Dash Cam: cos'è la telecamera in auto e a cosa serve

27 Aprile 2017 0


Le cosiddette Dash Cam sono un fenomeno in crescita in determinati Paesi, sopratutto quelli dell'Est europeo. Il web è pieno di video che riprendono i comportamenti più assurdi di molti utenti della strada o addirittura incidenti terribili ed episodi semplicemente incredibili. Basta una ricerca su Google o YouTube. 

A cosa serve la Dash Cam?

Se state pensando di installare una Dash Cam nella vostra auto probabilmente vorrete sapere di cosa si tratta. In sostanza è una telecamera montata sul parabrezza in direzione di marcia o verso il conducente e l'abitacolo, utilizzata come occhio sempre vigile per riprendere qualsiasi cosa avvenga dentro o fuori dall'auto.

Si monta in pochi minuti grazie ad una ventosa, si collega alla presa di corrente dell'auto e la memoria interna fa il resto. Ogni tanto, in caso di necessità, bisogna svuotare la memoria interna oppure si può fare affidamento su un auto-reset programmato ad intervalli regolari.

Le immagini riprese sono fondamentali in caso di incidente o comunque sono un'arma in più per dimostrare le proprie ragioni (o le proprie colpe!). Tralasciando il fatto che può essere "a doppio taglio", questo strumento può mettere al riparo l'automobilista da problemi e noie legali non indifferenti.

Alcune delle più sofisticate Dash Cam sono poi dotate di accelerometri o addirittura di segnalatori GPS in grado di riprodurre fedelmente il percorso fatto e la velocità mantenuta istante per istante, possono anche riprendere le immagini a 360 gradi per ogni prospettiva posibile. Inoltre, in caso di incidente, la telecamera potrebbe iniziare a riprendere solo quando è rilevato un impatto o una sollecitazione, impedendo che la classica "toccatina" da parcheggio rimanga senza colpevole.

Nessuno sconto dalle assicurazioni

Ecco il motivo principale dell'installazione della Dash Cam in auto: la sorveglianza. In caso di tamponamento può rilevare la colpa di uno o dell'altro automobilista; in caso di furto dell'auto può riprendere i malviventi; infine può mettervi al riparo dai danni da parcheggio.

Attualmente però, le assicurazioni non sembrano disposte a venire incontro agli automobilisti dotati di telecamera Dash Cam ed è un peccato. Questo strumento sarebbe un'occhio in più per mettersi al riparo da eventuali truffe, proprio come accade già ora in caso di installazione delle scatole nere.

Certo senza l'intervento di un centro di installazione convenzionato (come per le black boxes) non è possibile garantirne il perfetto funzionamento, ma basterebbe attrezzarsi attraverso la rete di assistenza per poter rimediare in tempi non troppo lunghi con un vantaggio per tutti.

Per ora lo ha solo la Citroen C3

Per ora l'unica auto in vendita a montarlo di serie sull'allestimento più ricco Shine (o optional sugli altri) è la Citroen C3. Con un dispositivo semplice e che non richiede installazione o manutenzione si può avere sempre un occhio vigile sulla strada, attento in caso di incidente.

In quella sfortunata evenienza infatti l'auto salva i 30 secondi precedenti ed il minuto successivo all'impatto, in modo da avere sempre una prova di quanto accaduto. Può essere usata anche per condividere le foto o i video sul web, ma questa è un'altra storia!

Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017, compralo al miglior prezzo da Amazon a 160 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve

Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS