Sustainable Zoom-Zoom 2030: i piani di Mazda per il futuro

08 Agosto 2017 0


Mazda rinnova il suo impegno verso un'industria automobilistica più sostenibile e tecnologica con il piano a lungo termine "Sustainable Zoom-Zoom 2030", che prosegue il "Sustainable Zoom-Zoom" avviato nel 2007: nei piani, tra le altre cose, lo sviluppo della nuova generazione di motore a benzina SKYACTIV-X con accensione a compressione, mentre le tecnologie di guida assistita più avanzate saranno di serie su tutte le Mazda dal 2025.

Sustainable Zoom-Zoom 2030: così Mazda rinnova il suo piano di sviluppo tecnologico verso la sostenibilità ambientale del proprio operato, proseguendo quanto iniziato nel 2007 con il piano "Sustainable Zoom-Zoom". La nuova filosofia ha una prospettiva più a lungo termine e si basa sull'utilizzo del piacere di guida, un punto fondamentale nel mondo dell'automobile, per aiutare a risolvere i problemi che le persone, la terra e la società devono affrontare .

I punti cardine del piano

In cosa consiste l'approccio di Mazda per contribuire a fare della Terra un posto migliore, migliorando le condizioni delle persone che ci vivono? Prima di tutto, il costruttore giapponese adotta una prospettiva "well to wheel", che punta a ridurre le emissioni di anidride carbonica a livello mondiale fino al 50% dei livelli registrati nel 2012 entro il 2030, basandosi sull'intero ciclo di vita del veicolo e non solamente su quanta CO2 viene emessa al km. Un livello che verrà ridotto del 90% entro il 2050. Questo sarà possibile grazie ad una politica che preveda continui perfezionamenti degli attuali motori a combustione interna, combinati con un utilizzo crescente delle più efficaci tecnologie di elettrificazione.

Il primo frutto concreto del piano Sustainable Zoom-Zoom 2030 sarà l'introduzione di veicoli elettrici dotati anche di altre tecnologie di azionamento elettrico in regioni che privilegiano la produzione di energia pulita. Il diesel non compare nel piano, mentre per quanto riguarda il benzina il costruttore giapponese ha annunciato l'arrivo di una nuova generazione di motori SKYACTIV-X.

SKYACTIV-X: Mazda crede ancora nel benzina

SKYACTIV-X sarà il primo motore a benzina a livello mondiale ad utilizzare il metodo di accensione a compressione, in cui la miscela combustibile-aria si accende spontaneamente quando è compressa dal pistone: tale metodo supera i problemi che hanno impedito la commercializzazione di motori a benzina ad accensione ad alta compressione essendo capace di massimizzare la zona in cui è possibile l´accensione a compressione.

Il risultato di tale tecnologia è un motore che combina i vantaggi dei motori a benzina con quelli dei diesel: migliore risposta del motore (coppia incrementata dal 10 al 30% rispetto agli attuali motori SKYACTIVE-G3), efficienza migliore del 20-30% (addirittura del 35-40% in più rispetto ai motori del 2008), con risultati paragonabili se non migliori, sempre secondo Mazda, rispetto al più recente diesel SKYACTIV-D. Migliorano anche la fluidità e il range di utilizzo del motore, con una conseguente maggiore libertà nella scelta dei rapporti di trasmissione: aumenta, quindi, anche il piacere di guida.

Jimba Ittai sempre più presente anche in futuro

Ed è proprio dal proverbiale piacere di guida in stile giapponese, che prevede una perfetta sintonia tra l'uomo e la sua macchina, che Mazda spera di creare un futuro in cui le persone, la Terra e la società possano coesistere con le auto, migliorare la vita di queste attraverso un'esperienza di contatto con l´automobile. Mazda, insomma, vuole continuare ad essere un marchio con una forte connessione emotiva tra uomo e macchina.

Questo approccio si ritroverà anche nell'estetica delle nuove Mazda che, grazie ad un'evoluzione della filosofia stilistica KODO - Soul of Motion, contribuirà a rinforzare questa connessione emotiva: auto sempre più coinvolgenti ed emozionanti da vedere, prima ancora di guidarle.

Guida autonoma e sicura, ma l'uomo è ancora al centro

Il piano Sustainable Zoom-Zoom 2030 prevede, infine, un'accelerazione della Mazda Proactive Safety philosophy, tecnologia che ha come obiettivo quello di evitare gli incidenti stradali. Per questo, gli ingegneri Mazda miglioreranno i sistemi di sicurezza avanzati i-ACTIVSENSE già a partire dal 2018. Nel 2020 inzierà la sperimentazione delle tecnologie di guida autonoma, ma sempre tenendo conto del Mazda Co-Pilot Concept2 di Mazda, che vede l'uomo al centro della propria vettura. La guida autonoma sarà di serie a partire dal 2025, ma l'uomo, se vorrà, potrà sempre prendere il controllo della propria Mazda, con tutto il piacere di guidare che ne consegue.

Infine, la guida autonoma è vista da Mazda come un'opportunità per creare un nuovo modello di business che consente ai proprietari di auto di supportare le esigenze delle persone che vivono in aree spopolate o che hanno difficoltà a muoversi. 

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 682 euro oppure da Amazon a 780 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect consiglia la pressione giusta | Video

HDBlog.it

Boosted Board Stealth: un missile a 4 ruote da 38 km/h | Recensione

Tutti i numeri del metano, il carburante dal potenziale inespresso