Marchionne da Monza: no a scorporo Alfa e Maserati, sì a Magneti Marelli

04 Settembre 2017 0


Intervistato dai giornalisti in occasione del Gran Premio di Monza, Sergio Marchionne smentisce i rumor insistenti degli ultimi giorni sul possibile scorporo dei marchi Alfa Romeo e Maserati dal colosso italo-americano Fiat Chrysler Automobiles per rendere il gruppo più attraente per eventuali nuovi partner industriali. Confermata invece la volontà di separare Magneti Marelli dalle attività finanziarie del gruppo.

Da diversi mesi si susseguivano voci più o meno autorevoli in merito ad uno scorporo o addirittura una vendita di Magneti Marelli da parte di FCA. Negli ultimi giorni, al fornitore di componenti si sono aggiunti anche i brand Alfa Romeo e Maserati, il "polo premium" del gruppo, negli ultimi anni al centro di un piano di investimenti che sta iniziando a dare i suoi frutti.

Sebbene potesse sembrare una strategia rischiosa, l'idea di scorporare il polo premium dal Gruppo rappresentava per FCA un modo per ravvivare i propri marchi generalisti, lasciando a Jeep il compito di esplorare il segmento premium senza l'ingombrante presenza dei "cugini" italiani, anche in vista di eventuali altre cessioni ai cinesi di Great Wall.

I rumor sullo scorporo hanno però avuto vita breve: in occasione del Gran Premio d'Italia a Monza, il CEO di FCA (nonché CEO e Presidente di Ferrari) ha escluso categoricamente la presenza di trattative in corso e, quindi anche di eventuali scorpori all'orizzonte:

Non ci sono offerte sul tavolo. Il momento è sbagliato, non siamo nelle condizioni di farlo. Se c'è un'opzione, si avvererà in futuro, di sicuro dopo che me ne sarò andato io. La cosa importante, per noi, è confermare l'impegno per il piano al 2018. Abbiamo anche annunciato che presenteremo un nuovo piano al 2022. C'è una strada piuttosto chiara da seguire, il resto non conta niente. I risultati stanno arrivando.

FCA dunque va avanti per la propria strada, che vedrà nel 2018 la prima tappa per il consolidamento del gruppo: il completamento del piano industriale presentato nel 2014. 

A proposito di Magneti Marelli, invece, sembra che il destino del fornitore di componenti attualmente nell'orbita di FCA sia segnato:

Ci sono delle attività che non appartengono a un produttore di auto, per esempio la componentistica. Il gruppo deve essere purificato da queste realtà. Spero che possa succedere prima della fine del 2018. La cosa importante è confermare l'intenzione, poi la tempistica arriverà al momento giusto. In un mondo ideale, sarebbe bello finire il piano del 2018 con tutti i numeri con cui siamo partiti e poi, dal 2019, affrontare la nuova realtà con cui dovremo misurarci con un piano che abbia una base differente da quello del 2014.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 691 euro.
Apple Iphone 8 Plus 64gb Grigio Siderale Space Grey è disponibile da puntocomshop.it a 757 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault Scenic dCi 160 EDC Initiale Paris: recensione e prova su strada | HDtest

Renault

Renault Koleos: recensione e prova su strada

Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest