Intel e l'acquisizione di Mobileye per la guida autonoma

13 Marzo 2017 0


Considerando che Mobileye gestisce il 70% del mercato dei sensori per i sistemi di sicurezza attiva e guida semi-autonoma, i 15 miliardi in ballo sono più che giustificati.

E' proprio questa la cifra che Intel si troverebbe a spendere per acquistare Mobileye così da aumentare ulteriormente l'impegno nel settore automotive per quanto riguarda la guida autonoma. La notizia arriva da Reuters e l'annuncio ha ovviamente fatto volare le azioni di Mobileye, forti di una crescita del 33% dopo l'interesse del colosso dei chipset.

Intel ha infatti confermato la veridicità delle informazioni e ha aggiunto che punterà ad ufficializzare il tutto entro la fine del 2017, così da potenziare ulteriormente il lavoro già fatto in collaborazione con Mobileye, già contattata in precedenza per un programma pilota sulla guida autonoma con BMW che prenderà il via nella seconda metà dell'anno.  Nel 2021 arriveranno poi i chip di nuova generazione per la guida autonoma di livello 4 e livello 5.

Ormai è chiaro che la nuova "guerra tecnologica" si combatterà in questo settore e le alleanze iniziano a delinearsi, con acquisizioni e partnership volte a formare gruppi che si combatteranno a suon di sensori, chipset e software. Al duo Intel-Mobileye si contrapporranno Qualcomm e NXP, protagonisti di un accordo simile (da 47 miliardi di dollari) che si chiuderà anch'esso verso la fine del 2017 dopo i controlli di rito e l'approvazione degli azionisti.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen T-Roc: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: recensione auto elettrica, consumi e autonomia | VIDEO

Mercedes benz

Mercedes AMG GT R: prova su strada alla 1000 Miglia 2018 | VIDEO

Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest