Mahindra e Pininfarina insieme per l'elettrica di lusso

24 Marzo 2017 0


Mahindra ha acquistato Pininfarina nel 2015 destando l'interesse di molti addetti ai llavori per i piani futuri del produttore. Il marchio indiano non è mai stato preso in seria considerazione dal cliente europeo ma con l'apporto decisivo di Pininfarina la questione potrebbe cambiare in futuro. In una intervista rilasciata a Live Mint il direttore esecutivo di Mahindra, Pawan Goenka, ha confermato i piani che l'azienda sta elaborando per il futuro, soprattutto elettrico.

L'elettrica di massa...

Anche in questo settore Pininfarina aiuterebbe il marchio Mahindra. Per Goenka l'elettrica sarà un "business prudente".

"Un'azienda come la nostra deve poter generare denaro in continuazione e per questo produrre un'elettrica di massa attualmente sarebbe controproducente. I clienti non compreranno mai una auto elettrica solo perché va a batteria ma piuttosto perché ha un senso dal punto di vista economico. Attualmente manca proprio quest'ultimo poiché i costi sono ancora troppo elevati. Quello che dovrebbe fare il governo (indiano, ndr) dovrebbe essere spingere l'aumento dei volumi di vendita tramite infrastrutture adeguate e non solo con gli incentivi".

http://www.hdmotori.it/mahindra-lavora-su-una-pininfarina-elettrica/

... Elettrica di lusso

"Il progetto Pininfarina è iniziato come un sogno ma stiamo ancora lavorando sulla fattibilità. Al contrario di altre aziende di auto elettriche che sono supportate dagli investitori che hanno piani a lungo termine per il futuro, noi dobbiamo assicurarci di creare prodotti che abbiano senso dal punto di vista economico adesso. Ci ispiriamo a Tesla perché sono stati i primi a creare un'auto elettrica che renda orgogliosi i propri clienti, proprio come avviene per le auto Premium. Il problema è che loro non stanno guadagnando niente. La nostra proprietà sul marchio Pininfarina, unita alle conoscenze indiani nel campo dell'elettrico, creano le condizioni per un prodotto di lusso, che sia soprattutto una grande auto".

Come dichiarato dal direttore esecutivo di Mahindra, anche in India l'ostacolo alla diffusione dell'auto elettrica rimane il supporto dell'infrastruttura pubblica. Proprio come Sergio Marchionne ha ripetuto più di una volta, le aziende dell'auto già strutturate faticano a mettere in atto programmi di investimento che portino ad una elettrica di massa senza perdere ingenti somme di denaro.

La strada verso l'elettrico rimane quindi piuttosto lunga, percorso che diventerà sempre più breve solo con lo sviluppo di tecnologie sostenibili (anche e soprattutto economicamente).

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Bass8 a 367 euro oppure da Amazon a 429 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video