I fari direzionali? Li ha inventati DS oltre cinquant'anni fa

26 Settembre 2017 0


In un'epoca in cui tutte le nuove auto che si rispettino devono, per forza di cose, montare tecnologie come proiettori anteriori adattivi con fascio luminoso automatico e direzionale, fa senso pensare che una simile innovazione sia stata introdotta per la prima volta su una DS oltre 50 anni fa. Ecco come sono nati i fari direzionali della prima Citroen DS. 

Inutile nasconderlo: la prima, inimitabile e inimitata DS, quella che portava ancora il double chevron sulla calandra, è stata una vera fucina di idee. Un laboratorio viaggiante dove tante idee rivoluzionarie, ma anche incredibilmente semplici, sono state incubate e "allevate" per anni prima di approdare sulla maggior parte delle automobili.

Per una volta, non parliamo delle fantastiche (e ancora oggi relativamente rare) sospensioni oleopneumatiche, vero e proprio marchio di fabbrica della "Deesse", bensì di un elemento relativamente poco conosciuto della vettura, ossia i fari orientabili in funzione della posizione del volante, introdotti esattamente cinquant´anni fa.


Creati dal genio di Paul Magès, storico ingegnere e designer responsabile dello sviluppo della DS negli anni '60, i fari della DS seguivano la rotazione dell'asse anteriore della vettura, con lo scopo di orientare il fascio luminoso proiettato per una maggiore sicurezza in tutte le situazioni. Rispetto a tecnologie già esistenti all'epoca dello sviluppo, basate su una costosa ed ingombrante elettronica, i fari di Magès si orientavano a motore spento, solidalmente con le ruote anteriori. Il segreto? Delle semplici "corde da pianoforte", come amava rispondere il progettista a chi gli chiedesse spiegazioni.

La realtà non si discostava dalle dichiarazioni di Magès: due corde comandavano i fari a correzione dinamica collegati alle barre antirollio dell'auto, mentre altre corde, collegate alla scatola guida, orientavano la posizione dei fari a comando direzionale. In questo modo non vi erano "filtri" tra la direzione delle ruote anteriori e l'effettivo orientamento dei fari (secondari, quelli principali rimanevano fissi per poter garantire un'illuminazione più profonda): una soluzione vantaggiosa sia per l'affidabilità sia per il prezzo contenuto del sistema.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Tigershopit a 638 euro oppure da Amazon a 684 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro

HDBlog.it

Le migliori tecnologie di Ginevra 2018: dal pneumatico vivente ai fari smart Mercedes