Cosa cambia per le Formula 1 nel 2017? Tutto sui nuovi regolamenti | VIDEO

23 Dicembre 2016 0


La stagione 2017 vedrà diverse novità per le monoposto impegnate nel Campionato del mondo di Formula 1. Scopriamo insieme cosa ci aspetta per il nuovo anno motoristico.

Negli ultimi anni la Formula 1 ha fatto di tutto per tornare allo splendore di un tempo tanto richiesto dai fan, obiettivo mai raggiunto per varie ragioni. Quando ci si riferisce alla "Formula 1 d'altri tempi" si fa riferimento in genere a quella degli anni '80 o precedente, spericolata e frequentata da piloti venuti (apparentemente) da Marte. La Stagione 2016 è stata l'esempio sublime di questa deriva che ha visto il dominio di Mercedes e, nonostante qualche episodio degno di nota, l'assenza di una vera lotta al vertice. Con il 2017 però cambia tutto: assieme ad una nuova proprietà, arriveranno anche auto più veloci e avanzate tecnicamente, che potrebbero regalarci una stagione entusiasmante.

Gomme più ampie

Il primo aspetto diverso sarà quello delle gomme più larghe nella sezione frontale. Il che significa un aumento da 245 mm a 305 mm per le anteriori e da 325 mm a 405 mm per quelle posteriori. I cerchi dovranno rimanere invece identici alla stagione passata - da 13" - mentre aumenterà anche il diametro delle gomme stesse: slick 670 mm, intermedie 675 mm, wet 680 mm. Il risultato saràdi avere auto più aggressive dal punto di visto estetico ma anche, e soprattutto, più veloci nella percorrenza della curva. Grazie anche alle modifiche del regolamento sull'aerodinamica, le auto saranno più veloci di 2/4 secondi al giro rispetto ad ora portando nel contempo alla riduzione della velocità massima teorica a causa della maggiore resistenza di rotolamento delle gomme e dell'aria. Gomme più larghe porteranno anche ad un peso supplementare, che compreso l'incremento di 20 kg deciso dal regolamento porterà da 702 kg a 722 kg il minimo permesso per le vetture in griglia.

Più opportunità per i progettisti

Maggiori opportunità per i progettisti durante la stagione 2017 che vedrà un allentamento delle regole per un'aerodinamica più incisiva ed estremizzata, proprio come avvenuto nel WRC. L'ala incrementerà anteriore la propria larghezza dagli attuali 1650 mm a 1800 mm, l'altezza invece rimarrà invariata; l'ala posteriore sarà più bassa, da 950 mm si passerà a 800 mm, e larga, poiché da 750 mm si passerà a 950 mm. Le monoposto avranno una larghezza maggiore poiché si passerà da 1800 mm a 2000 mm. Altri elementi tra cui pance e diffusori potranno essere modificati con più libertà dai team per sperimentare soluzioni diverse ed innovative.

I motori restano gli stessi

Fino al 2020, salvo sorprese, le monoposto useranno ancora le power unit ibride e turbo viste finora. Il calendario ridotto a 20 gare ha portato ad un massimo di quattro propulsori utilizzabili nella stagione e lo sviluppo non avrà più bisogno dei famosi gettoni. In altre parole i team potranno adottare tutte le modifiche che vorranno fino a tre set completi di sviluppo.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tiger Shop a 762 euro oppure da Amazon a 880 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS

Auto

Polestar 1: autonomia record per la prima coupé sportiva ibrida plug-in

Auto

Toyota Concept-i: a Tokyo la famiglia di elettriche con intelligenza artificiale

Kia

Anteprima Kia Stonic: la prova del B SUV coreano