Byton Crossover Concept: lo "smartphone su ruote" debutta al CES

08 Gennaio 2018 18

La startup cinese Future Mobility debutta al CES con il suo primo prototipo di auto elettrica ad inaugurare il brand Byton. Si tratta di un crossover di dimensioni medio-grandi, con un design che forse non sarà il massimo dell'originalità (ricorda da vicino Faraday Future FF 91 e NIO ES8) ma che propone soluzioni tecnologiche degne della fiera dell'elettronica di Las Vegas.

Impossibile non notare come i progettisti abbiano deciso di "digitalizzare" quasi totalmente l'esperienza utente a bordo di questo crossover: la plancia viene "inglobata" da un gigantesco schermo LCD dalla diagonale di 49 pollici, distribuiti su dimensioni bxh di 145x20 cm. In pratica, il display è a tutta larghezza, lasciando sulla plancia solamente lo spazio per le bocchette di aerazione laterali e per i sensori di riconoscimento facciale al centro. La plancia, così come la vediamo, sarà presente anche sull'auto di serie, come conferma il costruttore cinese. Un po' meno probabile è invece la presenza del display touch sul volante, forse l'unico vero esercizio stilistico di questo concept che promette bene.


Del resto, tutto sembra studiato a dovere: i assemblaggi e i materiali sono curati fino all'ultimo dettaglio, a voler dire che l'industria cinese è pronta per ritornare sul mercato con prodotti ad alto livello qualitativo e tecnologico.

Byton Crossover Concept vanta un powertrain full-electric in grado di garantire circa 400 km di autonomia nell'allestimento base, con un massimo di 520 km per la versione top di gamma. Interessante il fatto che per raggiungere 250 km di autonomia siano necessari solamente 20 minuti di ricarica, mentre sono sufficienti 30 minuti per arrivare all'80% della carica.

Poteva forse mancare l'assistenza alla guida? Certo che no: grazie anche alla connessione 5G, la Crossover Concept arriverà sul mercato nel 2019 con un livello 3 di automazione, ma Byton è sicuro di poter arrivare presto al livello 4, ossia il massimo grado di automazione prima dell'eliminazione di pedaliera e volante. I diversi sensori per la guida autonoma sono ben integrati nel design della vettura, basti vedere le telecamere che sostituiscono gli spiecchietti laterali.


Per rendere quest'auto un vero "device tecnologico su ruote", Byton ha inoltre pensato ad un sistema di controllo vocale basato su una versione personalizzata di Amazon Alexa. In più, il sistema di bordo è in grado di monitorare alcuni parametri vitali degli occupanti, come la frequenza cardiaca e la pressione del sangue.

Secondo quanto ufficializzato da Byton, il Crossover dovrebbe raggiungere i mercati di mezzo mondo, dalla Cina agli USA, passando per l'Europa, ad un prezzo di partenza di 45.000 dollari (pari a circa 38.000 euro esentasse): se l'accoglienza soddisferà le aspettative, allora ci sarà spazio anche per una berlina e un monovolume, entrambi naturalmente elettrici.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 670 euro.
Apple Iphone 8 64gb Space Grey Grigio Siderale è disponibile da puntocomshop.it a 648 euro.

18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
roby

Io comunque non mi fiderei mai a far guidare la mia auto ad un sistema che e' ancora agli albori. Preferisco acquistare auto che abbiamo I sistemi che assistano il guidatore come sopra detto piuttosto che farmi guidare d

Marcomanni

Tesla, che se avessero avuto almeno la metà dei tizi che una settimana fa stavano facendo l'a21, quasi sicuramente una famiglia in meno sarebbe morta bruciata... Robetta. Due tre bambini in meno che bruciano sull'autostrada, che vuoi che siano?
L'incidente mortale con la tesla ha dimostrato che con un sistema totalmente imperfetto e fatto a c4770, la mortalità sulle strade di dimezza (o meglio si era dimezzata al momento dell'incidente, figuriamoci oggi che è passato un anno e la versione 2.0 ha 8 telecamere e 12 radar).

Francesco

Ma basta co sti crossover

ironmel

non si muore perché tutto sarà ridondante...anzi tutto è già ridondante sui sistemi di assistenza attuali, figuriamoci sui livelli 4 e 5 dove ci sarà una cascata di ridondanza apposta per fronteggiare quasi ogni situazione.

ironmel

tablet mediacom acquistato rigorosamente usato di quarta mano però! :)

Leox91

You made my day.

roby

Appunto, e io penso che devono piu concentrarsi sui sensori di frenata automatica in caso di distrazione o colpo di sonno del guidatore (stile VW) quindi migliorare questo aspetto vuol dire diminuire drasticamente gli incidenti e non e' cosa da poco. Riguardo alla guida semi autonoma ti ricordo l incidente mortale avvenuta sulla tesla e l' azienda ovviamente se n'e' uscita spiegando che era in fase beta

Duca

L’autonomia non è per niente male. Penso che riesca a coprire perfettamente la percorrenza media degli italiani.

Simone Facchetti

Dubbi del tutto giustificati. In Italia ci vorrà ancora un bel po' prima che la regolamentazione venga aggiornata. In ogni caso, già adesso con le auto a guida semi-autonoma di livello 2 si può viaggiare molto più rilassati. Certo, non si possono ancora staccare le mani dal volante né guardare film... ;)

roby

Ma quando usciranno realmente sul mercato ? Ci si puo' mai affidare totalmente a queate tecnologie? E se all improvviso un software non dovesse funzionare che si fa si muore? Mha sono un po scettico

LaVeraVerità

Si ma sarebbero comunque Km cinesi.

LaVeraVerità

Airbag? Quale airbag?

DiRavello

cinesi...sicurezza..... nella stessa frase non ci stanno

Riccardo

Tolti lo schermo da 49 pollici e quelli per i sedili posteriori è in grado di farne 600 di km con una singola carica

Massimo Fonetico

Preferisco il Pandino fire col tablet mediacom attaccato al cruscotto con le pinze di mpare Carmelo.. che questa macchina da stranosessuali spostati proprio

Simone Facchetti

L'auto è a guida autonoma di livello 3

roby

Ma devo guidare o navigare su internet sono un po confuso

Maurizio Mugelli

il display touch sul volante sarebbe probabilmente un problemino quando si apre l'airbag.
ma appena appena.

Renault

Renault Scenic dCi 160 EDC Initiale Paris: recensione e prova su strada | HDtest

Renault

Renault Koleos: recensione e prova su strada

Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest