Mercedes-Benz Trucks presenta il primo pezzo di ricambio in metallo stampato in 3D

02 Agosto 2017 0


Una prima assoluta nel settore automotive: Mercedes-Benz Trucks, la divisione di Daimler che si occupa dei veicoli commerciali di medie grandi dimensioni, ha realizzato il primo pezzo di ricambio in metallo stampato in 3D: il componente ha inoltre passato tutti i controlli qualità previsti dagli standard di Mercedes-Benz.

La stampa 3D assumerà sempre maggiore importanza nell'industria automobilistica nel futuro: no, probabilmente non viaggeremo su automobili interamente stampate in 3D ancora per molto tempo (in quanto la tecnologia è ottimizzata per essere conveniente solo in caso di pochi esemplari), ma un ambito in cui la stampa 3D potrebbe fare la differenza esiste, ed è quello dei pezzi di ricambio.

Ed è proprio in questo segmento che Mercedes-Benz ha realizzato il primo pezzo di ricambio per camion al mondo stampato in 3D utilizzando un materiale metallico polverizzato. Il componente, un coperchio da termostato per i modelli Unimog (la cui produzione è cessata circa 15 anni fa), ha superato tutti gli stringenti test qualitativi previsti da Mercedes-Benz, raggiungendo uno standard di qualità simile in tutto e per tutto ai componenti realizzati con processi produttivi tradizionali.

Secondo Andreas Deuschle, Head of Marketing & Operations in Customer Services & Parts presso Mercedes-Benz Trucks, la presenza di ricambi in metallo stampati in 3D garantisce "la stessa funzionalità, affidabilità, durabilità ed economicità dei pezzi prodotti con processi convenzionali"

Lo sviluppo della stampa 3D di componenti metallici è iniziato circa un anno fa, affiancandosi a quello della stampa in 3D dei componenti plastici, attualmente già considerato come processo di produzione aggiuntivo, in particolar modo quando si tratta di realizzare piccoli lotti di produzione.



La peculiarità dei pezzi metallici stampati in 3D sono le loro eccellenti prestazioni per quanto riguarda la resistenza meccanica e la resistenza termica. In più, ogni componente può essere prodotto con forme diverse (e spesso più complicate rispetto ai componenti tradizionali) in numero diverso, ad un costo significativamente inferiore, in quanto non è necessario l'acquisto di stampi e l'allestimento di una nuova linea di produzione. Tutto questo aumenta la velocità e la flessibilità produttiva, oltre che la reperibilità di pezzi di ricambio che oggi sono introvabili, in quanto i pezzi sono poco richiesti o, come nel caso del copri termostato, appartengono a veicoli ormai fuori produzione da tempo.

Rispetto al metodo produttivo Selective Laser Sintering (SLS) dei componenti polimerici, la stampa 3D dei componenti metallici si serve del processo Selective Laser Melting (SLM): la polvere di metallo (un composto AlSi10Mg di alluminio, silicio e magnesio) viene applicata attraverso singoli layer e sciolta da uno o più raggi laser.

Cerchi lo schermo con la maggiore risoluzione e supporto 4K?? Sony Xperia XZ Premium, compralo al miglior prezzo da Amazon a 579 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS

Auto

Polestar 1: autonomia record per la prima coupé sportiva ibrida plug-in

Auto

Toyota Concept-i: a Tokyo la famiglia di elettriche con intelligenza artificiale

Kia

Anteprima Kia Stonic: la prova del B SUV coreano