Ford Fiesta: la consacrazione di un'icona | DESIGN

30 Novembre 2016 0


La settima generazione di Ford Fiesta rappresenta il frutto di oltre quarant'anni di incessante lavoro per rendere un prodotto riuscito ancora più perfetto: in effetti il modello che abbiamo visto ieri sera mostra una maturità e una serie di contenuti fino ad ora impensabili su una vettura di segmento B, a conferma che le aspettative dell'Ovale Blu per la sua nuova piccola sono altissime.

Il design della nuova Fiesta, diciamolo subito, è riuscitissimo. Già ci immaginiamo le strade italiane ed europee, tra una manciata di mesi, letteralmente ricoperte dalla nuova piccola dell'Ovale Blu, che piccola tanto non lo è più: oltre 7 cm in più di lunghezza e 1 cm in più di larghezza si vedono tutti, accentuati da un'estetica che predilige le forme orizzontali e la presenza su strada, aumentando ulteriormente la sensazione di larghezza.

Titanium e Plus

Fiesta vuole essere l'auto definitiva per molti, per questo in Ford l'hanno declinata in quattro differenti allestimenti che ne modificano profondamente l'aspetto e la filosofia: se nelle versioni "tradizionali" Plus e Titanium ci troviamo di fronte ad un'utilitaria "XL" con ottime finiture, paraurti in stile contemporaneo e finiture da segmento C, è nelle altre tre varianti che l'anima della nuova Fiesta emerge con maggiore forza.

Vignale


Innanzitutto, l'allestimento Vignale - per la prima volta su una segmento B - mette subito in chiaro che la nuova Fiesta è un'utilitaria solo nelle dimensioni. Tutto il resto esprime un'idea di lusso, raffinatezza, esclusività e l'idea che tutto questo possa essere concentrato in circa 4,10 metri potrebbe attirare clienti che mai prima d'ora avevano scelto una vettura del segmento B, grazie ad alcuni dettagli come la mascherina anteriore con un pattern costituito dalla ripetizione della lettera "V" di Vignale. Il processo di up-marketing della nuova Fiesta Vignale prosegue nell'abitacolo, dove troviamo le classiche pelli a profusione con trama a nido d'ape, i rivestimenti in plastiche morbide caratterizzate da un innovativo processo di goffratura, le soluzioni hi-tech più avanzate, grazie ad un enorme display da 8 pollici del sistema SYNC 3, anch'esso disponibile con una serie di contenuti mai visti prima su una vettura di questa categoria.


STLine


Altra novità è l'arrivo dell'allestimento STLine, non una novità assoluta nella gamma Fiesta ma sicuramente un elemento imprescindibile in un epoca dove l'aspetto estetico di una vettura viene messo in primo piano rispetto alle prestazioni. Ford Fiesta in questa variante presenta paraurti scolpiti, con piege millimetriche e una resa davvero dinamica. Dettagli che mettono in evidenza le proporzioni della nuova compatta, che appare decisamente più slanciata della precedente, oltre che "ammorbidita" in diversi aspetti. Il cofano anteriore, per esempio, è caratterizzato da poche linee semplici, fluide, armoniche, mentre i gruppi ottici potevano essere meglio integrati, risultando un po' troppo simili a quelli dell'attuale Focus pre-restyling.

Il profilo laterale restituisce un´idea di maggiore stabilità, lasciandosi alle spalle il design a cuneo per rinforzare la presenza su strada: la linea di cintura si raccorda ai fari e avvolge i cristalli in un´elegante continuità visiva. I retrovisori presentano un profilo omogeneo tra le sezioni superiori e inferiori, non interrotto dalle lenti degli indicatori di direzione, mentre i cerchi in lega (disponibili fino a 18 pollici) consacrano una delle fiancate più scultoree e attraenti nella categoria delle hatchback.

Tutta nuova la sezione posteriore, dove i fari diventano orizzontali approdando, per la prima volta, sul portellone e allungandosi fino quasi alla targa. Il lunotto diventa più avvolgente e, nella variante STLine, presenta uno spoiler molto ben integrato e caratterizzato da interessanti soluzioni per convogliare al meglio i flussi d'aria.

Active


Ultima novità, ma non meno importante, la variante Active, ossia la reinterpretazione della Fiesta in chiave crossover: una vettura rialzata di qualche millimetro, caratterizzata da una silhouette ancora più moderna e "fresca", perfetta per chi non si accontenta di un'utilitaria ma non vuole a tutti costi un SUV più grande, che consuma di più e offre lo stesso spazio interno. Bastano nuovi paraurti, una griglia specifica, inserti in plastica grezza e un allestimento interno con tessuti tecnici per dare alla Fiesta Active un'identità tutta nuova, al punto che la prima impressione è quella di un modello a sé stante.

Insomma, la Fiesta i 40 anni li festeggia manifestando una vera e propria maturazione, di spirito e di status sociale. Niente "Kaffé" o "Buongiornissimi" per i suoi quarant'anni, insomma, ma una serie di contenuti da prima della classe e un'attenzione ancora più mirata verso le ultime tendenze. La quintessenza dell'ottimo lavoro di Ford degli ultimi anni.

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 406 euro oppure da Amazon a 459 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2