Renault e Powervault: ecco dove finiscono le batterie delle auto elettriche

05 Giugno 2017 0


Renault presenta, in collaborazione con l'inglese Powervault, un sistema di stoccaggio di energia domestico che si serve delle batterie "esauste" provenienti dalle auto elettriche per ridurre bollette e impatto ambientale nelle abitazioni.

Dove vanno a finire le batterie delle auto elettriche alla fine del loro ciclo di vita? Renault ci offre una risposta più che soddisfacente: grazie ad una partnership con l'azienda inglese Powervault (specializzata nella realizzazione di sistemi di stoccaggio domestico dell'energia), le batterie non più utilizzabili sulle auto elettriche verranno destinate ad un utilizzo domestico, dove fungeranno da accumulatori di energia pulita.

Democratizzare l'uso degli accumulatori domestici

Obiettivo: portare il mercato dell'Home Energy Storage nella maggior parte delle case inglesi. Sì, perché la partnership con Renault consente di risparmiare fino al 30% per quanto riguarda i costi delle batterie, servendosi di quelle ormai a fine ciclo di vita sulle auto a zero emissioni.

Il progetto di Powervault prevede l'installazione di 50 power unit, caratterizzate dall'utilizzo di batterie provenienti dalle elettriche della Losanga, nelle abitazioni dei clienti già dotate di pannelli fotovoltaici, in alcune strutture di social housing e in diversi istituti scolastici del Regno Unito. Questo test permetterà a Powervault di valutare le prestazioni delle batterie e, allo stesso tempo, abbattere i costi e contribuire ad una diffusione più rapida dei sistemi di stoccaggio domestico dell'energia.

Energia pulita (o a basso costo)


I sistemi di stoccaggio energetico di Powervault funzionano in sostanza in maniera analoga a quanto proposto, per esempio, da Tesla con i suoi Powerwall: un pacco batterie immagazzina l'energia proveniente dai pannelli solari oppure, in assenza di sole, dalla rete elettrica quando il costo è inferiore (per esempio di notte). Tutto in maniera completamente automatica, ottimizzando così i costi dell'energia e riducendo l'impatto ambientale.

Più che a fine ciclo di vita, è meglio parlare di secondo ciclo di vita: le batterie non più utilizzabili nelle auto elettriche possono infatti essere usate ancora per diverso tempo (Renault stima circa 10 anni) come accumulatore domestico stazionario con buone prestazioni: il compito del test di Powervault e Renault (che durerà un anno a partire da luglio 2017) sarà proprio quello di valutare quanto buone siano queste prestazioni.

Joe Warren, Managing Director of Powervault, sostiene che è solo "una questione di tempo prima che il sistema Powerwalt diventi parte della dotazione di elettrodomestici nelle case inglesi, al pari delle lavastoviglie".


Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017, compralo al miglior prezzo da Amazon a 159 euro.
Apple Iphone 8 Plus 256gb Grigio Siderale Space Grey è disponibile da puntocomshop.it a 899 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve