Garage Italia Customs, questa volta è protagonista la Ducati Diavel

08 Giugno 2017 0


Questa volta i Maestros di Garage Italia Customs hanno messo le mani su una due ruote per creare un pezzo unico in edizione limitatissima. O forse un esemplare unico visto che l'azienda non ha dichiarato se sia stata fatta su richiesta specifica di un singolo acquirente.

Quel che è certo è che la stazza imponente della Ducati Diavel è adesso ancora più imponente grazie all'applicazione di materiali innovativi come l'Alutex - un prodotto in tessuto di vetro alluminizzato con un particolare processo che lascia inalterate le caratteristiche di lavorabilità e di adesione delle resine alla fibra.


Non manca poi l'Alcantara e la pura fibra di carbonio, resa unica dall'uso del colore blu. Ogni singolo componente è stato adattato dal punto di vista cromatico per attirare attenzione, compresi i cerchi in lega leggera. Di recente Ducati Diavel è stata protagonista di una personalizzazione effettuata dalla Casa bolognese in collaborazione con Diesel (chiamata appunto Diavel Diesel), in cui venivano cambiati alcuni elementi come la sella, le pinze freno rosse e gli specchietti.


Il motore di questa Diavel rimane il quattro cilindri 1.200 da 162 CV a 9.250 giri/min, dotata di frizione multidisco in bagno d'olio con comando idraulico, sistema di asservimento ed antisaltellamento. Il peso in ordine di marcia della moto standard è di oltre 230 Kg.


Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 210 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

HDBlog.it

Boosted Board Stealth: un missile a 4 ruote da 38 km/h | Recensione