A scuola di fuoristrada con KTM Adventure HARD C.O.R.E

30 Marzo 2017 0


Mai come negli ultimi tempi si è visto un desiderio di fuoristrada in moto. La proliferazione delle crossover o"dual-purpose" ha fatto si che sempre più motociclisti abbiano iniziato a desiderare di sporcare le ruote. Farlo, però, non è facile, così i vari produttori hanno iniziato ad organizzare corsi ed iniziative di formazione dedicate.

La proposta di KTM si chiama Adventure HARD C.O.R.E., una scuola di fuoristrada con un professione d'eccezione, Fabio Fasola, che organizzerà corsi per le bicilindriche Adventure, abbracciando non solo i modelli di Mattinghofen. I corsi abbracceranno due mondi, la guida su asfalto al fine di migliorare il proprio set di abilità, e quella in fuoristrada con le basi per portare la moto in offroad in sicurezza. Come consuetudine, il programma metterà di fronte i piloti a lezioni teoriche ma anche esercizi su piazzale per prendere dimestichezza e tour su strade sterrate.

Adventure HARD C.O.R.E, acrostico di "Complete Off Road Education", sarà poi l'occasione per provare i modelli della rinnovata gamma KTM Adventure messi a disposizione dal produttore per un test ride. I corsi saranno di due giorni (qui modulo per informazioni e iscrizione) a cui potranno seguire i livelli di perfezionamento che andranno oltre le tecniche di base:

  • 10-11 aprile: Il Ciocco (LU)
  • 5-7 maggio: Radda in Chianti (SI)
  • 27-28 maggio: Vallelunga (RM)
Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X è in offerta oggi su a 879 euro oppure da ePrice a 997 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani