Apple riceve il via libera per i test di guida autonoma in California: ma questo non conferma la Apple Car

14 Aprile 2017 0


Il colosso della mela morsicata è apparso sulla lista delle aziende che hanno ricevuto il permesso per effettuare i test di guida autonoma per le strade della California. Questo non smentisce il rumor secondo cui Apple avrebbe abbandonato l'idea di un iPhone su quattro ruote a guida autonoma, ma conferma la sua intenzione di entrare a gamba tesa nel settore dei trasporti senza conducente.

Ci eravamo quasi rassegnati all'idea che Apple avesse accantonato il Project Titan, ossia quello che era conosciuto come il progetto di sviluppo della fantomatica Apple Car a guida autonoma. La riassegnazione dei dipendenti del progetto verso altri settori dell'azienda, riportata da Bloomberg  lo scorso ottobre, rappresentava un inequivocabile segnale di resa da parte di Apple di fronte a difficoltà inaspettate, incontrate durante lo sviluppo.

Oggi, però, l'azienda di Cupertino è apparsa all'interno di un documento (qui il link) in cui il Dipartimento dei Trasporti Californiano ha stilato una lista delle aziende che hanno ottenuto il permesso di testare vetture a guida autonoma sulle proprie strade. Insieme General Motors, Ford e Nissan, però ci sono anche alcune aziende tecnologiche che hanno espresso il proprio interesse nello sviluppo di tecnologie di guida autonoma, e non di auto vere e proprie.


La presenza di Apple in questa lista, dunque, non deve confondere né esaltare nessuno (almeno finché non ci saranno comunicazioni ufficiali in merito): l'interesse di Apple verso lo sviluppo di sistemi automatizzati è noto da dicembre 2016 quando, in una lettera alla NHTSA (l'ente americano per la sicurezza stradale), la Casa di Cupertino scrisse, tra le altre cose

La Compagnia sta investendo molto nei processi di machine learning e nell´automazione, questo perché Apple crede molto nel potenziale dei sistemi automatizzati in vari settori, tra cui quello dei trasporti

Il ruolo di Apple, dunque, potrebbe tranquillamente essere paragonato a quello di Bosch, Uber, Waymo, Mobileye e tutte quelle aziende che stanno investendo gran parte delle loro risorse per riuscire ad accaparrarsi una fetta del ghiotto mercato dei sistemi di guida autonoma. La conferma ufficiale, come sappiamo, non arriverà da Apple: dobbiamo sperare, come sempre, nella presenza di qualche impiegato indiscreto...


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2