respirano loro... cavoli loro.

Enry

Ahahah.. XD

AlphAtomix

Mi sembra na roba scritta da un hippie

Marco

Ovviamente il problema non sono i microonde, su questo sono pienamente d'accordo. Penso che lo studio volesse più far riflettere sul fatto che non solo le auto sono la causa delle emissioni inquinanti, piuttosto che puntare esclusivamente il dito sui microonde

Nembolo

Non tutta l'energia elettrica viene prodotta emettendo CO2.
Solare, eolico, geotermico, nucleare non producono CO2.

Aderendo al protocollo di Kyoto/Doha in europa siamo avanti sicuramante rispetto ad America e Cina.
L'articolo è da bocciare perchè il problema non è diminuire i microonde, ma ridurre l'energia elettrica ottenuta da fonti non rinnovabili.
La cottura a microonde è tra le più "ecosostenibili", perchè non emette gas (nemmeno la pericolosissima CO che potrebbero emettere i fornelli e che ti costringe ad avere nelle cucine un "buco" sempre comunicante con l'esterni) non consuma "OSSIGENO" ed è molto piu efficiente di forni tradizionali o piastre a induzione e soprattutto è RAPIDA. (E rapidità vuol dire risparmio di tutto: energia e anche tempo).
Prendersela con i forni a microonde un questo caso è come incolpare chi pisc@ in mare per le inondazioni e maremoti.
Ridicoli.

ale

Appunto, l'automobile privata è l'ultimo dei problemi dell'inquinamento.

Poi i comuni fanno tante ordinanze per l'inquinamento, blocco del traffico, e cose simili, e poi cosa vedi, autobus di linea vecchi di 30 anni che circolano con fumate nere incredibili che se per sfortuna te li trovi davanti devi mettere il ricircolo se no ti intossichi, scuole con riscaldamento a palla e poi si aprono le finestre perché c'è troppo caldo, veicoli del comune vecchissimi, però loro possono circolare con una panda di 20 anni fa euro 0 mentre te se non hai l'euro 2 ti fanno la multa, luci e computer degli uffici pubblici che sono sempre lasciati accesi, anche quando dentro non c'è nessuno, ed altre cose.

Ci sono un sacco di comportamenti virtuosi che si può adottare per inquinare meno, che non costano nulla o quasi, prima di andare a rompere le scatole a chi ha l'auto e la usa per lavoro.

pi

Due appunti al tuo discorso che ha una sua logica pure condivisibile se giochi a quel tavolo. Perché gli studi che corroborano la tesi della causa umana sono magnifici, ad altissimo impact factor, tutti super peer reviewed, sono senza macchia mentre tutto il resto e' fuffa?
La malafede degli studi da te presi come campioni di metodo scientifico prendono il pianeta come scenario. Allargando il quadro, the big picture, lo stesso ricercatore dovrebbe guardare l'andamento delle temperature che gli strumenti scientifici della NASA, non di pinco pallino, rilevano sugli altri pianeti del sistema solare. Chi ha l'onesta' intellettuale di farlo cosa scopre? che le temperature stanno (con cicli) salendo in tutto il nostro sistema solare. Gli scienziati veri quindi si pongono il dubbio se la teoria della causa umana sia valida su scala piu' vasta e pubblicano lavori dove ipotizzano che le macchi solari, osservate sul sole da scienziati, non da M. Otelma siano i veri responsabili dell'innalzamento delle temperature.
Sei abbastanza in gamba per verificare per conto tuo i dati nasa e per trarre le tue conclusioni con il tuo cervello.

Alexv

Eh, no. Perché loro sono smart. Senza Siri, Alexa e tutto il tr**aio che ti suggeriscono quando spegnere il forno e, udite udite, te lo spengono pure, c'è il rischio che lo dimentichi acceso!!

RBMK_1000

Concordo.. Hai capito a pieno il mio discorso.

Tzr

ahahahaha

Gios

Dipende con 100 mila euro ti diamo un'anima biofotonica a caso, con 200 mila una da paria, con un milione di euro ti diamo quella di Renzi, salvini, Berlusconi, di maio a scelta

Palux

Perché è più facile colpire la pancia di una certa massa di cittadini, che affrontare altre tematiche, più concrete. Concordo con te, ed a vedere la "gente" comune...pare funzioni.
Un po' come il tema fra poveracci (passatemi il termine, intendo sempre la massa) ma di colore diverso, l'importante è la pancia...mica il problema dall'alto.

Gios

:P

Matt3Franc3

Sono la causa primaria dei cambiamenti climatici.

RBMK_1000

Premessa: tutto ciò che può rendere pulita ed efficiente l'auto a me piace e piacerà sempre, che sia idrogeno, elettricità, fusione nucleare e chi più ne ha più ne metta.

Ma sono altrettanto convinto di non sbagliarmi se dico che, al momento, l'automobile è utilizzata come campagna mediatica per concentrare l'attenzione su un tema in particolare, che prenda la gente allo stomaco, sorvolando volutamente su temi ben più importanti.

Vogliamo ridurre l'inquinamento domani mattina, e non fra 10 anni? Basterebbero alcuni piccoli, semplicissimi accorgimenti.

- Perchè, in un centro commerciale, devono esserci 30 gradi, tanto da farmi venire caldo anche con una camicia e un maglione? Non ne basterebbero 20 / 22? Moltiplichiamo l'effetto per tutti i centri commerciali del mondo, poi ne parliamo.

- Perchè non esiste una campagna pubblicitaria seria a proposito degli ecoincentivi peer le ristrutturazioni e l'utilizzo di pannelli fotovoltaici? Sono convito che gran parte dei cittadini, soprattutto quelli che hanno la fortuna di vivere nelle campagne, sarebbero più che d'accordo sull'installazione di pannelli solari e fotovoltaici, soprattutto con degli incentivi decenti.

- Perchè non esiste una normativa seria a proposito delle caldaie condominiali? Ok, abbiamo messo le valvole termostatiche ai caloriferi, ma a cosa servono? Ancora oggi esistono edifici ad uso prettamente turistico, dove magari d'inverno sono pieni 3 appartamenti su 10, riscaldati per intero da caldaie vecchie di 60 anni alimentate a nafta o a gas. Perchè non si propongono incentivi rivolti proprio ai condomini per rinnovare gli impianti di riscaldamento vetusti?

- Perchè non si decide di bandire definitivamente i termoventilatori di vecchia concezione, che consumano 2000W e scaldano 10 meri quadrati dopo mezza giornata? Esistono tecnologie molto più efficaci di una banale resistenza, solo che non vengono assolutamente promosse.

Poi ben venga l'auto elettrica, quella ibrida, quella a idrogeno, ma incolpare le auto dell'inquinamento è semplicistico oltre che del tutto errato. Ci sarebbero interventi molto più semplici da svolgere rispetto alla conversione di un intero parco auto di un pianeta. Solo che non vengono svolti, e sinceramente non capisco il perchè.

Liuk

E' vecchia la ha riciclata.
;-)

pako8x

Esistono tonnellate di studi che portano a pensare che le emissioni di CO2 contribuiscono al fenomeno del surriscaldamento terrestre, e fin qui ci siamo.
Esistono altresì tonnellate di prove storiche che ci danno la certezza che la terra ha vissuto periodi di surriscaldamento anche peggiori di questo, in periodi storici recenti ma precedenti all'epoca industriale.
Tonnellate di studi recenti infatti stanno ridimensionando il ruolo delle emissioni di CO2 a concausa, oltretutto neanche la più importante.
Resta comunque un enorme problema per la salute umana, e questo non è affatto secondario.

E K

Risibile, qua peró partono dal presupposto che la curva di crescita non cambi nei prossimi 2 anni.

Solaris

Ho capito, mo si sudiciano pure questi... Peccato!

E K

Io ho riportato i dati dello studio,leggiti pure il guardian, l'indipendent, NY times, etc etc etc.
Con l'attuale crescita, ammesso che non ci siano cali e che la curva di crescita sia identica a quelle degli ultimi 2 anni, pare di si.
Io trovo la cosa folle per una bolla, ma persone con piú esperienza dicono che non si tratti di una bolla.

Solaris

Si ma il microonde, o qualunque altro elettrodomestico può soltanto usare l'energia elettrica che gli viene fornita. Se questa è stata prodotta con metodi poco o affatto ecologici, che colpa ne ha l'elettrodomestico?
A questo punto non era meglio concentrasi direttamente sulle fonti energetiche? Si poteva fare addirittura un capitolo sulla produzione dell'Idrogeno, che soffre del medesimo problema. Insomma ci voleva un impostazione un po' più ragionata.

Solaris

Uhm, quindi se attacco il microonde alla rete nucleare, vuol dire che il fornetto mi diventa radioattivo? :v

dario

dammi pure del tu! :)
cosa intendo per granitico? intendo semplicemente tonnellate di studi scientifici, tutti peer reviewed, indipendenti e slegati tra loro, usando praticamente ogni branchia della scienza, tutti convergenti nei risultati e nelle conclusioni.
i pochi studi "fuori dal coro" non godono di altrettanta credibilità, anzi la maggior parte dei materiali non sono suffragati da prove scientifiche e spesso si sono rivelati basati su vere e proprie bufale, messe in giro in malafede.
chiaramente sarebbe sufficiente un solo studio in grado di dimostrare che tutti gli altri erano errati per andarli a soppiantare, ma ciò non è a oggi avvenuto, per cui mi sento di parlare di spazzatura contro "verità scientifica", con tutti i limiti che tale genere di verità comporta, come visto sopra.

Porco Zio

E un complotto dei crudariani

pi

Perdoni ma se lei sapesse cosa é la scienza saprebbe che le posizioni granitiche sono una balla colossale. O se preferisce sono il vecchio trucco di mostrare il quadro piccolo. Nel quadro piccolo questa posizione, non dimostrata, potrebbe anche starci. Se guardasse al quadro grande vedrebbe che questa tesi diventa ridicola.

Mauro Corti (Sbabba)

Beh io ho un titolo di studio, anzi due, in ingegneria e mi permetto di farti notare che:

1) il microonde è il metodo più efficiente per riscaldare un alimento, oltre che il più rapido;
2) il fatto che la corrente che alimenta il microonde venga prodotta utilizzando carbone, gas o altra fonte non rinnovabile non è certo imputabile al microonde e, quindi, è una stupidaggine imputargli emissioni di CO2.

Fabrz

Che poi i microonde più economici spesso nemmeno hanno schermo lcd, mentre oltre una certa cifra hanno funzioni per spegnere l'lcd e accenderlo solo al tocco di un tasto.

Stavus

Quindi l'Europa dovrebbe produrre più energia rinnovabile? Sai la novità...

dario

chiaro, una realtà complessa come il global warming non può avere un solo colpevole, e nessuno scienziato serio lo affermerebbe mai. certamente è una delle cause principali, e altrettanto certamente è una su cui potremmo più facilmente ed efficacemente agire.

Fabrz

Sono d'accordo con te, però avrei scritto "corresponsabili"

al404

a quando lo studio su quanti alberi abbattiamo per creare carta igienica?
e poi si lamentano che tagliano i fondi alla ricerca

Riccardo

dai, ma il microonde è il metodo + efficiente dal punto di vista energetico per riscaldare le cose... che vadano a vedere cosa si consuma a scaldare con il forno elettrico poi ne riparliamo... oppure i pieni cottura a induzione... ma dai...

andrea55

Scusa ma se ritieni sbagliato ciò che ha detto argomenta, questa censura immotivata non ha senso e non serve a nessuno

Renault

Renault Scenic dCi 160 EDC Initiale Paris: recensione e prova su strada | HDtest

Renault

Renault Koleos: recensione e prova su strada

Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest