Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Elon Musk e Travis Kalanick diventano consiglieri di Trump

15 Dicembre 2016 0


Donald Trump ritiene essenziale la consulenza dei boss di Tesla e Uber per portare avanti le proprie politiche economiche e del lavoro: una scelta in apparente controtendenza con le idee del tycoon su energia e politiche ambientali e che rassicura i fautori della mobilità sostenibile negli USA.

Donald Trump si converte alla mobilità alternativa. O meglio, questo è quello che si potrebbe intuire dall'ultima mossa del presidente eletto degli Stati Uniti, che ha annunciato la nuova squadra che farà parte dello "Strategic and Policy Forum", il board di consiglieri che Trump ha riunito per le proprie politiche economiche e del lavoro. Tra i 19 top manager, provenienti dalle più importanti aziende americane come Apple, Alphabet, Pepsi, JP Morgan e General Electric, figurano infatti Elon Musk, patron di Tesla e SpaceX, e Travis Kalanick, numero uno di Uber.

Si tratta di segnali importanti dal nuovo Presidente USA, che sembra aver capito che la potenza delle aziende della Silicon Valley non possa non essere tenuta in considerazione per "rendere di nuovo grande l'America". Insomma, la mobilità alternativa (elettrica o condivisa che sia) avrà un ruolo importante nella creazione di nuovi posti di lavoro in America. Lo stesso Trump, in un comunicato ufficiale, dichiara che

I manager di questo Forum sono al top nei loro rispettivi settori. La mia amministrazione lavorerà con il settore privato per migliorare l'economia e renderla appetibile per le aziende che intendono creare posti di lavoro negli Stati Uniti, dalla Silicon Valley al cuore del Paese.

Insomma, non si può dire che Trump si sia convertito alla mobilità sostenibile (anche perché la scelta di depotenziare l'Ente per la Protezione Ambientale potrebbe far pensare il contrario) ma la decisione di tenere conto di queste aziende "alternative", anche solo per creare nuovi posti di lavoro, è un segnale incoraggiante verso chi pensava che con Trump al governo i piani di Obama (4 miliardi di dollari in 10 anni per lo sviluppo di guida autonoma e auto elettriche) sarebbero stati messi da parte.

Già nella giornata di oggi la squadra dei top manager si riunirà presso la Trump Tower per una prima riunione con il futuro presidente: a New York sono attesi, tra i tanti, anche Mary Barra (CEO di General Motors) e Tim Cook (CEO di Apple).


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025