Daimler: joint venture con Via per il ride-sharing in Europa

04 Settembre 2017 0


Mercedes-Benz Vans ha annunciato un importante investimento di 50 millioni di dollari nell'azienda americana specializzata in servizi di ride sharing Via. L'alleanza prevede introdurre il servizio di van-ride sharing dalle metropoli americane anche in quelle europee, partendo da Londra. In più, la joint venture è al lavoro sull'integrazione del sistema operativo su furgoni esistenti, oltre che su quelli elettrici e autonomi che verranno.

50 milioni di dollari USA sono il primo grande passo della joint venture stretta oggi dalla divisione vans di Daimler e Via, l'azienda americana che vanta oltre 1 milione di corse al mese a bordo dei propri pullmini adibiti al servizio di ride-sharing.

Il ride-sharing che mette d'accordo tutti


La collaborazione prevede lo sbarco in Europa (si parte dalla città di Londra, per poi debuttare gradualmente in tutte le principali metropoli europee) del servizio di ride-sharing Via, che prevede di riunire su un'unico veicolo con conducente tutti gli utenti interessati a raggiungere una destinazione comune, ottimizzando gli spazi cittadini, riducendo le emissioni e i costi di viaggio.

Verso la trasformazione del trasporto pubblico


La partnership consente a Daimler di accedere all'interessante progetto di mobilità di Via, che sta re-ingegnerizzando gli algoritmi che regolano il funzionamento dei mezzi pubblici all'interno delle grandi città. Grazie a Via, si potrà passare in breve tempo da uno schema di percorsi e linee rigide ad una rete dinamica, riconfigurabile e on-demand che costituirà un'importante integrazione alle attuali reti di trasporto pubblico.

L'unica cosa che i clienti dovranno fare è richiedere un passaggio via app: sarà poi compito di Via, grazie alla tecnologia proprietaria On-Demand Shuttle Operating System, trovare il veicolo che più si adatta alle loro esigenze e, contemporantemente, a quelle degli altri passeggeri attualmente a bordo del veicolo.

Non solo van Mercedes


La piattaforma Via sarà applicata non solo ai van Mercedes (i più usati saranno Vito Tourer e Classe V) ma anche a vetture di terze parti, come le agenzie di trasporto pubblico o privato locali, che godranno così di una nuova serie di percorsi con fermate e stazioni "virtuali", eliminando il bisogno di nuove e costose infrastrutture fisiche.

Il sistema Via verrà poi ulteriormente sviluppato per adattarsi alle nuove tecnologie in arrivo nei van Mercedes, ossia i powertrain elettrici e la guida autonoma.

Nuovi servizi per una mobilità più efficiente


Secondo Volker Mornhinweg, Head of Mercedes-Benz Vans, la collaborazione tra Mercedes-Benz Vans e VIA rappresenta un ulteriore stadio della strategia adVANce, che vede Daimler in una fase di trasformazione da semplice costruttore di van a fornitore di servizi integrati e innovativi per la mobilità di persone e cose. Naturalmente, adVANce fa parte della più ampia strategia CASE (Connected, Autonomous, Shared&Services ed Electric) portata avanti dal gruppo Daimler.

Attualmente, i servizi di mobilità di Daimler - che comprendono car2go, mytaxi e moovel - raggiungono più di 15 milioni di utenti in tutto il mondo. La collaborazione con Via, iniziata nel 2015, consentirà ai due gruppi di sviluppare in maniera congiunta i veicoli e i servizi più appropriati per la mobilità del futuro.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus è in offerta oggi su a 515 euro oppure da ePrice a 577 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani