Mobileye al lavoro con Nissan sulle mappe per la guida autonoma

26 Aprile 2017 0


Un accordo tra l'azienda di sistemi di assistenza alla guida avanzata e la casa automobilistica giapponese prevede la realizzazione di mappe ad alta precisione da utilizzare nelle auto a guida autonoma. Una collaborazione che arricchirà ulteriormente il know-how delle due aziende in questo campo.

Non si contano più le collaborazioni messe in atto da Mobileye con le più importanti aziende tecnologiche e le case automobilistiche di tutto il mondo per lo sviluppo della guida autonoma. Il debutto su strada di questa tecnologia è ancora lontano - si parla del 2020 - ma l'azienda israeliana, specializzata nella realizzazione degli ADAS (sistemi di assistenza alla guida avanzati) è già sul pezzo da diverso tempo, confermandosi come uno dei player più attivi in questo campo.

Localizzazione efficace = guida autonoma sicura

L'accordo firmato ieri prevede una collaborazione tra Mobileye e la casa automobilistica giapponese Nissan Motor, anch'essa tra i costruttori che puntano maggiormente alla guida autonoma come soluzione per la mobilità del futuro. Oggetto dell'accordo è la raccolta anonima di dati crowd-sourced per creare la prossima generazione di mappe ad alta precisione, attraverso la tecnologia di data generation Road Experience Management (REMTM) di Mobileye.

Le mappe ad alta precisione verranno utilizzate come principale fonte di localizzazione del veicolo, ma anche come assistente ridondante per gli altri dispositivi di assistenza alla guida, come cruise control adattivo, lane assist, frenata automatica di emergenza o telecamera a 360 gradi. Una mappatura precisa dell'ambiente circostante, infatti, riduce la dipendenza dai sensori e aumenta allo stesso tempo l'affidabilità del software di guida autonoma.

Già su strada

L'accordo arriva dopo un intenso anno di "prove" di collaborazione tra Mobileye e Nissan, che si è servita di alcune tecnologie Mobileye (tra cui la stessa REM) per le recenti dimostrazioni di guida senza conducente a Londra. Il sistema ProPILOT della casa giapponese già oggi utilizza tecnologia Mobileye per controllare sterzo, acceleratore e freno nella guida semi-autonoma in autostrada.

Tutti i dati raccolti dai sensori di Nissan e Mobileye saranno utili per migliorare l'affidabilità dei software di gestione della guida automatica, contribuendo all'arricchimento del cosiddetto Global RoadBook, una mappatura ad altissima precisione del mondo che circonda le future auto senza conducente.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 569 euro oppure da Amazon a 639 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani