Motor Show: che spettacolo di weekend!

10 Dicembre 2016 0


Questo fine settimana la kermesse bolognese regalerà agli appassionati lo spettacolo del "Memorial Bettega", l´appuntamento più atteso nell´Area 48 Motul Arena. Di scena anche il "Trofeo Pucci Grossi Night Sprint", il Trofeo Italia Rally Autostoriche e il Supermoto Trofeo Motorshow. Un gran finale che chiuderà in gran stile il ritorno del Motor Show.

Siete pronti per un fine settimana di grandi "traversi" e adrenalina a mille con i  funamboli delle due e quattro ruote? Prima di tutto nell´Area 48 del Motor Show arriva l´appuntamento più atteso dagli appassionati dei rally, il "Memorial Bettega".

E´ indubbio che l´area esterna ha sempre costituito il punto di forza della kermesse emiliana, che altri eventi simili non possono vantare e, anche a giudizio dei tanti addetti ai lavori, è da lì che deve ripartire questa nuova era del Motor Show.

Una settimana d'emozioni

Già nel weekend d´apertura Formula 1 Storiche, Porsche GT, le vetture del Campionato Italiano Gran Turismo e le terribili JCW del MINI Challenge hanno dato il benvenuto al pubblico giunto da tutta Italia.


Nella gara riservata alle 911 GT3 Cup di Stoccarda ha vinto Gianmarco Quaresmini. E´ invece una leggendaria Porsche Carrera RS, con Guido Vivalda al volante, che si è aggiudicata l´Historic Challenge by Scuderia Bologna, dedicato alle vetture che hanno segnato la storia del Motorsport. Alla domenica il successo è stato invece per Mario Sala sulla mitica Porsche 906.

Nel primo fine settimana è stato possibile compiere un tuffo nel passato con le Formula 1 Storiche, alcune delle quali hanno un posto particolare nel cuore degli appassionati: dalla Ferrari 312 B3 del 1973, guidata a suo tempo da Jacky Ickx e Arturo Merzario, alla 312 T del ´75, che portarono al successo Niki Lauda e Clay Regazzoni. C´erano anche l´italiana Tecno F1 123/3, ex Nanni Galli e Derek Bell, del 1972, una Wolf WR7 del `79 ex James Hunt, una Ensign Theodore ET183 dell´83  ex Roberto Moreno e Johnny Ceccotto, e una Minardi PSO4/B del 2004, che a quei tempi guidava il nostro "Gimmi" Bruni, oggi grande protagonista del WEC con la Ferrari, con cui ha vinto due volte la Coppa del Mondo Endurance FIA per Piloti GT e in tre occasioni la 24 Ore di Le Mans con le Gt del Cavallino Rampante.


Nei giorni successivi hanno dato spettacolo anche i piloti del Trofeo Italia Gran Turismo, conquistato da Thomas Biagi,  con la Lamborghini Huracan della Antonelli Motorsport, con cui quest´anno ha vinto l´International GT Open. Nel MINI Challenge con le John Cooper Works si è invece imposto Tobia Zarpellon. Nelle sfide del Trofeo Italia Turismo ha avuto la meglio Romy Dall´Antonia al volante di una Seat Leon DSG TCR.  A proposito delle sportive della Casa spagnola, Jonathan Giacon si è aggiudicato la Seat Leon Cup mentre nella Leon ST TCS il successo è stato per il giovanissimo Matteo Greco.

Tra gli abituali protagonisti del Trofeo Italiano Sport Prototipi e del Campionato Italiano Velocità Montagna vittoria di Luca Ligato, in questa stagione campione italiano gruppo CN e vincitore della classifica under 25, al volante di un´Osella PA 21 EVO. Hanno fatto divertire il pubblico sugli spalti dell´area esterna anche i piloti del Trofeo Abarth Selenia, che si sono dati battaglia con le 695 Assetto Corsa Evoluzione:  successo a sorpresa dell´esperto rallista turco Yigit Timur.

Non è mancato nemmeno lo spettacolo del drifting con gli specialisti della guida di traverso: 16 tra i migliori piloti del King of Italy Drift Exhibition Match e il più forte è stato Salvatore Pignanelli, su Subaru Impreza RWD.

Nella giornata conclusiva della velocità in circuito Alberto Cola,  su Chevrolet SS,  ha vinto la gara della Nascar Whelen Euro Series - Trofeo Angelo Caffi; tra le monoposto del F.2 Italian Trophy si è imposto Marco Zanasi, su Dallara F312.

Poi, dopo aver trasformato a tempo di record il tracciato in misto terra - asfalto, sulla lunghezza di 1100 metri, il Motor Show ha dato spazio al grande spettacolo dei rally.

Tribune e spalti completamente affollati per assistere al trionfo di Paolo Andreucci: il nove volte campione italiano, con la sua Peugeot 208 T16 ufficiale, dopo il successo di classe di pochi giorni fa al Rally di Monza e nel Master´s Show sul circuito brianzolo, si è di nuovo affermato anche nel Trofeo Italia R5.


Pablo Biolghini, su Skoda Fabia R5, ha invece vinto il Trofeo Italia Rally Yokohama, mentre tra i giovani talenti del Trofeo Italia Rally Junior - R2 sulle Peugeot 208 R2b, il migliore è stato Lorenzo Grani, già vincitore della Coppa R2 tricolore nel Campionato Italiano Rally WRC.

Nel Trofeo Italia Rally Terra Yokohama ha vinto Alessandro Battaglin, su Mitsubishi Lancer, e Tommaso Ciuffi si è imposto tra le Peugeot 208 R2 del Trofeo Italia Rally Junior R2.

C´era anche il Superquad Motard Motor Show Cup, dove si è affermato Andrea Cesari, con il suo quad motorizzato Yamaha.

Il venerdì del "ponte" ha regalato altre sfide esaltanti, nelle quali Tobia Cavallini, su Ford Fiesta WRC, ha vinto il Trofeo Italia WRC, davanti ad Alessandro Bruschetta, su Ford Focus WRC: saranno loro a completare l´entry list dei pretendenti all´atteso "Memorial Bettega".

Nel Trofeo Rally Suzuki ha vinto Stefano Martinelli con soli 7 centesimi di vantaggio su Giorgio Cogni, dopo una bella  lotta con le loro Swift R1B.

Hanno regalato emozioni anche i concorrenti del Polaris Cup Trofeo Rzr, tra i quali ha avuto la meglio Marco Zini, al volante del suo side by side a trazione integrale.

Per gli appassionati delle due ruote c´erano anche le esibizioni mozzafiato dello stunt Kevin Carmichael.

Finalmente il Memorial Bettega!

E ora, pronto ad infiammare il pubblico dell´Area 48 del Motor Show, arriva il gran finale con il "Memorial Bettega", con le stelle internazionali dei rally.

Stiamo parlando di una gara, con una formula spettacolare, che negli anni era diventata l´appuntamento più atteso di fine stagione: la competizione è dedicata all´indimenticato Attilio Bettega, uno dei più grandi talenti di questa disciplina, che perse la vita in un incidente al Tour de Corse nel 1985, al volante di una Lancia Rally 037.

L´eredità è pesante perché, per molti anni, questa gara era il teatro di  straordinarie sfide tra i più grandi campioni di questa disciplina: nell´albo d´oro ci sono infatti piloti del calibro di Miki Biasion, Timo Salonen, Markku Alen, Didier Auriol, Colin McRae e Petter Solberg. Nel passato più recente l´hanno vinto anche Mikko Hirvonen, Sébastien Ogier, Robert Kubica e Dani Sordo.

Anche il nostro amico Luca Cantamessa, che ha provato per noi in pista la Ford Focus ST, si è aggiudicato questa gara nel 2001.

Ed ecco i protagonisti di questo weekend, pronti a rinverdire i fasti di questa gara unica: Thierry Neuville, pilota ufficiale della Hyundai, vice Campione del Mondo 2016 e vincitore del Rally Italia Sardegna 2016, sarà al volante di una i20 WRC del HMI - Hyundai Italian Rally Team; per la prima volta al volante di una WRC, sull´altra i20 della squadra italiana c´è Fabio Andolfi, la giovane conferma di ACI Team Italia, pronto ad un 2017 nel WRC2 proprio con il brand coreano.

E´ per la prima volta al Motor Show il giovane Kalle Rovanpera:  a soli 16 anni è il più giovane campione di rally di sempre vincendo il titolo in Lettonia. Il finlandese è figlio d'arte: il papà Harri, a suo tempo pilota ufficiale Peugeot, SEAT e Mitsubishi del Mondiale, vanta una vittoria assoluta e quindici podi. Dopo aver brillato al recente Monza Rally Show, Kalle fa il suo esordio al volante di una world rally car, sulla Ford Fiesta WRC.

Da tenere d´occhio anche Elfyn Evans, recente vincitore del Campionato Britannico e protagonista del  Mondiale WRC2: il talento inglese del DMACK World Rally Team guiderà una Ford Fiesta WRC.

Al via c´è anche Alessandro Bettega, su Ford Fiesta WRC gommata Yokohama, figlio del grande Attilio, a cui è intitolato l´evento. A difendere il tricolore anche Paolo Andreucci, con una Citroen DS3 WRC della PH Sport con pneumatici Pirelli, e per finire, come già detto, Bruschetta su Ford Focus WRC e Cavallini su Ford Fiesta WRC.

In questo ultimo weekend è di scena anche la prima edizione del "Trofeo Pucci Grossi Night Sprint", la sfida in notturna tra i grandi nomi del "Memorial" per aggiudicarsi la prima edizione del Trofeo dedicato alla memoria di un grande uomo di sport e campione rally, sempre attento ai giovani talenti, che ha seguito in prima persona lo sviluppo del progetto ACI Team Italia.

Da non perdere anche il Trofeo Italia Rally Autostoriche, con auto e piloti che hanno fatto la storia di questo sport: da Tony Fassina sulla Lancia Rally 037 a "Lucky" con la mitica Delta Integrale 16V; da Totò Riolo su Subaru Legacy RS alle 037 di "Pedro" e Marco Bianchini; senza dimenticare Domenico Guagliardo su Porsche 911 SC.

Per chi ama le due ruote nel weekend ci sono anche Supermoto Trofeo MotorShow e Supermoto International Motor Show, con i grandi campioni della supermotard.

Poi domenica torna la velocità in pista con alcuni dei piloti del Lamborghini Blancpain Super Trofeo, pronti a darsi battaglia con le Huracan della Casa di Sant´Agata Bolognese.

Quindi spettacolo ed emozioni forti nell´Area 48, tanto da vedere nei padiglioni espositivi grazie agli oltre quaranta brand automobilistici presenti e molto da provare nelle diverse aree test drive.

E´ così che il Motor Show ha voluto festeggiare i suoi 40 anni. Buon divertimento.

 

 


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro

HDBlog.it

Le migliori tecnologie di Ginevra 2018: dal pneumatico vivente ai fari smart Mercedes