Mazda6 Wagon 2.2 Skyactiv-D 175 CV 2WD: ora è ancora più matura | HDtest

22 Marzo 2017 0

[embed]

Abbiamo provato la Mazda6 Wagon, aggiornata con il modello 2017, con il 2.2 turbodiesel da 175 cavalli, cambio automatico a 6 rapporti e trazione anteriore, nell´allestimento top di gamma. Ora è più silenziosa e confortevole; è anche più sicura e precisa grazie al G-Vectoring Control. E´ migliorato anche il propulsore a gasolio; peccato che il cambio non abbia la stessa vivacità di sterzo e telaio.  Tante tecnologie l´hanno resa anche più sicura. Se volete una station sportiva non fa per voi, ma è un´auto equilibrata e ora ancora più matura.

Equilibrata è l´aggettivo giusto per definire la station giapponese rinnovata per il 2017: la Mazda6 Wagon oggi offre ancora di più, sotto ogni aspetto, e per questo risulta ancora più matura.

Come già abbiamo scritto, con la continua offensiva di nuovi SUV e Crossover sul mercato, per le station wagon oggi non è una vita facile. Eppure questa vettura, nella sua più recente versione, si propone ancora più completa: sempre comoda e pratica, elegante e curata, più efficiente e sicura di prima e, ovviamente, connessa.

L´esemplare in prova è nell´allestimento top di gamma, l´Exceed, con l´ormai conosciuto 2.2 turbodiesel, nella versione più potente da 175 cavalli, con cambio automatico a 6 rapporti, interni in pelle e tetto apribile elettrico. Questa ha la trazione anteriore, ma la si può avere anche con l´integrale.


Il design della Mazda6 è quello conosciuto, inconfondibile, fatto di linee sinuose e filanti, che hanno fatto bene a non ritoccare. Hanno solo ampliato la gamma dei colori con nuove tonalità, magari capaci di esaltarne ulteriormente le originali forme.

Il marchio ha pensato soprattutto ai contenuti: è lì che ora si gioca bene le sue carte nell´affollato segmento D, e potrebbe anche dare fastidio a qualche station dei brand "premium".

Dentro, appena seduti, l´impostazione del posto guida, con il sedile piuttosto in basso, ti fa quasi pensare a una wagon dal temperamento sportivo: in realtà abbiamo scoperto che le sue qualità sono altre. Peccato per l´insufficiente escursione in profondità del volante che non aiuta ad ottenere la posizione ideale; a parte questo, il volante multifunzione in pelle, dal design rinnovato, si è rivelato molto comodo, così come il nuovo head-up display.

Appena messa in moto, abbiamo subito apprezzato gli effetti delle migliorie apportate: è più confortevole grazie alla recente tecnologia di insonorizzazione del motore diesel Natural Sound Smoother.


Il cambio automatico in Drive è piuttosto rapido a cambiare marcia, è fluido nel funzionamento e se la cava bene, ma non è certo un cambio sportivo: in "Manuale" sale un po´ in ritardo rispetto al comando che gli date e anche in scalata non è un fulmine di guerra. Peccato che abbia un´impostazione un po´ troppo tranquilla e non abbia la stessa vivacità di sterzo e telaio.  La trasmissione automatica è però ben gestita dall´elettronica e contribuisce a contenere i consumi: nonostante peso e dimensioni di questa wagon, con una guida accorta, si possono superare i 16 chilometri al litro di media, tra città, strade extraurbane e autostrada.

Lo sterzo rende piacevole la guida: non è pronto ma è preciso.  L´assetto è morbido ma non perde mai di precisione, è ben piantata a terra; le traiettorie sono sempre sicure con questa versione a trazione anteriore, ma se scegliete quella con l´integrale  sarete ancora più tranquilli.

Il motore 2.2 turbodiesel common-rail è migliorato ancora: è più reattivo, la risposta all'acceleratore è più pronta quando serve, spinge bene a qualsiasi regime, ha sempre la coppia necessaria. Tutto ciò è dovuto all´introduzione di un nuovo dispositivo, l´High-Precision DE Boost Control, che controlla la pressione di sovralimentazione del turbocompressore e la rende più agile nel traffico cittadino, così come nelle riprese in autostrada.


Le sospensioni la rendono sempre piuttosto confortevole però con i cerchi da 19", nonostante le gomme non abbiano una spalla molto bassa, dissuasori e tombini si sentono molto di più che su auto ben più sportive.

Tra le novità di questo my2017 c´è il G-Vectoring Control: si tratta di un sistema basato su un software, quindi non appesantisce in alcun modo la vettura, che utilizza il motore per migliorare la risposta del telaio, cioè varia la coppia in base all'input dello sterzo. Il risultato si traduce in una migliore trazione, maggiore tenuta di strada e una guida più piacevole.

Ora la Mazda6 è ancora più sicura: è tanta la sicurezza attiva e c´è una suite di  tecnologie che abbiamo ricordato anche nel video. Svetta su tutti il Cruise Control Adattivo, che abbiamo testato in autostrada ed è molto efficace; l´unico difetto è che non è così facile da trovare tra i comandi e nemmeno così intuitivo da impostare, perfino per i più "smanettoni" della nostra redazione. Altrettanto utile, in ogni frangente, il sistema di monitoraggio degli angoli ciechi.

Positivo il giudizio sul sistema multimediale, con una logica di comando abbastanza semplice e il controller sul tunnel che è di grande aiuto. Qualche perplessità sul display touchscreen da 7" del Connect, che ogni tanto non va, e sul navigatore: ci vuole un po´ per capire come funziona, ma si fa perdonare, per esempio, per la velocità con cui ricalcola il percorso, se sbagliate strada o la cambiate d´improvviso. Buono il suono dell´impianto Bose, il Surround Sound System con ben 11 altoparlanti.


Così allestita e con questo motore, ci vogliono circa 40.000 Euro. Ma i prezzi partono dai 31.200 per l´allestimento Business 2.0 a benzina entry-level da 165 CV. C´è anche  il 2.5 da 192 CV. Per i diesel due step di potenza per il 2.2: 150 e 175 CV, anche con cambio automatico a 6 rapporti e trazione integrale. Gli allestimenti sono tre: Evolve, Business ed Exceed, quello dell´esemplare in prova.

Tutti presentano una dotazione di serie piuttosto ricca che include cerchi in lega da 17 pollici, barre cromate sul tetto, volante multifunzione e pomello del cambio rivestiti in pelle, sistema di infotainment Mazda Connect con display da 7" e navigatore, clima automatico bizona. Tra gli optional si possono scegliere i vari sistemi di sicurezza del pacchetto i-ActiveSense.

Questa wagon rinnovata del brand giapponese si è rivelata un´ottima compagna di viaggio, non le manca nulla per macinare tanti chilometri senza fatica, ha tutto ciò che potete desiderare, per il lavoro, per i viaggi con la famiglia o gli amici.

Ma se volete una station sportiva, questa Mazda6 non fa per voi: sì, è vero, se scegliete il motore a benzina 2.5 da 192 cavalli c´è anche il sistema di selezione con due modalità di guida diverse, ma fondamentalmente l´indole di questa wagon è un´altra. Si è rivelata un´auto equilibrata, sicura e piacevole da guidare.

Quest´ultima evoluzione della Mazda6 Wagon ci è sembrata decisamente più matura: se ce l´avete anche voi o l´avete provata almeno una volta, mi raccomando, diteci la vostra.

Nicola Villani

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 146 euro.
Apple Iphone 7 128gb Red Rosso è disponibile da puntocomshop.it a 629 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve