smart fortwo 90 CV twinamic, la prova della smart più esclusiva | HDtest

04 Giugno 2017 0

Con la parola "successo", quantomeno in campo automobilistico, si possono intendere molte cose a seconda dell´ambito a cui ci si riferisce. Nel caso della smart è evidente che si debba parlare di successo commerciale viste il gran numero di immatricolazioni di questa "due posti" negli ultimi vent´anni - e noi italiani ne sappiamo qualcosa visto che Roma è la città al mondo in cui si vendono più smart fortwo.

A distanza di due decadi però la smart è cambiata tanto. Con la terza generazione presentata nel 2015 ha mostrato di essere migliorata e non poco, in questa esclusiva versione urbanrunner la smart vuole giocare in alto nel segmento delle citycar puntando ad un pubblico che non conosce l'understatement.

Sotto quell´abito da fashion blogger


Di cosa si tratta? La urbanrunner è una edizione speciale lanciata da smart Italia per accontentare i palati più fini dal punto di vista dell´attenzione ai dettagli. L´estetica non è adatta per chi vuol passare inosservato: la carrozzeria bicolore blu elettrico e bianca è solo una delle cinque combinazioni disponibili per l´edizione speciale ed è dotata di cerchi in lega da 16" neri, assetto sportivo (-10 mm), spoiler, minigonne e diffusore posteriore marchiati Brabus a contrasto con la carrozzeria, volante multifunzione in pelle e scarico cromato.

Inoltre il tettuccio apribile a contrasto di colore nero si abbina piuttosto bene al resto della carrozzeria e, come abbiamo verificato in questi giorni di test, non sono pochi gli sguardi curiosi che questa smart fortwo urbanrunner riesce ad attirare.

Stessa lunghezza, maggiore abitabilità


Come dicevamo la smart è cambiata e non poco. Al di là dell´aspetto estetico la fortwo è più confortevole e facile da guidare senza che si debba imprecare per ogni buco un po´ troppo profondo. Sono aumentate le dimensioni in larghezza (10 cm in più per 1,66 metri in totale) e sono state migliorate le sospensioni, rendendo così l´auto più comoda quando si incontrano imperfezioni marcate dell´asfalto.

Proprio la maggiore larghezza ha apportato due migliorie fondamentali: l´abitacolo è ora più spazioso e due persone, anche di stazza importante non si danno fastidio; la smart poi ha potuto beneficiare di una maggiore impronta a terra e la tenuta di strada ne ha beneficiato senza aver fatto ricorso a molle e ammortizzatori rigidi che avrebbero pregiudicato la comodità di marcia come accadeva sulla vecchia generazione.

Il motore è ancora dietro, il cambio è "twin"

[caption id="attachment_140033" align="aligncenter" width="520"]


smart Brabus fortwo coupé[/caption]

Non è cambiata in lunghezza però visto che è ancora di circa 2,7 metri, mantenendola al vertice come auto più corta al mondo, e soprattutto non è cambiato lo schema che vuole il motore al posteriore. Questo, oltre che alzare la temperatura nel vano bagagli (a proposito la capacità è di 190 litri fino al tendalino) dopo un uso molto prolungato dell´auto, ha permesso di lasciare enorme spazio di movimento alle ruote anteriori tanto da ridurre il raggio di sterzata al minimo. Sembra quasi di poter girare su sé stessi, una manna per l´uso in spazi ridotti.

Il motore della nostra prova è il 0.9 litri da 90 CV dotato di cambio automatico twinamic ossia a doppia frizione. Si tratta di una soluzione che per la "smartina" è la ciliegina sulla torta nell'uso cittadino. Abbinata alla coppia di 135 Nm a 2.500 giri l´auto è sufficientemente scattante senza mai rivelarsi sportiva come si potrebbe essere portati a pensare dalla soluzione usata per la trasmissione. In sostanza il motore da 90 CV è brillante ed i cambi di marcia sono estremamente fluidi nel traffico, ma nei sorpassi più impegnativi non brilla per rapidità nella scelta e ingranaggio del rapporto.

I consumi in utilizzo misto sono buoni (7 litri/100 Km, circa 14 al litro) per un´auto di pari categoria (city car) ma le dimensioni farebbero sperare in risultati molto superiori. E´ pur vero però che la potenza specifica non è poca e le prestazioni del novecento non sono per niente male (0-100 Km/h in circa 11 secondi), c´è da credere che il 1.0 da 60 o 70 CV sia più parco nei consumi. Nel nostro test su strada poi abbiamo notato che l'auto tende a vibrare vistosamente quando si è in sosta, il che diventa fastidioso alla lunga. Stessa annotazione per il sistema start and stop: per farlo entrare in azione bisogna premere a fondo il pedale del freno, un settaggio più sensibile avrebbe aiutato a ridurre un po' i consumi nel traffico.

Arma totale per la città


La superficie vetrata ampia della fortwo ed il parabrezza di dimensioni generose regalano una visuale completa su ciò che circonda l´auto - inoltre nella variante cabrio possono essere rimossi anche i montanti del tettuccio rendendo la smart fortwo completamente open air. In questa edizione speciale urbanrunner spiccano gli interni bicolore in abbinamento alla carrozzeria.

Bianco e blu sia per i sedili che per la plancia su cui spicca lo schermo da 7" dello smart media system di cui vi raccontiamo nel nostro approfondimento. I parcheggi più impegnativi sono semplicissimi grazie al raggio di sterzo da record: volendo si possono richiedere la telecamera da 350 euro ed anche i sensori di parcheggio a 300 euro ma viste la compattezza dell'auto si possono tranquillamente non scegliere dalla lista optional.

Non sarebbe stato male invece poter avere i sensori di parcheggio anteriori che invece mancano (anche a pagamento) e la frenata di emergenza automatica anch'essa mancante - c'è solo l'avvisatore acustico ma costa 250 euro e a volte non è sufficiente per evitare il piccolo tamponamento.

urbanrunner vuol dire esclusività


Esclusività quasi sempre coincide con un prezzo non proprio alla portata di tutti e questa urbanrunner punta proprio a giocare ad alti livelli nella gamma fortwo, strizzando l'occhio a chi cerca un'auto "non per tutti".

La fortwo della nostra prova costa 24.800 euro circa. Non tutti sono disposti a spendere cifre simili per un´auto dotata di soli due posti e nemmeno troppo adatta a lunghi spostamenti (sebbene le gite fuori porta siano tranquillamente a portata), ma altri si. Coloro che fanno dello stile e del non passare inosservati uno stile di vita troverebbero il nirvana in questa fortwo urbanrunner.

Se poi il vostro budget è più basso potreste guardare agli allestimenti normali che, per la smart fortwo coupé hanno un prezzo di partenza di poco meno di 13 mila per la variante da 70 CV. Il motore più potente il 0.9 litri da 90 CV costa almeno 14 mila euro mentre per l´automatico si sale ad almeno 16.700 euro. Per le versioni cabrio invece sono da aggiungere circa 4.000 euro in più.

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, compralo al miglior prezzo da Media World a 499 euro.
Sony Playstation Vr + Camera V2 + Gioco Vr World è disponibile da puntocomshop.it a 312 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve