Nuovo Porsche Cayenne: foto e info della terza generazione

29 Agosto 2017 0


Una Porsche senza compromessi e un nuovo punto di riferimento per i SUV sportivi di lusso: queste le principali caratteristiche della terza generazione di Porsche Cayenne, che porta al debutto per la prima volta su un SUV di Stoccarda le quattro ruote sterzanti.

Più Porsche, più Cayenne. Si potrebbe sintetizzare in questo modo la portata delle novità che hanno interessato il progetto Cayenne, quello che ha portato al modello più venduto di sempre nella storia del marchio di Zuffenhausen. Un modello che giunge oggi alla sua terza generazione dal 2003, con significativi miglioramenti e una personalità sempre ben distinta.

Fuori si fa più "911"


Ad arrivare sul palco del museo Porsche di Zuffenhausen nella serata della presentazione mondiale è un esemplare di colore grigio antracite. Elegante e ancora più muscoloso, il nuovo Cayenne diventa ancora più atletico, mantenendo i propri tratti fondamentali (cofano lungo e sporgente, posteriore compatto e avvolgente) e avvicinandosi ulteriormente all'inconfondibile silhouette della pietra miliare della gamma Porsche, l'intramontabile 911.

Il frontale è la parte che meno è stata stravolta, ma solo resa più leggera dai nuovi gruppi ottici a goccia, disponibili a LED e a LED Matrix per un'illuminazione impeccabile in ogni condizione. Lateralmente, la silhouette si fa più sfuggente e i parafanghi diventano più marcati, mentre dietro i fari si uniscono in un unico pezzo caratterizzato da una linea di LED che percorre tutta la larghezza del veicolo. Sempre presenti, sia davanti sia dietro, i quattro elementi "puntiformi" nelle luci di posizione, una firma luminosa imprescindibile.

Dentro si "digitalizza"


E' soprattutto dentro che la terza generazione di Cayenne cambia radicalmente, con una plancia super-semplificata a sviluppo orizzontale dove a dominare è il grande display touch da 12,3 pollici del sistema di infotelematica PCM, che sormonta una console centrale dove i pulsanti fisici sono stati sostituiti quasi del tutto da superfici aptiche a sfioramento e poche rotelle per regolare le funzioni principali. Comodi i due maniglioni per aggrapparsi durante l'utilizzo in offroad.

La strumentazione Porsche Advanced Cockpit, come avviene su Panamera, è composta da due display laterali da 7 pollici e un elemento circolare rigorosamente analogico al centro, per un'esperienza inconfondibilmente Porsche. Stupiscono i sedili, realizzati con pellami traforati di alta qualità e disegnati per essere ancora più contenitivi, come testimoniano i poggiatesta integrati.

Due V6 molto diversi


Sotto al cofano, al momento del lancio, il nuovo Cayenne monterà due motori apparentemente simili ma progettualmente diversi. Cayenne "base" sarà spinto da un 3.0 V6 turbo da 340 CV e 450 Nm di coppia massima (0-100 in 6,2 secondi, 5,9 con il Sport Chrono Package e 245 km/h di velocità massima), mentre Cayenne S porterà al debutto il nuovissimo 2,9 litri V6 biturbo da 440 CV e 550 Nm di coppia massima (5,2 secondi per lo 0-100 e 265 km/h di velocità massima). A tutti i motori è abbinata la nuova trasmissione automatica a otto rapporto Tiptronic S.

Leggero e dinamico


A caratterizzare il lavoro svolto dagli ingegneri Porsche per questa nuova generazione di Cayenne c'è sicuramente un piacere di guida ulteriormente evoluto, grazie alla presenza (per la prima volta su un SUV Porsche) di ruote posteriori sterzanti e pneumatici differenziati tra avantreno e retrotreno. 

Di serie sono presenti le quattro ruote motrici intelligenti, oltre al nuovo sistema Porsche 4D Chassis Control (che agisce in combinazione con il Porsche Dynamic Chassis Control), alle sospensioni ad aria a triplo stadio e ad una struttura che pesa fino a 65 kg meno della precedente (1.985 kg in totale) grazie all'intenso utilizzo di alluminio (per l'intera carrozzeria) e acciai altoresistenziali. Sempre al centro dei progettisti anche l'utilizzo in offroad.

Freni innovativi


A porre un freno all'imponenza di Cayenne lanciato alla massima velocità ci sarà il nuovo Porsche Surface Coated Brake (PSCB), un impianto frenante ad alte prestazioni disponible, per la prima volta al mondo, con un disco di acciaio rivestito con un composto di tungsteno e carbonio, un rivestimento che incrementa i valori di frizione riducendo al contempo le polveri risultanti, per una frenata più potente e veloce.

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Phone Strikeshop a 490 euro oppure da Media World a 549 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS

Auto

Polestar 1: autonomia record per la prima coupé sportiva ibrida plug-in

Auto

Toyota Concept-i: a Tokyo la famiglia di elettriche con intelligenza artificiale

Kia

Anteprima Kia Stonic: la prova del B SUV coreano