WLTP: da settembre i nuovi test di omologazione. Tutte le novità

26 Aprile 2017 0


A partire da settembre 2017 entrerà in vigore un nuovo test di laboratorio per la misurazione delle emissioni inquinanti e di CO2 di tutte le vetture di nuova omologazione: scopriamo cosa cambia e quali sono i vantaggi rispetto all'attuale NEDC con le infografiche fornite dall'Associazione dei Costruttori Europei.

Stanchi di vedere automobili con consumi dichiarati che non rispecchiano la realtà? La soluzione è rappresentata dai nuovi test di omologazione WLTP (Worldwide Harmonized Light Duty Vehicles Test Procedure), il metodo unico per la rilevazione dei consumi che si avvicina di più alle condizioni di guida di tutti i giorni, aiutando gli automobilisti verso una scelta più consapevole. Con questo in mente, l'Associazione dei Costruttori Automobilistici Europei (ACEA) ha lanciato il nuovo sito web WLTPfacts.eu, per spiegare ai consumatori i benefici delle nuove procedure di test, esaminare l'impatto del WLTP sui consumatori e dare una panoramica delle politiche attuabili per una corretta implementazione del nuovo protocollo.

WLTP vs NEDC: le condizioni cambiano


Rispetto al ciclo di omologazione NEDC (New European Driving Cycle, introdotto negli anni '80), il WLTP garantisce risultati che possano avvicinarsi maggiormente alle condizioni di circolazione del terzo millennio, basandosi meno sulla teoria e più sui dati rilevati nelle condizioni di guida reali, rappresentando meglio i profili di guida della maggior parte degli automobilisti.

I cicli di guida WLTP si dividono in quattro parti, ognuna con diverse velocità medie: bassa, media, alta o altissima. Ogni parte contiene una varietà di fasi di guida, con frequenti stop, accelerazioni, frenate più o meno brusche. A seconda della vettura testata, è possibile confrontare le versioni più o meno costose e più o meno accessoriate.

WLTP nasce per unificare la modalità di omologazione delle vetture in tutto il mondo, in modo che consumi ed emissioni inquinanti siano facilmente paragonabili tra loro: naturalmente, però, WLTP prevede che le singole regioni (in questo caso l'Unione Europea) possano "personalizzare" alcune fasi dei test in base alle proprie condizioni di traffico e legislazioni.

Le tempistiche e le regolamentazioni


A partire da settembre 2017, il WLTP sostituirà il NEDC nell'omologazione di tutte le vetture introdotte sul mercato europeo per la prima volta (ossia i modelli completamente nuovi). Da settembre 2018, invece, questi test saranno applicati a tutte le nuove vetture omologate nell'Unione Europea.

Le case automobilistiche potranno continuare ad utilizzare i dati provenienti dai cicli di omologazione NEDC per le vetture meno recenti per le campagne di comunicazione, brochure e schede tecniche fino a settembre 2019, quando tutte le vetture vendute nei confini dell'Unione dovranno passare sotto i "ferri" del WLTP. I dati WLTP potranno già essere utilizzati per fini commerciali o informativi, mentre è non è ancora chiaro quando il nuovo sistema influenzerà l'aspetto economico/fiscale, anche perché i target europei sulle emissioni di CO2 del 2021 si basano ancora sull'attuale ciclo NEDC.

Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 750 euro oppure da Unieuro a 799 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video