Guida sotto effetto di stupefacenti, Il "Drogometro" in tutta Italia

25 Luglio 2017 0


Con una circolare pubblicata il 21 luglio 2017, il Ministero dell'Interno ha deciso di dare una accelerata alle politiche di riduzione della mortalità dovuta ad incidenti stradali nel nostro Paese. Dopo quindici anni di continui cali infatti, il 2016 ha visto una crescita dell'1% in termini di vittime sulle strade italiane. 

Per riportare il trend in terreno negativo (uno dei pochi ambiti in cui dà soddisfazione vedere il segno "-") la Polizia di Stato e tutti gli organi di polizia aumenteranno i controlli grazie anche all'uso di sistemi di sorveglianza all'avanguardia. Tra questi il cosiddetto "Drogometro".

Si tratta di un dispositivo portatile che in pochi minuti può dare risposta (con una piccolissima possibilità di errore) al dubbio se il conducente di un veicolo stia o meno guidando sotto effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Il sistema è già in uso (o meglio, era in fase di sperimentazione) dal 2015 ed ora, visti i risultati incoraggianti, il Direttore generale della Polizia, ha dato direttive affinché il suo uso venga implementato e ampliato ad altre Province.

Qualora il conducente venga trovato sotto effetto di sostanze stupefacenti al volante di una vettura, verrà sottoposto al prelievo del sangue. Il campione sarà inviato a Roma e verrà analizzato per verificare che la sostanza utilizzata sia tra quelle pericolose per la guida.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE