McLaren F1 25 anni dopo: Gordon Murray racconta il suo capolavoro | VIDEO

17 Agosto 2017 0


"Quando sei un designer di auto da competizione e ti dicono di creare un'auto da strada, il tuo subconscio lavora per creare una vettura da corsa"

Gordon Murray racconta così il risultato del suo lavoro alla McLaren, 25 anni dopo la nascita di una delle auto migliori di sempre: la F1. In un breve video Murray racconta come arrivò a concepire l'auto che fu una delle più vicine per la tecnologia applicata alle Formula 1 dell'epoca.


E sulla particolare impostazione dei sedili aggiunge:

"Volevo eliminare i problemi delle supercar dell'epoca, e le ho provate tutte, in particolare la posizione terribile in cui erano installati i pedali. Per questo scelsi di mettere il sedile del conducente al centro. Ma soprattutto volevo che il futuro proprietario della F1 si sentisse speciale"


A oltre due decenni di distanza in pochi hanno osato tanto nella progettazione di una auto da strada. Non tanto per la potenza raggiunta (comunque da capogiro di 627 CV erogati dal V12 6.0 litri sviluppato da BMW) ma piuttosto per il trasferimento completo e fedelissimo della tecnologia delle F1 di inizio Anni '90 su una stradale.

"Il corpo vettura e il telaio in carbonio autoportante sono del tutto identici a quelli delle Formula 1 di quegli anni. Tutta la tecnologia è la stessa delle Formula 1"


Attualmente la McLaren F1 è ancora la vettura stradale come motore aspirato più veloce di sempre ed Andy Wallace lo dimostra in pista raggiungendo la velocità massima di 391 Km/h. Era il 1998.

"Non sale più di 391 ma direi che è abbastanza veloce, no?"


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani