Tesla: fuori Milano apre il primo centro assistenza per il Nord Italia

07 Luglio 2017 0


Un centro assistenza per auto che sembra quello di un elettrodomestico o un device elettronico. Il motivo è presto detto: qui non si riparano auto normali, bensì le elettriche più tecnologiche del mondo. Benvenuti nel primo centro assistenza Tesla per il Nord Italia, a pochi minuti da Milano. 

Alle porte di Milano, per la precisione a Peschiera Borromeo, è da pochi giorni attivo il primo centro di assistenza e riparazione di Tesla per il Nord Italia. A pochi mesi dall'apertura dello show-room di Piazza Gae Aulenti, nel cuore del quartiere Porta Nuova di Milano, ecco dunque il secondo passo di Tesla verso la propria diffusione capillare anche nel nostro paese. In vista, soprattutto, del lancio della nuova Model 3, programmato per il 28 luglio.

Colonnine ovunque

Che non sia una concessionaria di tipo tradizionale è chiaro fin dal parcheggio: ogni posto auto è infatti dotato di una colonnina di ricarica, per rifornire di energia le Tesla dei clienti o quelle sostitutive durante la permanenza in officina. Proseguendo il viaggio all'interno dell'edificio, a dominare è il bianco candido. Che ritroviamo sia nello show-room (di dimensioni più generose rispetto a quello di Milano), sia nella sala dove vengono consegnate e Tesla ordinate online, sia nell'officina.

Ordine e pulizia

Chiamarla officina fa sorridere: qui non ci sono pavimenti sporchi, pareti piene zeppe di attrezzi e (almeno per ora) mancano i calendari che tutti siamo abituati a vedere nelle officine tradizionali. A regnare sono l'ordine e la pulizia. Anche perché le Tesla non hanno bisogno di cambio olio, candele, filtri carburante e altri interventi di manutenzione ordinaria.

Pochi interventi "meccanici"

In questo caso, le vetture hanno bisogno di un tagliando annuale (o ogni 20.000 km) per verificare il corretto funzionamento del tutto, verificando eventualmente l'allineamento delle ruote, l'usura degli pneumatici e di tutti quei componenti che potrebbero presentare malfunzionamenti (spazzole dei tergicristalli, filtri dell'aria, stato delle sospensioni). Anche i freni non si devono cambiare spesso come sulle auto tradizionali: la frenata rigenerativa pensa a preservarli, aumentando al contempo anche l'autonomia della vettura.

Quasi tutto avviene online

Il resto spetta gli aggiornamenti, che sulle Tesla arrivano dalla rete cellulare o quella Wi-Fi direttamente nell'auto, proprio come avviene sugli smartphone. Aggiornamenti che consentono ai proprietari di non dover portare necessariamente la vettura in officina. Anche perché, come detto, per ora quella di Peschiera Borromeo è l'unica struttura di questo genere in Italia. Ma in Tesla assicurano che, nei prossimi mesi, ne arriveranno altre.

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Phone Strikeshop a 490 euro oppure da Media World a 549 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS

Auto

Polestar 1: autonomia record per la prima coupé sportiva ibrida plug-in

Auto

Toyota Concept-i: a Tokyo la famiglia di elettriche con intelligenza artificiale

Kia

Anteprima Kia Stonic: la prova del B SUV coreano