Due cifre per la nuova nomenclatura Audi

23 Agosto 2017 0


Il costruttore dei quattro anelli ha annunciato un importante cambiamento nella logica che attualmente regola la nomenclatura dei motori: al posto della cilindrata (il cui valore era sparito dai cofani delle Audi già da diverso tempo) due cifre indicheranno la fascia di appartenenza in base alla potenza del veicolo. 

Quando tra qualche anno sarete alla ricerca di un'Audi usata, dimenticatevi la classica nomenclatura a cui siamo stati abituati dalla casa tedesca fino ad oggi. "Audi A6 3.0 TDI 250CV" sarà infatti presto sostituito dalla nomenclatura "Audi A6 45 TDI", in cui le due cifre 45 indicano la fascia di potenza in cui il propulsore diesel V6 si va a posizionare.

Se questo tipo di denominazione non vi è nuovo non siete i soli: Mercedes-AMG da tempo utilizza questo metodo per identificare la fascia di appartenenza delle proprie sportive. Un tempo, le due cifre (una su tutte l'iconico "63") indicavano la cilindrata del propulsore, mentre oggi sono utili per distinguere potenza e segmento di riferimento: abbiamo dunque la gamma 43, la 45, la 63 e la 65, con la 53 che potrebbe arrivare presto per identificare una variante intermedia tra la 45 e la 63.

E' la potenza che conta

La futura nomenclatura Audi segue proprio questa logica, anche se apparentemente poco intuitiva: i vertici del marketing hanno deciso che tutte le Audi con potenza compresa tra 81 kW (110 CV) e 96 kW (130 CV) saranno caratterizzate dalla sigla "30" davanti all'acronimo della tecnologia utilizzata (TDI, TFSI, e-tron, g-tron). Una cifra che va incrementata di 5 unità salendo di potenza: per esempio, le Audi con output compreso tra 169 kW (230 CV) e 185 kW (251 CV) avranno la sigla "45".

Così varrà anche per tutti i range di potenza intermedi (attualmente Audi non ha specificato altri valori) fino alla soglia dei 400 kW (544 CV), oltre la quale tutte le Audi avranno la sigla "70". Per questo, l'Audi Q2 con motore 1.0 TFSI da 115 CV diventerà Audi Q2 30 TFSI, mentre l'Audi Q7 3.0 TDI da 272 CV diventerà Audi Q7 50 TDIEscluse da questo tipo di denominazione saranno le vetture della gamma S, RS e la sportiva R8. 

A8 sarà la prima


La nuova nomenclatura entrerà in vigore a partire dal prossimo autunno sulla nuova Audi A8 con i primi due motori disponibili al lancio, vale a dire il 3.0 TDI da 286 CV (che diventerà Audi A8 50 TDI) e il 3.0 TFSI da 340 CV (Audi A8 55 TFSI). Il nome dei modelli (da A1 a Q8) rimarrà invece invariato.

Nei prossimi mesi, tutti i nuovi modelli della gamma Audi adotteranno il nuovo schema di identificazione, mentre gli attuali modelli saranno aggiornati entro l'estate del 2018.

Così Dietmar Voggenreiter, responsabile Vendite e Marketing del Consiglio di Amministrazione Audi, ha spiegato i motivi di questo storico cambiamento:

In un momento in cui i powertrain alternativi stanno assumendo sempre maggiore importanza, il numero dei cilindri o la cilindrata stanno diventando sempre meno importanti per i nostri clienti. Una logica in cui si strutturano i valori della potenza erogata è invece utile per distinguere i modelli in base alle prestazioni.


Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 204 euro oppure da Amazon a 336 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini