Audi a Francoforte: A8 e guida autonoma di Livello 3

08 Settembre 2017 0


Audi A8: un nome che non rappresenta solo il lusso e l'esclusività tipicamente associati ad un'ammiraglia ma è anche la prima auto di produzione disegnata per la guida autonoma di Livello 3. Francoforte sarà quindi l'occasione dei tedeschi per puntare molto sul pilota automatico per il presente (con la A8) e per il futuro con i concept di Audi che anticipano i livelli 4 e 5.

Partendo dal presente (o meglio, dall'immediato futuro), Audi A8 permetterà di guidare in autonomia sulle autostrade e strade extra-urbane a più corsie con una barriera fisica che separa i due sensi di marcia. Il pilota automatico prende in carico la guida nelle situazioni stressanti, gestendo l'auto nel traffico in lento movimento fino ai 60 chilometri orari e controllando acceleratore, freno e volante. Rispetto al Livello 2, il conducente può anche permettersi qualche distrazione (fattore però dipendente dalle legislazioni dei vari Paesi) e l'unico requisito è essere sempre pronto a riprendere il controllo quando l'auto lo richiede. Il sistema fa uso di videocamere, radar, sensori e scanner laser per ricostruire lo scenario circostante e interagire nel traffico.

Livello 4

Saliamo di livello nell'autonomia del pilota automatico e troviamo un SUV coupé da 4.9 metri basato sul concept e-tron Sportback. Oltre alla trazione integrale elettrica grazie a tre motori per una potenza di 370 kW, il concept approccia il livello quattro con un hardware di livello superiore che rende il pilota automatico in grado di gestire la guida completamente autonoma in autostrada fino a 130 km/h, incluso il cambio di corsia. Inoltre sono allo studio sistemi di connettività in rete e con altri veicoli e infrastrutture oltre ad ulteriori evoluzioni dell'intelligenza artificiale di bordo.

Livello 5

Il secondo concept in mostra a Francoforte è quello che guarda più lontano nel futuro. Con il livello 5 si raggiungerà la completa autonomia e non bisognerà concentrarsi su strada o traffico: un film, un pisolino o le mail di lavoro saranno tutte attività possibili mentre il pilota - veramente - automatico gestirà la guida in tutte le situazione. L'auto evolverà l'abitacolo per renderlo sempre più connesso e ampliare le attività disponibili a bordo e l'IA sarà in grado di reagire agli imprevisti. Il concept è inoltre basato su una piattaforma elettrica con quattro motori ed è pensato per le lunghe percorrenze. L'auto, di segmento D, ha un'autonomia tra i 700 e gli 800 chilometri.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2