Toyota: l'infotainment della nuova Camry su base Linux

01 Giugno 2017 0


A sorpresa, Toyot Motor Company ha rivelato che il sistema di infotainment della Camry MY2018 - la midsize sedan presentata in versione rinnovata a inizio anno - sarà basato su una piattaforma open-source su architettura Linux, sviluppata da Toyota con un consorzio di 10 altre case automobilistiche.

Flessibilità, velocità di aggiornamento e competitività con le aziende produttrici di software: questi gli obiettivi che Toyota Motor Corporation si è prefissata al momento della scelta di dotare la propria berlina medio-grande Camry di un sistema di infotainmemt basato su Linux.

Unire le forze per non perdere tempo

Il nome della piattaforma è Automotive Grade Linux ed è stato realizzato da Toyota insieme ad altri 10 case automobilistiche per fronteggiare la concorrenza sempre più serrata delle aziende produttrici di software. Grazie a AGL, Toyota è in grado di personalizzare in maniera autonoma e indipendente il software della propria auto, senza dover sottostare ai vincoli imposti da un'azienda esterna.

AGL è una piattaforma modulare, facilmente personalizzabile e integrabile in diverse vetture. Insieme a Toyota ci sono anche Mazda, Suzuki, Daimler e altri costruttori, tutti intenzionati a condividere costi e sforzi progettuali verso il comune obiettivo di rendere l'auto sempre più uno smartphone su ruote: connessa, facile da usare, utile, e, soprattutto, aggiornabile via OTA senza troppi problemi.

Aperto a tutto


In più, il sistema è in grado di accogliere diverse funzionalità di guida autonoma e semi-autonoma, anche sviluppate in un secondo momento.

Questo "consorzio" di costruttori vuole dunque dire addio agli oltre 100 milioni di righe di codice necessarie per la programmazione software di un'auto moderna: numeri che diventano ingombranti se si pensa che i tempi di programmazione si allungano spesso a diversi mesi.

Camry non sarà l'unica vettura ad ospitare questo sistema operativo intelligente: presto, infatti, la piattaforma arriverà anche sulle Lexus e, progressivamente, su tutte le auto del costruttore giapponese.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani