Dacia Sandero Stepway 2017 GPL, il non plus ultra del "low cost" | HDtest

24 Maggio 2017 0

La Dacia Sandero è l'auto più economica sul mercato italiano ed è anche una delle più vendute. La relazione tra prezzo basso e vendite alte non è però l'unico fattore che determina il successo o meno di un modello, perché quando si acquista un'auto si considerano molte cose insieme, a cominciare dall'estetica e fino alle prestazioni o alle dotazioni.

Il "botto" però Dacia l'ha fatto con l'arrivo della Sandero in versione Stepway, che tradotto in termini commerciali si definirebbe un crossover compatto, perché cerca di raggruppare un aspetto da SUV e da utilitaria insieme. Il fatto di poter avere a cifre molto accessibili un auto che di questi tempi va di moda e che offre un onestissimo rapporto qualità prezzo è un aspetto che attira molti clienti, tanto che la Stepway è scelta da circa due clienti su tre rispetto alla Sandero "ribassata".

Non è un SUV, ma quasi


Se parliamo della Dacia Sandero Stepway quasi come fosse un SUV non lo facciamo a caso. L'altezza da terra maggiorata rispetto alla Sandero (+10 cm) aiuta ad avere una visuale maggiore sull'ambiente esterno, una seduta leggermente più alta ed inoltre un aspetto da auto alla moda. Alcuni dettagli come la griglia frontale, i passaruota in plastica e i paraurti dedicati riprendono quanto visto sulla Dacia Duster; e poi quei centimetri in più da terra aiutano se si devono affrontare sterrati lievi.

Non c'è del resto la trazione integrale, precludendo così la possibilità di affrontare i percorsi più difficili. Inoltre questa Dacia Sandero Stepway nella versione 2017 è stata rivista e migliorata per essere più moderna (sono nuovi i gruppi ottici anteriori e posteriori ed anche la calandra) e più pratica, visto che anche gli interni hanno subito un restyling leggero ma decisivo.

Lo schermo in plancia fa da interfaccia al sistema di bordo Dacia Media NAV (di serie su Stepway), di cui abbiamo approfondito l'utilizzo in occasione della nostra prova su strada della Dacia Duster. L'auto è spaziosa ed offre infine tutta l'abitabilità che serve per trasportare fino a cinque persone contemporaneamente con bagagli annessi - min 320 litri, max 1.200. Se però viaggiate spesso in queste condizioni considerate l'acquisto della 1.5 dCi perché ha sicuramente una maggiore capacità di scarrozzare un peso superiore.

Peccato per un paio di sbavature nella ergonomia dei comandi nell'abitacolo: la regolazione dei fari si attua tramite un rotore posizionato ben al di sotto del volante e la regolazione in altezza avviene tramite una leva e non tramite un "cric", quindi per rialzare il sedile dopo averlo abbassato occorre scendere o appendersi al volante. Inoltre sarebbe auspicabile vedere i primi dispositivi di sicurezza anche sulle auto Dacia, quali avvisatore acustico in caso di rischio di impatto o abbandono della corsia.

Sotto al cofano il GPL


Inoltre il fatto di avere a disposizione un motore di 900 cc e 90 CV con propulsione mista GPL/benzina permette di risparmiare anche nei costi di gestione, portando questa Dacia Sandero Stepway a diventare la regina del "low cost", il suo non plus ultra. Questo 0.9 litri TCe è turbo, il che viene incontro ad un motore di piccola cilindrata e soprattutto dotato di un carburante che offre meno potere energetico (e nella guida significa sentire il motore meno "pronto" in accelerazione) donando una vivacità che è più che discreta.

Il peso contenuto è un alleato in questo caso visto che la massa complessiva supera appena i 1.150 Kg (+100 Kg rispetto al motore che va solo a benzina) cosa che aiuta la Sandero a compiere lo 0-100 in 11,3 secondi ed in generale ad avere una buona ripresa in caso di sorpasso. Certo i risultati (e la coppia) del 1.5 dCi diesel sono lontani, ma quest'ultimo non ha il GPL e costa 500 euro in più del TCe a gas (1.000 se dotato del robotizzato Easy-R. Probabilmente una delle scelte più ardue che si possano compiere all'acquisto.

Di media con la Sandero dotata del 0.9 TCe si percorrono 12/13 Km/l mentre con la 1.5 dCi le percorrenze sono molto superiori. Probabilmente se percorrete per lo più strade aperte al traffico, il diesel è la scelta migliore; se però viaggiate per lo più in città allora il GPL potrebbe farvi risparmiare e non poco, a patto di organizzarsi per il rifornimento - comunque il motore gira anche a benzina perciò rimanere a secco è teoricamente impossibile - e di considerare un po' più di manutenzione e assistenza nel conteggio complessivo.

La dura scelta tra diesel e GPL


Il listino della Sandero 2017 con motore 0.9 TCe GPL parte da 9.650 euro per la versione Ambiance ed arriva fino ai 12.250 euro della Stepway della nostra prova, dotata di serie praticamente di tutto. Il 1.5 dCi invece costa almeno 9.650 euro e arriva fino a 12.750 per la Stepway. Il motore 0.9 TCe solo a benzina invece costa 9.150 euro mentre la Stepway sale a 11.750 euro.

In ultima analisi a seconda delle vostre esigenze può convenire una alimentazione piuttosto che un'altra e le variabili possono essere molteplici e cambiare il risultato finale. Sicuramente nei costi di esercizio l'auto a GPL consuma e soprattutto inquina meno, motivo per cui se non usate l'auto per lunghe percorrenze e non avete esigenze di maggiore capacità di tiro garantita dal diesel, questa alimentazione potrebbe essere la scelta più economica.

Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017, compralo al miglior prezzo da Euronics a 134 euro.
Asus X541ua I3-6006u 4gb 500gb Win10 è disponibile da puntocomshop.it a 336 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve