PSA, i "non esperti" a bordo delle auto senza conducente | VIDEO

30 Marzo 2017 0


AVA è il programma di PSA per portare la guida autonoma sulle strade entro il 2020, mettendola alla portata di tutti. In questi giorni hanno potuto provarla anche conducenti non esperti, tra cui il campione di rally Sebastien Loeb.

Il Gruppo PSA è stato il primo a portare sulle strade pubbliche europee le sue auto dotate di tutti i sensori necessari per farle viaggiare in completa autonomia. Dopo più di 120 mila Km effettuati sotto la supervisione di tester professionisti, le Citroen C4 Picasso hanno ospitato conducenti considerati "non esperti" comuni nell'ottica del programma AVA (Autonomous Vehicle for All) che punta a democratizzare le possibilità della guida autonoma.

Le auto dotate di tecnologia di guida autonoma di Livello 3 e 4 sono state impegnate durante le giornate del 28 e 29 marzo sulle strade nei dintorni di Parigi, così da far sperimentare anche a conducenti "non esperti" le potenzialità della guida autonoma. Nei giorni scorsi Sebastien Loeb, come mostra il video, aveva avuto la stessa possibilità.

La Citroen C4 Picasso che ospita Loeb possono adattare la propria velocità e tenere la distanza di sicurezza rispetto al veicolo che precede fino a fermarsi del tutto; mantenere la corsia di marcia e effettuare un sorpasso in autonomia e trasformare l'esperienza di guida in qualcosa di fin qui mai visto.

Attualmente PSA ha dotato di assistenza alla guida i modelli Peugeot 208, 308, 2008, 3008, Traveller e Ctroen C4 Picasso, C3 e Spacetourer. Queste ultime sono al momento in vendita e (dove disponibili le funzionalità) riescono a mantenere la velocità adattandola all'auto che precede, frenare in autonomia in caso di emergenza e mantenere la corsia. Potenzialità che sono però ormai molto diffuse anche su veicoli di altre marche.

L'inizio del cambiamento arriverà nel 2018 quando alcune funzionalità di Livello 2 verranno lanciate sulla DS 7 Crossback dal 2018. Grazie al Connected Pilot, il guidatore avrà un assistente alla guida che fino a 180 km/h potrà gestire velocità e traiettorie dell'auto; il Park Pilot invece permetterà di parcheggiare senza l'uso delle mani mentre tramite il Night Vision l'automobilista individuerà ogni oggetto in condizioni di scarsa visibilità.

Sarà però dal 2020 che PSA porrà in essere la vera rivoluzione con l'arrivo della guida autonoma di Livello 3, in cui il conducente sarà ancora indispensabile ma l'auto verrà considerata in grado di guidare in autonomia senza che il conducente debba tenere gli occhi sulla strada. I prototipi già in circolazione sulle strade europee sono invece dotate della tecnologia di Livello 4. Come mostra il video, Loeb è in grado di viaggiare senza doversi concentrare sulla guida, chiacchierando con gli altri passeggeri. Se avesse voluto avrebbe potuto lavorare o semplicemente riposarsi e rilassarsi, cosa che in futuro potranno fare praticamente tutti nei piani di PSA.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani