Ford Fiesta riconosce i pedoni anche di notte

17 Marzo 2017 0


Con la nuova Fiesta debutta un'evoluzione legata ai sistemi di sicurezza attiva, il riconoscimento dei pedoni del sistema anti-collisione in grado di funzionare anche con il buio.

La guida notturna è una delle situazioni più pericolose perché somma la scarsa visibilità alla - spesso - ridotta attenzione da parte del conducente. Così Ford ha deciso di potenziare il suo sistema di riconoscimento dei pedoni permettendo alla tecnologia di bordo di individuarli anche al buio e frenare automaticamente. L'anti-collisione con frenata automatica debutta sulla nuova Fiesta e sfrutta le informazioni congiunte di radar (nel paraurti) e videocamera montata sul parabrezza.

Il sistema si basa su un database di "forme di pedoni" che permette al computer di bordo di processare gli oggetti visti dai sensori e distinguere pedoni da alberi e cartelli stradali. La videocamera cattura più di trenta istantanea ogni secondo e il grandangolo è in grado di tenere d'occhio anche i bordi della strada, riconoscendo i pedoni anche con la sola illuminazione dei fari.

Come al solito, l'anti-collisione funziona a step, avvisando con un audio e un segnale e, in caso di assenza di risposta, intervenendo sui freni. Si tratta di un passaggio importante nel mondo di produzione di una tecnologia nata in una situazione ancora più estrema: la Ford Fusion Hybrid per lo sviluppo della guida autonoma, infatti, è riuscita nel 2016 a guidare senza fari orientandosi tra le strade del campo prova di Ford in Arizona.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

HDBlog.it

Boosted Board Stealth: un missile a 4 ruote da 38 km/h | Recensione