Mercedes Classe S 2018, l'ammiraglia a guida (semi) autonoma è realtà

18 Aprile 2017 0


In occasione del Salone di Shanghai (21-28 aprile), Mercedes a presenta l'ultima evoluzione della sua ammiraglia. La Classe S infatti si evolve sia nel design che nei contenuti offrendo nuovi propulsori, un'estetica più moderna ed anche una guida semi-autonoma più evoluta.

Cosa cambia fuori

Le immagini mostrano tutte le novità del corpo vettura: i gruppi ottici sono ridisegnati e hanno luci di urne a LED con un nuovo disegno; i paraurti adottano adesso prese d'aria più grandi e aggressive mentre quello posteriore integra gli scarichi con un nuovo disegno. Nell'abitacolo debutta poi un doppio schermo che funziona da interfaccia per i sistemi di bordo e per la strumentazione (digitale) come visto sulla Classe E.


Nuovi motori al debutto

La Classe S porta al debutto i nuovi 6 cilindri in linea 3.0 benzina e diesel. Quest´ultimo è offerto nelle varianti S 350d 4Matic da 286 CV e 600 Nm e S 400 d 4Matic da 340 CV e 700 Nm. Il 6 cilindri benzina i dati non sono ancora disponibili ma si tratta di un propulsore innovativo grazie all´arrivo del motorino d'avviamento con alternatore integrato a 48 Volt e il sistema di boost elettrico (eZV) per migliorare l´efficienza del motore.

Oltre ai sei cilindri, a Shanghai sbarca anche un nuovo V8 4.0 biturbo montato sulla S 560 4Matic con disattivazione dei cilindri in grado di erogare 469 CV e 700 Nm. Per i clienti dal piede pesante è confermata la presenza della Mercedes-AMG S 63 4Matic+ e S 65 V12 da 630 CV e 1.000 Nm a trazione posteriore. Infine sarà presente una variante ibrida plug-in capace di percorrere 50 km senza emettere nemmeno un grammo di CO2.


Grazie al radar fa tutto da sola

Ma, dicevamo, le soluzioni più interessanti sono sicuramente quelle che riguardano la guida autonoma. In effetti sarebbe più giusto parlare di guida semi autonoma ma considerando che adesso i sistemi di bordo permettono di cambiare corsia, regolare la velocità in previsione di intersezioni oppure del traffico che precede, possiamo dire che la guida senza conducente è decisamente più vicina.

Inoltre il sistema Distronic Active Proximity Assist può assistere il conducente adeguando la velocità ideale sul percorso che si sta per percorrere grazie all'integrazione delle mappe con il cruise control adattivo. Il computer di bordo adatta poi la velocità in base alla segnaletica verticale per mettervi al riparo da eventuali multe per eccesso di velocità; il sistema riesce poi a regolare sterzo, acceleratore e freno.


La Mercedes classe S è ora in grado di leggere la strada in maniera ancora più efficace di quanto accadeva in passato (il Road Surface Scan è infatti presente dal 2013) poiché grazie a nuove stereo-camere l'auto può rilevare buche ho avvallamenti fino a 180 km/h per preparare le sospensioni ad assorbire il colpo in maniera perfetta. Dalla Classe S Coupé arriva invece la funzione curve del Magic Body Control che consente di inclinare la carrozzeria verso l'interno della curva ed evitare di avvertire la forza centrifuga quando si è in marcia.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 369 euro oppure da ePrice a 422 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini